Affiche tous: Tous les filtres suivants
× Sujet Genere: Biografico

Trouvés 8 documents.

Il giuramento
0 0
Livres modernes

Fava, Claudio

Il giuramento / Claudio Fava

Torino : Add, copyr. 2019

Résumé: Le teste si possono tagliare o contare. Nel 1931 il regime fascista scelse entrambe le soluzioni e impose a tutti i professori universitari un giuramento di fedeltà al duce. Giurarono in 1238. Solo in dodici si rifiutarono. Questo è il racconto di uno di quei dodici, ed è liberamente ispirato alla figura di Mario Carrara, medico legale, uno dei primi a rifiutare il freddo censimento con cui Lombroso aveva insegnato a catalogare gli uomini e le anime. Mentre l'università celebra il concetto della razza, le carriere si fanno con la tessera del partito, gli studenti indossano le camicie nere anche a lezione, Carrara intuisce l'agonia scellerata del Paese e quando il rettore gli comunica data e prescrizioni del giuramento, ossia fedeltà al re e a Mussolini, capisce di non poterlo fare. Non per puntiglio ideologico ma per sentimento di decenza. Perché quel giuramento è anzitutto ridicolo, grottesco, fasullo. In una parola: indecente. La storia di Mario Carrara è metafora involontaria eppure inevitabile su questo nostro tempo, pervaso da nuovi conformismi e da antiche rassegnazioni.

Autobiografia di mio padre
0 0
Livres modernes

Pachet, Pierre

Autobiografia di mio padre / Pierre Pachet

Roma : L'orma, 2019

Kreuzville Aleph

Résumé: Si può raccontare la vita di un altro come se fosse la propria? È la sfida, paradossale e ambiziosa, che Pierre Pachet ha scelto di raccogliere nel ricostruire la voce di suo padre, Simkha Opatchevsky, per farne il narratore in prima persona di questo strabiliante romanzo che ci consegna, dal di dentro, la figura a tutto tondo di un esule ebreo del Novecento. Dai pogrom di Kishinev ai rastrellamenti nella Parigi dell'Occupazione, questo inaudito io narrante attraversa la Storia d'Europa, emigrando dall'agonizzante Impero russo per approdare a una Francia sconvolta da due guerre mondiali, il tutto anelando a poco più che all'incolumità sua e dei suoi, e alla dignità del proprio mestiere di medico. Simkha, del resto, non ha la stoffa del protagonista, e il tono tragico non gli si addice. Eppure qualcosa di eroico ce l'ha, nella ritrosia che gli vieta gli abbandoni sentimentali, nel rigore intellettuale che ne fa un osservatore esattissimo, acuto conoscitore della psicologia umana e fustigatore degli psicologismi, costretto in tarda età a testimoniare con precisione da miniaturista il lento sgretolarsi delle proprie facoltà mentali.

Il genio infelice
0 0
Livres modernes

Vulpio, Carlo

Il genio infelice / Carlo Vulpio

Milano : Chiarelettere, 2019

Narrazioni

Résumé: Se c'è un'artista italiano che nel Novecento ha seguito una direzione ostinata e contraria, si chiama Antonio Ligabue (1899-1965). Nato a Zurigo da una ragazza madre di Belluno, figlio di tre padri e da ciascuno di essi abbandonato, fragile ma orgogliosamente solitario, autodidatta, geniale e visionario, Toni al mat - il matto, così veniva chiamato nella Bassa padana - è lo straordinario testimone di un secolo di distruzione e follia. Lui rappresenta ciò che vede, e  vede ciò che sogna. Amplifica la realtà, immortalandola. La sua vita e le sue opere denunciano il folle ritiro dell'uomo dalla natura, che diventa un'estranea su cui esercitare il proprio dominio. Ligabue si ribella ai comandamenti di ordine e disciplina, mal tollera ogni conformismo, non per scelta ma assecondando un istinto primordiale che lo porta a trovare pace e meraviglia solo di fronte agli animali, reali o immaginari, anche trasfigurandoli, per rappresentare la ferocia degli uomini e la vita come un'eterna lotta di prevaricazione, non di sopravvivenza. In un periodo come quello che stiamo vivendo, che soffoca la fantasia e obbliga le persone a stili di vita e schemi mentali non scelti, o almeno non voluti, Il genio infelice racconta in forma di romanzo una storia tormentata ed esemplare, che è anche un potente manifesto libertario. Un inno alla creatività, alla natura e alla bellezza, mai come oggi così necessario.

