Affiche tous: Tous les filtres suivants
× Date 2019
Affiche tous: Aucun des filtres suivants
× Sujet Genere: Poliziesco
× Noms Bekoff, Marc
× Pays it
× Sujet Alimenti - Contaminazione chimica

Trouvés 108 documents.

Giovani e vaccinati. Il corretto approccio alle vaccinazioni e ai richiami
0 0
Logo MediaLibraryOnline

Mele, Giuseppe

Giovani e vaccinati. Il corretto approccio alle vaccinazioni e ai richiami

Paesi edizioni, 14/05/2019

Résumé: Una lettura fondamentale per inquadrare il fenomeno, capire come comunicare opportunamente l'importanza di vaccinare i propri figli nella fascia adolescenziale e contrastare le false informazioni in materia, al solo fine di evitare rischi infettivi individuali e collettivi, e contrarre determinate patologie. Grazie al prezioso lavoro di Giuseppe Mele, s'indagano qui le tappe cruciali, le normative nazionali e internazionali, e le ragioni del perché questa fascia d'età è cruciale nella prevenzione generale, contrariamente al sentire comune. Rivolgendosi tanto agli addetti ai lavori quanto ai genitori, questo testo sottolinea anche l'importanza di coinvolgere i medici territoriali nel recupero dei non vaccinati e si pone quale strumento privilegiato per diffondere una corretta cultura del percorso vaccinale, dall'ambito medico fino alle scuole. Perché, come sostiene opportunamente Giuseppe Mele, "la vaccinazione è un fatto etico ed è il massimo dell'equità sociale".

Rime rimedio. Cinquanta filastrocche chieste dai grandi per i bambini che hanno accanto, o dentro
0 0
Logo MediaLibraryOnline

Tognolini, Bruno

Rime rimedio. Cinquanta filastrocche chieste dai grandi per i bambini che hanno accanto, o dentro

Salani Editore, 14/02/2019

Résumé: Le formule magiche, gli scongiuri, i proverbi hanno sempre funzionato. Chi non ci crede li dice e li fa lo stesso, sorridendo di sé: 'non si sa mai'. La sospensione dell'incredulità apre le porte al gioco, alla leggerezza, e infine al conforto. Le Rime Rimedio partono da questo gioco di scaramanzia per azzardare la poesia. E la poesia rimedia davvero, sempre, ma a qualcos'altro rispetto a ciò che dice, appena fuori dallo sguardo, un po' più in là; e noi ci muoviamo nel cuore verso questo barbaglio, e così ci lasciamo alle spalle ciò per cui avevamo detto quella rima. Che così ha funzionato. Rime Rimedio perché sono un buon rimedio. E fossero pure un Placebo, che in latino significa 'piacerò', per un libro non sarebbe un motto improprio. E infine Rime Rimedio – dopo Rima Rimani, Rime di Rabbia e Rime Raminghe – per evidenti motivi di tiritera, di oracolare cantilena: perché son solo sante canzonette, scongiuri e rosari, litanie e imprecazioni, le stesse che da millenni ci aiutano a vivere.

La spia che amava la mensa della scuola. Scuola elementare
0 0
Logo MediaLibraryOnline

Butchart, Pamela

La spia che amava la mensa della scuola. Scuola elementare

Nord-Sud Edizioni, 24/01/2019

Résumé: Izzy è molto contenta di essere stata scelta per occuparsi della nuova compagna di scuola. Mathilde è francese, e Izzy e i suoi amici non vedono l'ora di mostrarle il loro covo segreto con la falena e di aiutarla ad evitare il cibo della mensa ( noto anche come veleno ). Ma Mathilde adora il cibo della mensa e chiede addirittura il bis.A quel punto Izzy e i suoi amici capiscono tutto. Mathilde è una spia ed è venuta per scoprire i loro segreti. Devono fermarla prima che sia troppo tardi!!!

Baby alieni hanno preso la maestra. Scuola elementare
0 0
Logo MediaLibraryOnline

Butchart, Pamela

Baby alieni hanno preso la maestra. Scuola elementare

Nord-Sud Edizioni, 24/01/2019

Résumé: Izzy e i suoi amici sono molto stupiti quando la signorina Jones diventa improvvisamente gentile. Dopotutto è la stessa maestra che aveva sorriso di nascosto quella volta che Maisie Miller era caduta dalla sedia. E poi sulla cattedra compare un orsacchiotto con la scritta "Sei grande!" sulla pancia. La signorina Jones non è tipo da orsacchiotti, è più il tipo che odia tutti i cuccioli e pensa che i gattini siano orrendi. Allora i bambini capiscono la verità, la signorina Jones è stata trasformata in un'aliena. E adesso sta cercando di fare la stessa cosa anche a loro. Scappate!!!

