Affiche tous: Tous les filtres suivants
× Date 2019
× Noms Bartolucci, Valentina
Affiche tous: Aucun des filtres suivants
× Noms Bomann, Corina
× Langues dan
× Sujet Genere: Storico
× Sujet Ciclismo - Alpi occidentali
× Sujet Battesimo
× Langues ara

Trouvés 1 documents.

L' ultimo tabù
0 0
Livres modernes

Bartolucci, Valentina

L' ultimo tabù : il terrorismo tra discorso, politica e paura / Valentina Bartolucci

Milano : Mondadori Università, 2019

Saggi oltre

Résumé: L'11 settembre 2001, il mondo entra in una nuova era, l'era del terrore. Quel giorno, le parole «terrore», «terrorismo» e «islam» irrompono violentemente nelle nostre vite per non lasciarci più. Negli anni a seguire, la paura di attacchi imminenti e sempre più catastrofici viene alimentata e utilizzata strumentalmente dai governanti di tutto il mondo per giustificare interventi militari e politiche repressive nei riguardi di personaggi scomodi o gruppi indesiderati (oppositori politici, minoranze, immigrati) e per alimentare una cultura di sospetto generalizzata. Ma il terrorismo riesce a penetrare in modo sottile anche nella nostra vita quotidiana. Lo fa quando subiamo lunghi e fastidiosi controlli mentre ci accingiamo a prendere un aereo, o quando, presentandoci all'imbarco di un volo, ci vediamo sequestrare un vasetto di miele o una boccetta di shampoo. Lo fa, in modo sottile e nascosto, quando i nostri dati vengono raccolti, controllati e immagazzinati senza un nostro cosciente consenso. Ma cosa è davvero il terrorismo? Cos'è che lo rende così difficile da comprendere e incasellare ma allo stesso tempo così potente da ridefinire la nostra contemporaneità? Cos'è che fa sì che non se ne possa parlare o scrivere se non demonizzandolo? E quali sono le conseguenze di questa sua demonizzazione? È a questi interrogativi che cercheremo di rispondere in questo libro attraverso l'analisi critica del discorso sul terrorismo degli ultimi tre Presidenti americani e rivolgendo l'attenzione all'uso strumentale che di tale discorso hanno fatto (e continuano a fare) i governanti di tutto il mondo.