Affiche tous: Aucun des filtres suivants
× Langues spa
× Date 2018
× Noms Lauciello, Roberto
× Pays af
× Date 2011
× Noms Serebrennikov, Kirill
Affiche tous: Tous les filtres suivants
× Langues rus

Trouvés 2 documents.

Il Kovalev
0 0
Livres modernes

Kovalev, Vladimir

Il Kovalev : dizionario russo italiano, [italiano russo] / di Vladimir Kovalev

4. ed.

Bologna : Zanichelli, 2014

  • Réservation impossible
  • Copies totales: 1
  • En prêt: 0
  • Réservations: 0

Résumé: Il dizionario di russo più completo e aggiornato • 125 000 voci • 220 000 significati • oltre 17 000 strutture grammaticali con indicazioni di reggenza • 3000 inserti di sinonimi e 500 inserti di contrari della lingua russa • 180 inserti di sinonimi della lingua italiana • trascrizione semplificata della pronuncia dei lemmi russi • 32 tavole illustrate a colori con terminologia relativa alla casa, al corpo umano, allo sport, ai trasporti, alla scienza e all’architettura • segnalazioni di oltre 4800 parole del russo fondamentale • in appendice: titoli russi delle opere letterarie più celebri Il Kovalev è aggiornato con tutte le parole e accezioni più importanti, sia del russo sia dell’italiano, da анорексичкаa флэшка, da telefonino a web. È un dizionario completo per chiunque abbia bisogno di risposte chiare, precise e affidabili per leggere, scrivere e tradurre, in particolare grazie al prezioso lavoro di aggiunta e revisione delle reggenze dei verbi, sostantivi e aggettivi russi e italiani.

Lo specchio [VIDEOREGISTRAZIONE]
0 0

Tarkovskij, Andrej

Lo specchio [VIDEOREGISTRAZIONE] = Zerkalo / regia: Andrej Tarkovskij

URSS, 1974

  • Réservation impossible
  • Copies totales: 1
  • En prêt: 0
  • Réservations: 0

Résumé: Aleksej, il protagonista del film, è costretto a letto da un misterioso male. Ha così modo di ripercorrere con la memoria episodi della propria infanzia e della propria adolescenza, alcuni realmente accaduti altri soltanto immaginati: le estati nella casa di campagna, quando il padre aveva ormai abbandonato la sua famiglia e la madre sperava invano in un suo ritorno, l'incendio del fienile, il lavoro della madre nella tipografia, la guerra, la scoperta dell'arte di Leonardo da Vinci e del primo amore, quello verso una ragazzina dai capelli rossi, le esercitazioni al poligono di tiro, le liti con la sorellina, il momentaneo ritorno del padre, la visita della madre ad una ricca signora per scambiare alcuni gioielli con un po' di cibo. Gli episodi, alcuni dei quali ospitano poesie di Arsenij Tarkovskij, il padre del regista, sono frammezzati da due colloqui di Aleksej con Natalja, l'ex moglie da cui l'uomo ha avuto il figlio Ignat, e da alcuni brevi filmati di repertorio. Vediamo così immagini della seconda guerra mondiale (festeggiamenti e distruzioni), l'eroismo dei soldati russi, il fanatismo dei seguaci di Mao. Il "viaggio nella memoria" approda ad un'impossibile fusione: Aleksej (di cui finalmente intravediamo il corpo), visitato da un medico, torna ad immaginarsi bambino, lo vediamo accompagnare, assieme alla sorellina, la madre, anziana com'è oggi, lungo il bosco d'infanzia.