Il caso Kravcenko
0 0
Logo MediaLibraryOnline

Berberova, Nina

Il caso Kravcenko

Guanda, 10/01/2019

Résumé: Nell'aprile 1944 Vicktor Kravčenko, addetto alla missione commerciale sovietica negli Stati Uniti, ruppe con il suo Paese e decise di passare all'Occidente. Scrisse quindi un libro, pubblicato in America nel 1946, in cui spiegava le cause di questa rottura e raccontava la vita in Unione Sovietica sotto il regime staliniano. Era, per i contenuti e la novità, un documento eccezionale; e si trasformò in un grande successo, che si ripeté man mano che il libro usciva negli altri paesi. L'edizione francese, che precedette di un anno quella italiana pubblicata da Longanesi, apparve nel 1947. Un settimanale politico-letterario, Les lettres françaises, iniziò a questo punto una campagna diffamatoria contro Kravčenko, e questi intentò causa al periodico. Il processo ebbe luogo tra il gennaio e il marzo del 1949. Nina Berberova, allora redattrice di una rivista dell'emigrazione russa, seguì le fasi del dibattimento come cronista. La sua esperienza e la sua testimonianza di un evento memorabile sono raccolte in questo libro. Nel resoconto che la Berberova ci fa del processo, cui assistono fra il pubblico figure come quelle di Aragon e Sartre, scorre l'impressionante sequenza dei testimoni a carico (profughi russi, scampati alle purghe staliniane, uomini e donne con alle spalle storie atroci raccontate con estrema dignità) e la folla dei testimoni della difesa (funzionari e militari russi inviati da Mosca e destinati a impersonare ruoli grotteschi, comunisti e filocomunisti francesi accecati dal mito staliniano o semplicemente in malafede). La Berberova li segue lungo tutto il dibattimento, ne dipinge i volti con brevi tratti e netti chiaroscuri. Giorno dopo giorno annota punto per punto le deposizioni, gli interventi spesso magistrali degli avvocati, i contraddittori, i colpi di scena di uno spettacolo in cui si confrontano drammaticamente verità e intimidazione. Ci dà un resoconto vivissimo, completo e credibile di quanto accade in aula ma non accetta, neppure per un istante, di essere testimone impassibile di ciò che vede: un processo che l'intellettualità di sinistra vicina al Partito comunista vuol trasformare in un teatro dell'intolleranza. Semplicemente, non può farlo. Non può farlo perché anch'ella è russa. Non può farlo perché è una scrittrice. Ecco così che, accanto al documento agghiacciante della cecità degli intellettuali di allora e dell'inevitabile violenza delle ideologie, abbiamo oggi uno straordinario racconto-verità. 

Indietro non si torna
0 0
Logo MediaLibraryOnline

Deen, Shulem - Guidetti, Laura

Indietro non si torna

Enrico Damiani Editore, 07/02/2019

Résumé: Shulem Deen è stato cresciuto nell'idea che fare domande è pericoloso. Membro degli Skver, una delle comunità hassidiche più estreme e isolate degli Stati Uniti, non conosce niente del mondo esterno. Tutto quello che sa è che bisogna evitarlo.Si sposa a diciotto anni (un matrimonio combinato) e ha cinque figli. Un giorno trasgredisce alle regole e accende la radio. È una trasgressione modesta, ma foriera di cambiamenti radicali. Dall'ascolto della radio passa alla frequentazione della biblioteca e alla scoperta di Internet.È un universo sconosciuto quello che gli si spalanca davanti agli occhi, una realtà che mette in crisi tutto il suo sistema di credenze, le norme rigidissime che regolano la sua vita e quella della sua comunità. Ed è anche la scoperta di un sè diverso, di un uomo che si sente compresso dagli stretti confini in cui è costretto a vivere e vuole aprirsi agli altri.Ma il processo di emancipazione è tutt'altro che indolore. Condannato come eretico, cacciato dalla sua comunità, Shulem Deen inizia una lunga battaglia per non perdere quello che ama di più, i suoi cinque figli.