L'ombra di Caterina
0 0
Livres modernes

Marazza, Marina

L'ombra di Caterina / Marina Marazza

Milano : Solferino, 2019

Narratori

Résumé: «Oggi è festa. Nella chiesetta del borgo battezzano il mio bambino. Io non ci potrò essere, ufficialmente: devo stare nascosta.» Comincia così il racconto di una donna che la Storia ha a lungo dimenticato: Caterina, la madre di Leonardo da Vinci. Giovane popolana, sedotta dal notaio ser Pietro da Vinci, Caterina rimane incinta di un figlio che non potrà allevare: lo allatta, ma le viene tolto dalle braccia per essere cresciuto nella casa paterna. Il suo bellissimo bambino potrà godere di molti più agi, certo, ma rimarrà sempre un bastardo: non erediterà né titoli né proprietà e dovrà vivere solo del suo ingegno. Anche la vita di Caterina non sarà facile: l'accusa di stregoneria, il matrimonio con un ex soldato di ventura, cinque figli da crescere, e sempre il rimpianto per quel primogenito perduto che può vedere solo da lontano. Leonardo si trasferisce a Firenze, entra nella bottega del Verrocchio, manifesta ingegno e talento al di là di ogni previsione, ma si trova macchiato da un'accusa di sodomia. Meglio partire per una città più grande, più libera, piena di opportunità, la Milano degli Sforza. Madre e figlio sono destinati a non rivedersi mai più? O Caterina potrà riunirsi a Leonardo, coronando il sogno di stargli vicino, che ha dato luce e senso alla sua intera vita?

Il caos da cui veniamo
0 0
Livres modernes

McDaniel, Tiffany

Il caos da cui veniamo / Tiffany McDaniel ; traduzione di Lucia Olivieri

Roma : Atlantide, copyr. 2018

I libri di Atlantide ; 26

Résumé: Storia di Bitty e della sua caotica famiglia, i Lazarus, sullo sfondo degli Appalachi tra gli anni Cinquanta e i Settanta del Novecento: un padre di origine pellerossa, forte e sognatore, creatore di mille fantastiche storie, una madre bellissima e smarrita, prigioniera di sè stessa e dei propri fantasmi, tanti fratelli e sorelle ognuno dei quali porta con sè desideri e segreti inconfessabili e infine Bitty che cresce tra odio, amore, pregiudizi e magie invisibili, coltivando il sogno di diventare scrittrice

Giuseppe Borsalino
0 0
Livres modernes

Balduzzi Gastini, Rossana

Giuseppe Borsalino : l'uomo che conquistò il mondo con un cappello / Rossana Balduzzi Gastini

