Affiche tous: Aucun des filtres suivants
× Date 2015
× Date 2012
× Date 2008
Affiche tous: Tous les filtres suivants
× Langues ita
× Pays it
× Materiel 1
× Date 2003

Trouvés 2 documents.

Leggere Elsa Morante
0 0
Livres modernes

D'Angeli, Concetta

Leggere Elsa Morante : Arcoeli, La Storia e Il mondo salvato dai ragazzini / Concetta D'Angeli

Roma : Carocci, copyr. 2003

Lingue e letterature Carocci ; 31

Résumé: Accanto al romanzo La Storia, opera ben nota al pubblico e ormai universalmente apprezzata, la quasi ignorata raccolta poetica Il mondo salvato dai ragazzini e Aracoeli, l'ultimo romanzo, il più frainteso, il meno amato, appartengono alla fase più matura della produzione di Elsa Morante. Adottando una sostanziale uniformità di metodo, Concetta D'Angeli nei saggi che compongono il volume intende dare conto sia dello straordinario dinamismo della scrittura morantiana, sia di alcuni importanti riferimenti culturali che la sostanziano (Simone Weil, la letteratura greca classica, la poesia dantesca), sia dell'operazione, costosa in termini artistici e coraggiosissima sul piano morale, che la scrittrice ha compiuto dagli anni Sessanta in avanti: quella, cioè, di accogliere in una scrittura di altissimo nitore le contraddizioni e la degradazione della storia. Insieme ad analisi puntuali su testi trascurati dalla critica, come il dramma La serata a Colono, il libro ospita in particolare un'ampia lettura di Aracoeli, nella persuasione che si tratti del momento più intenso e sofferto di tutta l'opera di Elsa Morante.

La Commedia" senza Dio
0 0
Livres modernes

Barolini, Teodolinda

La Commedia" senza Dio : Dante e la creazione di una realtà virtuale / Teodolinda Barolini ; traduzione di Roberta Antognini

Milano : Feltrinelli, 2003

Campi del sapere

Résumé: L'immagine di un "Dante Theologus" ha spesso posto in ombra il fatto che la teologia di cui si sostanzia la Commedia sia in realtà una fictio letteraria. Il sistema teologico dantesco risponderebbe quindi a una geniale costruzione artistica. Questa è la tesi dell'autrice che, proponendo una lettura deteologizzata della Commedia, mette in luce i meccanismi narrativi, formali ed espressivi che contribuiscono a dare all'opera l'illusione della verità. Teodolinda Barolini, evitando il gioco di specchi della finzione letteraria, esamina le strutture fondamentali della Commedia, scegliendo di illustrare ora alcune tecniche della manipolazione dantesca della narrativa, per creare prospettive dialettiche entro il testo, ora le capacità di coinvolgimento del lettore, ora le modalità di rappresentazione dell'ineffabile. In questa lettura Dante, fabbro, artefice, poeta, è visto come creatore di "realtà virtuali" piuttosto che di armonie fittizie.