Il grande racconto di Renoir
0 0
Livres modernes

Il grande racconto di Renoir / AA.VV. ; a cura di Monia Rota

Roma : Edizioni della sera, 2019

Artistica ; 2

Résumé: Il centenario della morte del notissimo pittore francese è un'ottima occasione per celebrare il suo genio con un'intelligente commistione tra le arti: gli autori di questa raccolta, contagiati dalla "joie de vivre" di Renoir, indagano attraverso le loro parole gli stessi temi sociali, psicologici e intimisti che l'artista, insieme agli altri impressionisti, a Baudelaire, Mallarmè, Zola e Nadar affrontavano con nuovi linguaggi all'inizio del XX secolo. Il volume, ricordando opere come "Il palco", "La passeggiata" e "La colazione dei canottieri" riprende momenti quotidiani cari al maestro del colore, come la passione per la vita e il divertimento, l'esistenza della gente comune, l'esplosiva meraviglia della natura.

 Quiches et cakes les + faciles du monde
0 0
Livres modernes

Mallet, Jean-François

Quiches et cakes les + faciles du monde / J.-F. Mallet

Vanves : Hachette cuisine, 2019

Simplissime

Résumé: 45 recettes simplissimes de tartes, quiches et cakes (35 recettes salées et 10 sucrées) pour démontrer que ce n'est pas de la tarte de cuisiner au quotidien et qu'on n'est surtout pas des quiches!!! Des recettes originales mais aussi classiques revues en mode simplissime pour faire plaisir à toute la famille en un tour de main.

Da Talete a Newton
0 0
Livres modernes

Bettini, Alessandro

Da Talete a Newton : la fisica nelle parole dei giganti / Alessandro Bettini

Torino : Bollati Boringhieri, 2019

Saggi. Scienze

Résumé: Si attribuisce a Isaac Newton (ma in realtà è di Bernardo di Chartres) la famosa frase secondo cui possiamo guardare più lontano dei nostri predecessori perché siamo «nani sulle spalle di giganti». Eppure la divulgazione della fisica, pur ricordando la frase, in genere si occupa solo di ciò che è successo dopo, da Newton ai giorni nostri. E certamente in questi quattro secoli, dalla scoperta di Galilei del metodo sperimentale, sono state fatte scoperte scientifiche e invenzioni incredibili a ritmi crescenti. Ma per arrivare a ciò che oggi chiamiamo fisica, nei duemila anni precedenti l'umanità ha fatto passi in avanti così difficili e rivoluzionari, sviluppando gradualmente gli strumenti teorici e tecnici necessari, e ha avuto intuizioni così visionarie, che sicuramente c'era bisogno di un autore che prendesse l'eredità di questi «giganti» e la spiegasse in termini chiari, per svelarne a tutti noi la grandezza. È quello che fa Alessandro Bettini in questo libro, andando direttamente alle fonti originali, dall'antichità greca alle soglie della modernità, permettendoci finalmente di leggere coi nostri occhi i testi di autori che di rado vengono proposti altrove. Provate a spogliarvi di ciò che sapete, a fingere di essere un uomo antico, coperto di pelli, che alza lo sguardo al cielo. Per voi l'universo è un luogo ignoto, probabilmente animato da demoni, di cui si riconoscono appena le regolarità più evidenti: la notte segue sempre il giorno, la primavera segue l'inverno e girano luci sulla volta del cielo, anche se - notano i più attenti - alcune di loro si muovono diversamente da tutte le altre. Come si è potuto da questi pochi e incerti dati arrivare a scoprire (contrariamente a quanto ci direbbero i sensi) che la Terra è tonda? Come si è giunti a determinarne addirittura le dimensioni, a scoprire le distanze tra Terra, Sole e Luna, a predire con precisione i percorsi dei pianeti, a giungere a un modello completo del funzionamento del cosmo? Come si è arrivati al metodo sperimentale e alle prime leggi fondamentali della fisica? "Da Talete a Newton" ci racconta l'epopea della scienza nascente, dai filosofi greci ai dotti ellenisti, dagli arabi curiosi al secolo cruciale di Copernico, Brahe, Kepler e Galilei. Nel corso di questa avventura intellettuale ci sono state scoperte epocali, ma spesso anche false partenze, regressi e vicoli ciechi, fino al raggiungimento della grande sintesi newtoniana, dopo la quale l'uomo ha potuto infine alzare lo sguardo verso il cielo e vedervi non più dei fantasmi, ma ciò che effettivamente contiene, avendo appreso come lavorare per interrogare correttamente la natura e comprenderne almeno alcuni misteri.

Sequela
0 0
Livres modernes

Bonhoeffer, Dietrich

Sequela / Dietrich Bonhoeffer ; a cura di Martin Kuske e Ilse Tödt

Ed. italiana / a cura di Alberto Gallas5. ed.

