Affiche tous: Aucun des filtres suivants
× Date 2018
× Noms Lauciello, Roberto
× Pays af
× Pays it
× Materiel 4
× Sujet Esplorazioni sottomarine - Diari e memorie
× Sujet Giocattoli - Costruzione - Libri per ragazzi
× Materiel 7
Affiche tous: Tous les filtres suivants
× Date 2014

Trouvés 7 documents.

La mia Africa [VIDEOREGISTRAZIONE]
0 0

Pollack, Sydney

La mia Africa [VIDEOREGISTRAZIONE] = Out of Africa / regia: Sydney Pollack

USA, 1985

Résumé: Nel 1913, una giovane donna danese, Karen Dinesen parte per il Kenia. Li' sposerà Bror Blixen (fratello del suo nobile quanto rozzo ex amante), il quale le ha prospettato la cosa come un affare conveniente per entrambi: lui ci guadagnerà i tanti soldi della famiglia di Karen, lei il titolo nobiliare di Bror e la propria ritrovata onorabilità, gravemente compromessa dall'amante nel paese natio. In Africa, la nuova coppia acquista una fattoria, ma a mandarla avanti ed a tentare di dare un senso a quello strano matrimonio è solo Karen. Bror, infatti, è tutto preso dalla sua indolenza e fatuità, e l'unica cosa che riesce a dare alla moglie è una malattia venerea che la costringe a ritornare in Europa per curarsi. Rientrata in Kenia, con il matrimonio ormai fallito, Karen si dedica anima e corpo alla sua fattoria, cercando nello stesso tempo, pur osteggiata dalla comunità bianca del posto, di fare qualcosa per gli indigeni. A sostenerla in questa sua fatica quotidiana è l'amore, ricambiato, per Denys Finch Hatton, da lei conosciuto molto tempo prima, un cacciatore innamorato dell'Africa e della natura. Denys, prima ancora che Bror chieda alla moglie il divorzio per potersi risposare con un'altra ereditiera, va a vivere in casa di Karen, dove fa tappa ad ogni ritorno dai suoi spostamenti. Tra lui e Karen va tutto bene, anche per le mille attenzioni di Denys, salvo che per il fatto che l'uomo non intende sposare Karen, vedendo nel matrimonio un vincolo alla sua libertà e, per lui, inutile. Proprio questo fatto fa decidere Karen a lasciarlo. Ma più tardi, quando la donna perde tutto in un incendio che distrugge tutto il raccolto, lasciandola in balia dei creditori, e Karen sta per ritornare in Europa (dopo essersi umiliata davanti al Governatore inglese per ottenere una terra per i suoi indigeni), Denys torna da lei, questa volta deciso a sposarla. Non farà in tempo: proprio mentre parte per il suo ultimo viaggio, precipita con l'aereo con il quale aveva fatto scoprire a Karen l'Africa che lui tanto amava. E l'ultimo atto di Karen, prima di iniziare il viaggio che la riporterà in Danimarca, è quello di seppellire Denys.

Questo è mio?
0 0
Livres modernes

Michelini, Carlo Alberto - Mantegazza, Giovanna - Rigo, Laura

Questo è mio? / progetto di Carlo Alberto Michelini ; illustrazioni di Laura Rigo ; testo di Giovanna Mantegazza

Nuova ed.

Milano : La coccinella, copyr. 2014

I buchini

Résumé: Gli oggetti quotidiani del bambino, grandi e colorati, compongono una storia con i vari momenti della sua giornata. Un libro da guardare e riguardare, da toccare e da ascoltare, per imparare tante parole nuove.

Prima dell'uragano [VIDEOREGISTRAZIONE]
0 0

Walsh, Raoul

Prima dell'uragano [VIDEOREGISTRAZIONE] = Battle cry / regia: Raoul Walsh

USA, 1955

Résumé: Le vicende di quattro marine americani durante la seconda guerra mondiale, dal campo di addestramento alle durissime battaglie del Pacifico (Guadalcanal, Saipan, Filippine) contro i giapponesi

Triplo inganno
0 0
Livres modernes

Nicotri, Pino

Triplo inganno : il Vaticano, gli apparati, i mass media e il caso Orlandi / Pino Nicotri

[Milano] : Kaos, 2014

Libertaria

Résumé: Citando documenti giudiziari ignorati o dimenticati, e attraverso verifiche di luoghi e testimonianze, questo libro ricostruisce il divenire trentennale del caso Orlandi (la scomparsa della cittadina vaticana quindicenne Emanuela Orlandi, a Roma, il 22 giugno 1983), e denuncia il triplo inganno che ha impedito di accertare la verità dei fatti. Il primo inganno è quello del “rapimento politico”, la fantasiosa tesi imposta a colpi di appelli da papa Karol Wojtyla impegnato nella lotta anticomunista nell’Est europeo. Il secondo inganno è quello delle autorità e degli apparati, vaticani e italiani, impegnati ad assecondare la messinscena del “rapimento politico” della Orlandi. Il terzo inganno è quello di stampa e tv, che non solo hanno assecondato la grande menzogna papale, ma hanno anche trasformato il caso Orlandi in uno show mediatico di supertestimoni fasulli, false rivelazioni e notizie inventate.

