Affiche tous: Aucun des filtres suivants
× Langues spa
× Date 2018
× Date 2012
× Noms Castiglioni, Luigi
Affiche tous: Tous les filtres suivants
× Langues lat
× Niveau m

Trouvés 2 documents.

Mihi nomen est Stiltonius, Hieronymus Stiltonius
0 0
Livres modernes

Stilton, Geronimo

Mihi nomen est Stiltonius, Hieronymus Stiltonius / Geronimo Stilton

Ed. speciale in latino

Milano : Piemme, copyr. 2020

Résumé: Mihi nomen est stiltonius, hieronymus stiltonius. A principio ex quo advenit Rosea Pickia, scilicet nova adiutrix mea, permulta - immo innumerabilia - mihi acciderunt. Etiam primum anni diem apud Polum Arcticum me, in monte glaciali per aequora vectum, degere coegit... Perché una storia integralmente in latino? Siete pronti per una grande sfida? Pagina dopo pagina, questo libro vi metterà a confronto con una lingua antica ma universale, ancora capace di raccontare una storia moderna, divertente e avventurosa! Per festeggiare 20 anni di grandi avventure, vi presento Il mio nome è Stilton, Geronimo Stilton in latino... Buona lettura! Età di lettura: da 7 anni.

Favole
0 0
Livres modernes

Phaedrus - Avianus

Favole / Fedro e Aviano ; a cura di Giannina Solimano

Novara : UTET, copyr. 2016

Classici latini

Résumé: Fedro e Aviano sono gli unici autori della letteratura latina che si siano dedicati esclusivamente alla favola con finalità artistiche. Vissuto all'inizio dell'età imperiale romana, Fedro è l'autore della prima raccolta favolistica del mondo classico, ispirata a sillogi più antiche (il creatore di tale nuovo genere letterario, come lo stesso Fedro ammette, è il greco Esopo) e destinata a conoscere una immensa popolarità in tutta la letteratura occidentale. Il meno noto ma non meno importante Aviano, alla fine dell'età imperiale romana, si inserisce in quella tradizione, assicurando la perpetuazione di 42 favole scelte all'interno di una preesistente raccolta esopica, che egli arricchisce di una fitta serie di richiami letterari. Il volume contiene inoltre la cosiddetta Appendix Perottina, comprendente 32 favole trascritte nel 1470 da Niccolò Perotti vescovo di Siponto, e si apre con un'ampia introduzione nella quale la curatrice Giannina Solimano ripercorre la storia di un genere letterario che ha conosciuto infinite rivisitazioni attraverso i secoli.