Brescia : Queriniana, 2019

Résumé: Pubblicato per la prima volta nel 1937, Sequela fu da subito ritenuto un testo militante contro l'ingiustizia del nazionalsocialismo. Il commento a questa edizione paperback - lo stesso della edizione critica - rivela il peso teologico del libro e delinea il panorama storico nel quale è nato questo classico della spiritualità del XX secolo.

L'arte dell'origami
0 0
Livres modernes

Yoshizawa, Akira

L'arte dell'origami / Akira Yoshizawa

Chermignon : Nuinui, copyr. 2019

Résumé: Quest'opera è dedicata al Maestro dell'origami Akira Yoshizawa, grande innovatore e trait-d'union tra passato e presente, nonché fautore del "rinascimento" di quest'arte, dal punto di vista sia della tecnica sia della concezione stessa dell'origami come puro atto creativo. Il volume contiene 60 modelli, alcuni dei quali ideati per avvicinare i bambini a questa disciplina, che formano una selezione altamente rappresentativa della produzione di Yoshizawa. La presenza dei suoi disegni originali e il totale rispetto del suo sistema di notazione e dello spirito originario del testo fanno del libro un testimone fedele della filosofia del maestro

Dragon Trainer [VIDEOREGISTRAZIONE]
0 0

Hickner, Steve - Puglisi, John

Dragon Trainer [VIDEOREGISTRAZIONE] : mini-film collection

USA, 2010-2014

Dragon Trainer

Résumé: Torna sull'isola di Berk ed unisciti a Hiccup ed al suo imperabile drago Sdentato per una serie di nuove avventure!

Marie la strabica
0 0
Livres modernes

Simenon, Georges

Marie la strabica / Georges Simenon

Milano : Mondolibri, stampa 2019

Résumé: Sylvie ha diciassette anni ed è bella, procace, impudica; ha un seno magnifico, che eccita gli uomini, e prova piacere «a guardarselo, ad afferrarlo a piene mani». Marie, che ha un anno più di lei, è brutta e strabica, timida e spaurita; a scuola le compagne «le giravano alla larga, dicevano che aveva il malocchio». Da piccole, Sylvie le prometteva: «Quando sarò ricca ti prenderò come cameriera, e ogni mattina mi pettinerai». Eppure, di quello che passa per la testa di Sylvie, che adora e disprezza al tempo stesso, Marie intuisce tutto. Sa perché si spoglia davanti alla finestra aperta con la luce accesa, e sa anche che è lei a provocare il suicidio di Louis, il ragazzo ritardato ed epilettico che si aggira di sera nel giardino della pensioncina dove entrambe lavorano. Priva di scrupoli, ferocemente determinata a fuggire quella povertà che le fa orrore, Sylvie lascia la provincia e parte alla conquista di Parigi. Marie, che appartiene alla razza delle creature «segnate dalla malasorte», la segue nella capitale, ma si rassegna all'esistenza mediocre a cui è destinata. Quando, molti anni dopo, le due donne si rincontreranno, sarà Sylvie ad aver bisogno dell'aiuto di Marie, e questa sembrerà assecondarla con la succube arrendevolezza di sempre. Ma forse, questa volta, con il segreto proposito di rovesciare i ruoli: chi sarà, allora, la serva, e chi la padrona?