Attivazione bio-energetica [MULTIMEDIALE]
0 0

Lumera, Daniel

Attivazione bio-energetica [MULTIMEDIALE] : visualizzazione guidata per liberare l'energia vitale e creare felicità / Daniel Lumera

Milano : Anima, 2014

Résumé: Una tecnica di consapevolezza la cui pratica aumenta le risorse vitali, l'attenzione, le capacità percettive e incide positivamente sulla qualità della vita e sul benessere di chi la applica. Questa metodologia crea effetti positivi e riequilibranti e attiva un processo di autoguarigione su diversi livelli: il corpo fisico, la forza vitale, le emozioni, la niente, la creatività, la coscienza. La semplicità e l'efficacia del metodo permettono a chiunque di poter vivere in breve tempo esperienze di espansione delle percezioni, di felicità incondizionata, sensazioni di intenso benessere e leggerezza, rigenerando le risorse energetiche e vitali. Inoltre, attraverso la pratica, si velocizzano i processi di apprendimento intuitivo e si sviluppano qualità e talenti inespressi. La tecnica guidata può essere praticata da soli o in gruppo.

Annus Mirabilis
0 0
Livres modernes

Brooks, Geraldine

Annus Mirabilis / Geraldine Brooks ; traduzione dall'inglese di Francesca Diano

[Milano] : BEAT, 2014

Biblioteca editori associati di tascabili ; 116

Résumé: È una mattina del 1666 a Eyam, un piccolo villaggio di montagna del Derbyshire, in Inghilterra, e nel cottage in cui vive, Anna Frith ha appena finito di allattare il piccolo Tom e di scrutare amorevolmente Jamie, che gioca da solo accanto al focolare. Anna si avvia verso la scala della soffitta, per raggiungere la stanza dove dorme Mr. Viccars. Dal giorno in cui Sam Frith se n'è andato, sepolto da una valanga nel giacimento di piombo in cui lavorava, è trascorso un inverno. In primavera, George Viccars è venuto a bussare alla porta del cottage in cerca d'un alloggio e Anna, vedova a diciotto anni con due bambini, ha pensato che l'avesse mandato Dio. Viccars è un sarto girovago, conosce Londra e York, l'intensa vita portuale di Plymouth e il traffico di pellegrini di Canterbury. Ed è gentile: ieri le ha fatto dono di un vestito di lana fine verde dorato. Perché però ora l'accoglie con strani gemiti? Anna entra nella stanzetta e per poco la brocca non le cade di mano. Il volto giovane e bello della sera precedente è scomparso. George Viccars giace con la testa spinta di lato da un rigonfiamento di carne lucida e pulsante. Così, nelle pagine di questo romanzo, la peste giunge a Eyam. Inaspettata e innocente eroina, Anna deve affrontare la morte nella sua famiglia, la disintegrazione della sua comunità e il pericolo di un amore illecito. L'Annus Horribilis della peste, però, è destinato a trasformarsi in un Annus Mirabilis, un anno di meraviglie...

Jona che visse nella balena [VIDEOREGISTRAZIONE]
0 0

Faenza, Roberto

Jona che visse nella balena [VIDEOREGISTRAZIONE] / regia: Roberto Faenza

Italia, 1993

Résumé: A quattro anni, Jona Oberski che vive ad Amsterdam con i genitori ebrei Max e Hanna, a causa dell'occupazione nazista della citta, è costretto con la sua famiglia a trasferirsi in un campo di smistamento tedesco. Gli Oberski sono destinati a passare da un campo di raccolta all'altro, per essere poi scambiati con prigionieri germanici. A 7 anni, Jona ha gia subito freddo, fame, paure e sofferenze: sempre insieme per sua fortuna ai genitori (in baracche comunque diverse), il bambino è obbligato a farsi un mondo suo, subendo anche momenti umilianti o angherie anche degli altri ragazzi, abituandosi al filo spinato e alle voci minacciose. Rarissimamente un gesto gentile (l'anziano cuoco di un lager, o il medico dell'ambulatorio). Poi l'ultimo incontro amoroso dei genitori: la morte del padre stremato nel fisico, quella della madre semidelirante (curata ormai in un ospedale sovietico): l'assistenza di una ragazza a cui quella lo ha affidato e, infine, nel 1945, la generosa accoglienza dei Daniel, una matura coppia abitante ad Amsterdam. E' tutto ciò che resta a Jona a testimonianza del suo passato e delle radici amarissime, nel quadro di una tragedia immane, da cui il bambino è uscito solo per la sua tenacia e per la memoria incancellabile di sua madre, che anche morente ha continuato a dirgli non odiare nessuno.