Milano : Sperling & Kupfer, 2018

Pandora

Résumé: In una sera d'autunno, un bambino osserva il gioco misterioso della nebbia sulla pianura piemontese e ascolta, rapito, una storia. Sua madre gli racconta di un ragazzino come lui che in quei luoghi, oltre cento anni prima, gettava lo sguardo e il cuore oltre quella coltre bianca, sognando di conoscere il mondo ed entrare nella Storia. Il suo nome era Giuseppe Borsalino. Nato in provincia di Alessandria, in una famiglia umile, ebbe il coraggio di fuggire, spinto dal fuoco che gli ardeva dentro: il desiderio di agire, pensare in grande e cambiare il destino in meglio. Apprese il mestiere di cappellaio da un artigiano locale, ma si avventurò oltre confine, tentando la fortuna in Francia con pochi spiccioli in tasca, per affinare la tecnica e nutrire il suo innato gusto del bello. Intuì subito l'importanza dei contatti e delle relazioni internazionali, ma non dimenticò mai le sue origini, e fu proprio una volta tornato a casa, insieme alla famiglia, che fondò l'impresa omonima. Quella di Borsalino è anche la storia di un precursore. Fu tra i primi a esportare il Made in Italy nel mondo, al punto che il suo nome è ovunque sinonimo di stile ed eleganza. Memore della povertà e dei sacrifici patiti, ebbe sempre a cuore i diritti dei suoi operai, in un'epoca in cui la tutela dei lavoratori non era ancora una priorità. La sua parabola va di pari passo con l'affresco vivace di un'Italia lontana, quella dell'Ottocento, alle prese con un'identità unitaria ancora da costruire e con i primi, timidi sussulti di tecnologia e modernità. Ma è soprattutto un viaggio intenso e coinvolgente nella vita di un uomo straordinario, eppure non abbastanza celebrato. Una vita illustre cui questo romanzo rende giustizia, poggiandosi saldamente sulla ricerca storica ma spingendosi a immaginare il mondo interiore di Giuseppe Borsalino. Perché per conoscere gli uomini che hanno fatto la Storia bisogna sempre partire dai loro sogni, che hanno inseguito fino alla fine con tenacia e passione.

Ho guardato un nazista negli occhi
0 0
Livres modernes

Kacer, Kathy

Ho guardato un nazista negli occhi / Kathy Kacer ; con Jordana Lebowitz

Casale Monferrato : Sonda, 2018

Idrogeno ; 2

Résumé: Cresciuta in una famiglia ebrea, scampata alla persecuzione nazista rifugiandosi in Canada, Jordana Lebowitz resta profondamente colpita dalla sua prima visita ad Auschwitz, nel 2012. Questa esperienza la spinge, tre anni dopo, a volare in Germania per assistere al processo contro Oskar Gröning, ex membro delle SS conosciuto come il «contabile di Auschwitz». E a documentare l'incontro con i sopravvissuti, le loro testimonianze e la nascita della consapevolezza del proprio ruolo nel mondo: tramandare la storia della Shoah e alimentare il fuoco della Memoria. Età di lettura: da 13 anni.

Marie et le vieux prunier
0 0
Livres modernes

Agnellet, Jacques

Marie et le vieux prunier : le destin d'une femme et de son arbre / texte Jacques Agnellet ; illustrations Thomas Agnellet

La Clusaz : Le vieux madrier, 2017

Résumé: C'est la première fois que ma plume se pose sur le papier, pour raconter une histoire. Cette histoire, c'est celle de Marie, ma tante et de son vieux prunier. Durant un siècle de vie "ordinaire", ils se sont côtoyés. Une forme de complicité émouvante et pleine de beauté m'inspira pour coucher sur le papier, une histoire, dont le poids des années confère à l'arbre et à l'être une destinée qui ne peut être brisée. Cette destinée commune, ne pouvait être racontée sans retracer le déroulement de leur histoire qui s'inscrit plus largement dans la vie d'une famille, dans la vie d'un village et dans cette nature montagnarde à-laquelle ils appartiennent. Aussi, nous avons passé beaucoup de temps à partager sur sa vie, son enfance, la famille et la vie du village. L'histoire de Marie, c'est aussi l'histoire singulière de nombreuses familles du village, de la vie à la ferme et du travail aux champs. Elle rappelle les peines, la maladie et la mort, mais aussi les joies et les espérances. C'est une famille embarquée tout comme cette petite société villageoise dans le grand bouleversement du siècle, vivant des métamorphoses sociales,économiques et écologiques d'une étonnante rapidité. Pour enrichir et donner plus de profondeur au texte, j'ai demandé à mon fils Thomas Agnellet, illustrateur à Nantes de m'illustrer les différentes époques traversées par Marie et son prunier. Entre l'histoire et le dessin, partez à la découverte de ce que pouvait être cette vie de village, de ces vies d'enfants, d'hommes et de femmes dans le quotidien d'une époque en mutation.