[2]: I giorni del vulcano
0 0
Livres modernes

Ragnar Jónasson

[2]: I giorni del vulcano / Ragnar Jónasson ; traduzione di Silvia Cosimini

Venezia : Marsilio, 2019

Universale economica Feltrinelli - Giallosvezia

Fait partie de: Ragnar Jónasson. Misteri d'Islanda / Ragnar Jónasson

Résumé: In un fiordo nel Nord dell'Islanda, in una bella giornata di giugno un turista alla scoperta delle meraviglie del paese finisce davanti a una casa solitaria, ancora in costruzione. A terra, accanto a un furgone, c'è il corpo immobile di un uomo sfigurato. Qualcuno lo ha ucciso con un'asse di legno. Il caso passa nelle mani della polizia locale e tocca ad Ari Þór fare ricerche sulla vittima. Si tratta di Elías Freysson, a detta di tutti «una persona a posto», un forestiero molto impegnato in attività benefiche e coinvolto nella costruzione del nuovo tunnel che spezzerà l'isolamento ma anche l'incanto di Siglufjörður. Mentre nere nubi di cenere avvolgono il Sud dell'isola, colpito da una serie di violente eruzioni vulcaniche, a seguire gli sviluppi dell'indagine arriva dalla capitale Ísrún, misteriosa inviata della redazione del telegiornale, il cui assillante interesse per l'omicidio sembra andare al di là di una ragionevole caccia allo scoop. Forse la beneficenza di Elías e i suoi numerosi viaggi nascondevano dell'altro? O è piuttosto la stessa Ísrún a custodire un segreto? Per Ari Þór e i colleghi, distratti da una serie di problemi privati tra cui faticano a mettere ordine, il caso si fa ingarbugliato. L'unica possibilità per venirne a capo è tornare indietro negli anni e risalire alle radici del male. Perché quella terra magica, dominata da una natura primitiva e impetuosa, custodisce eventi drammatici che, taciuti per troppo tempo, hanno generato istinti violenti e sensi di colpa, facendo sì che per qualcuno anche le notti più luminose fossero le più buie.

Il collaudo statico delle strutture
0 0
Livres modernes

Salomone, Pietro

Il collaudo statico delle strutture : procedure e modelli secondo le NTV 2018, casi studio : aggiornato al decreto 17 gennaio 2018 e alla circolare esplicativa 7/2019 / Pietro Salomone

Santarcangelo di Romagna : Maggioli, 2019

Costruzioni, antisismica & normativa tecnica ; 6

  • Réservation impossible
  • Copies totales: 1
  • En prêt: 0
  • Réservations: 0

Résumé: Il collaudo è un atto unilaterale complesso di natura tecnica, economica ed amministrativa, disposto dal Committente, al quale si perviene a conclusione dell'opera. Ha un duplice scopo: accertare la buona esecuzione dell'opera e liquidare il corrispettivo all'appaltatore con conseguente sua liberazione definitiva dal rapporto contrattuale. Il presente testo è una guida per il professionista con l'obiettivo di fornire indicazioni operative e definire dei contenuti minimi per la redazione di tutti gli atti connessi al collaudo statico delle strutture alla luce delle Nuove norme tecniche delle costruzioni (NTC 2018) e della Circolare Applicativa n. 7 del 21 gennaio 2019. Il volume, pertanto, presenta un'ampia panoramica sul collaudo statico delle opere con riferimento alle più aggiornate normative italiane. Particolare attenzione viene posta sull'iter procedurale da seguire e le tipologie di prove e verifiche da effettuare in fase di collaudo per i diversi materiali da costruzione (legno acciaio, muratura e cemento armato). Il capitolo 12 è dedicato al collaudo delle opere geotecniche mentre il capitolo 13 al collaudo dei ponti. All'interno del testo vi è una sezione dedicata al collaudo delle strutture temporanee ed a 4 casi studio di collaudi su strutture pubbliche. L'opera nasce con l'idea di fornire ai tecnici uno strumento per illustrare le diverse attività necessarie per il collaudo statico delle opere di ingegneria civile.

Older brother
0 0
Livres modernes

Guven, Mahir

Older brother / Mahir Guven ; translated from the French by Tina Kover

New York : Europa, 2019

Résumé: Older Brother is the poignant story of a Franco-Syrian family whose father and two sons try to integrate themselves into a society that doesn’t offer them many opportunities. The father, an atheist communist who moved from Syria to France for his studies and stayed for love, has worked for decades driving a taxi to support his family. The eldest son is a driver for an app-based car service, which comically puts him at odds with his father, whose very livelihood is threatened by this new generation of disruptors. The younger son, shy and serious, works as a nurse in a French hospital. Jaded by the regular rejections he encounters in French society, he decides to join a Muslim humanitarian organization to help wounded civilians in the war in Syria. But when he stops sending news home, the silence begins to eat away at his father and brother who wonder what his real motivations were. When younger brother returns home, he has changed. Guven alternates between an ironic take on contemporary society and the gravity of terrorist threats. He explores with equal poignancy the lives of “Uberized” workers and actors in the global jihad.

Ernest & Celestine [VIDEOREGISTRAZIONE]
0 0

Aubier, Stéphane - Patar, Vincent

Ernest & Celestine [VIDEOREGISTRAZIONE] = Ernest et Célestine / regia: Stéphane Aubier, Vincent Patar, Benjamin Renner ; tratto dall'opera di Gabrielle Vincent

Francia, 2012

Résumé: Nel convenzionale mondo degli orsi, fare amicizia con un topo non F certo cosa ben vista. Nonostante questo, Ernest, un orso che vive ai margini della societa facendo il clown e il musicista, accoglie in casa sua la piccola topolina Celestine, orfanella fuggita dal mondo sotterraneo dei roditori. Questi due esseri solitari cercando sostegno e conforto uno nell'altra sfidano le regole dei loro rispettivi mondi e scompigliano cos8 l'ordine stabilito...

