Affiche tous: Aucun des filtres suivants
× Langues spa
× Date 2009
× Sujet Genere: Giallo
× Pays ch
× Noms García, Vincent
× Materiel 2
× Langues eng
Affiche tous: Tous les filtres suivants
× Date 2019
× Niveau m
× Langues lat

Trouvés 3 documents.

L'arte di amare
0 0
Livres modernes

Ovidius Naso, Publius

L'arte di amare / Publio Ovidio Nasone ; illustrato da Aristide Maillol ; con un saggio di Scevola Mariotti ; premessa al testo, traduzione e note di Ettore Barelli

Milano : Rizzoli, 2019

BUR classici greci e latini

Résumé: Un codice ardito di tecnica galante; una trama di maliziosi suggerimenti rivolti ai timidi e agli ingenui non meno che agli sperimentati cultori della pratica erotica: alle donne non meno che agli uomini. Questo offre L'arte d'amare, il minuscolo, delizioso libretto che si presenta, con la sua grazia piccante, allo schiudersi dell'era volgare. Lo compone, nell'anno 1 o 2 d.C., un raffinato poeta di successo, Ovidio, idolo dei circoli mondani della capitale: un poeta poco in linea con l'austera politica culturale di Augusto- che di lì a qualche anno l'avrebbe relegato in esilio - ma ben consapevole dei gusti scaltriti dell'alta società romana, alla quale particolarmente si rivolge la sua spregiudicata strategia d'amore. E la Roma dei salotti, delle feste, del passeggio nel Foro che Ovidio descrive con la fluida eleganza dei suoi versi, evocandone non solo le consuetudini della vita pubblica, ma anche i particolari occulti della vita privata e dell'intimità sessuale, e soprattutto cogliendone il senso dell'amore, inteso non come dramma e passione, ma come gioco sensuale, schermaglia galante, malizia che intride di fuggevoli emozioni il tessuto dei rapporti mondani. Un libro audace, L'arte d'amare, e suggestivo, che si tramanda con intatta freschezza al gusto dei moderni.

I Menecmi
0 0
Livres modernes

Plautus, Titus Maccius

I Menecmi / Tito Maccio Plauto ; introduzione di Cesare Questa ; traduzione di Mario Scandola

24. ed.

Milano : Rizzoli, 2019

BUR classici greci e latini

Résumé: Un mercante di Siracusa perde a Taranto uno dei suoi due figli gemelli, Menecmo, e ne muore di dolore. Menecmo, allevato da un ricco mercante di Epidamno di cui ha poi ereditato le ricchezze, vive a Epidamno, ha una moglie gelosa e una bella amante, Erozio. Il fratello, chiamato anch'egli Menecmo, va a Epidamno e viene scambiato per il gemello, crede però che la causa delle strane avventure che gli capitano sia l'interesse da lui suscitano in Erozio. Intanto Menecmo primo subisce le ire della moglie gelosa e del suocero. I due fratelli infine si riconoscono e decidono di tornare insieme a Siracusa dopo aver venduto all'asta i beni e la moglie (se qualcuno la compra) di Menecmo primo.

Architrenius
0 0
Livres modernes

Johannes, de Hauvilla

Architrenius / Giovanni di Altavilla ; a cura di Lorenzo Carlucci e Laura Marino

Roma : Carocci, 2019

Biblioteca medievale ; 155

Résumé: Capolavoro del XII secolo a lungo misconosciuto, di cui qui si offre la prima traduzione italiana, il poema Architrenius (1184 ca.) di Giovanni di Altavilla narra il viaggio di un uomo alla ricerca della Natura quale responsabile dei mali umani. Il protagonista visita luoghi emblematici del vizio - la dimora di Venere, la taverna, l'università, la corte, il chiostro - e giunge infine all'isola di Tylos, dove le orazioni di antichi filosofi precedono l'aspro dialogo con la Natura matrigna. In un latino vivido e pluristilistico, quest'opera, vero prototipo della Commedia, integra le molteplici forme della letteratura coeva, dalla vena comico-realistica alle sottigliezze metafisiche, dal romanzo di formazione all'allegoria didascalica. Con sorprendente modernità, il protagonista discute le tesi del provvidenzialismo antropocentrico, assumendo accenti lucreziani e manichei, e prefigurando il Leopardi del Dialogo della Natura e di un Islandese.