2025
0 0
Livres modernes

Izzi, Mario

2025 : sopravvissuti / Mario Izzi

[S.l.] : Pubme, 2019

Nhope

Résumé: 2025. Il mondo come lo conosciamo non esiste più. In quel che resta della civiltà Marco, un ex bancario, cerca di sopravvivere in solitudine, lontano dai gruppi organizzati e dai razziatori come il malvagio Goran. Un giorno Marco incontra due ragazzini musulmani, Aysha ed Ahmed, e poco dopo Sara, donna dal passato tormentato. I quattro, capeggiati, suo malgrado, da Marco, decidono di allearsi e cercare altri simili con cui ricostruire una pacifica comunità. Ma quale prezzo dovranno pagare per realizzare i loro progetti, e cosa saranno disposti a sacrificare per ritrovare la pace? Marco vi condurrà in un viaggio mozzafiato, dove spesso la domanda è: fino a che punto è lecito spingersi per combattere il male?

Che fine hanno fatto i nostri microbi?
0 0
Livres modernes

Blaser, Martin J.

Che fine hanno fatto i nostri microbi? : come l'abuso di antibiotici aumenta le malattie della nostra epoca / Martin J. Blaser

Sansepolcro : Aboca, copyr. 2019

Résumé: "Che fine hanno fatto i nostri microbi?" ci conduce nei meandri del microbioma umano, dove per decine di migliaia di anni le nostre cellule e i batteri hanno vissuto in una simbiosi pacifica, che ha garantito l'equilibrio e la salute del nostro corpo. Questo mondo invisibile, però, adesso viene preso d'assalto dall'abuso di cure antibiotiche, che minacciano di estinguere i nostri microbi insostituibili, con gravi conseguenze per la salute. Martin Blaser, scienziato e medico, individua come l'uso eccessivo di antibiotici - soprattutto nei bambini - sia all'origine di malattie gravi e in costante aumento, come asma, allergie alimentari, obesità e alcuni tipi di cancro. L'autore ci svela i suoi studi pionieristici e ci accompagna in un viaggio nella scienza che esamina la duplice natura dei microbi, che sono, allo stesso tempo, elementi fondamentali per la nostra salute e causa di malattie. Blaser spiega in modo intelligente e puntuale perché i medici devono essere più prudenti nel prescrivere questi farmaci e perché i consumatori dovrebbero pensare a un'alternativa prima di assumerli.

24 maggio 1915
0 0
Livres modernes

Bacchin, Elena

24 maggio 1915 / Elena Bacchin

Bari : Laterza, 2019

I Robinson. Letture

Résumé: Il 24 maggio 1915 l'Italia entrò nella prima guerra mondiale, dopo mesi di dibattiti, scontri, emozioni. Quel giorno chi la guerra l'aveva decisa si sentì sollevato. I vecchi alleati, ora nemici, accusarono l'Italia di tradimento; i nuovi alleati sperarono di sfruttare l'apertura di un altro fronte. Chi il conflitto l'aveva sognato festeggiava e correva ad arruolarsi; chi l'aveva osteggiato osservava in silenzio. Le truppe passarono maldestramente il confine e iniziarono a combattere. Ma quel 24 maggio c'era chi già combatteva un'altra guerra, in territori oltremare o sotto un'altra bandiera; chi veniva internato in quanto suddito nemico o sospetta spia e chi vedeva la propria città sottoposta al potere militare. C'era chi organizzava comitati civici, chi scioperava, o semplicemente si occupava dei fiori. Fu un conflitto nuovo, moderno, totale. Nelle prime 24 ore di guerra il conflitto entrò nelle case e nelle vite delle persone. Da Venezia ad Ancona, a Bari sotto alle bombe; dallo studio del ministro degli Esteri al confine dell'allora colonia libica; dai treni d'italiani d'Austria evacuati a Piazza del Plebiscito sotto una pioggia di fiori; dal commissariato di Vienna al salotto di D'Annunzio, al teatro Manzoni di Milano; dal municipio di Bologna alla piazzaforte di Messina, alla stazione di Volterra. Quel 24 maggio nulla poté essere (né sarebbe stato) come prima.