Affiche tous: Aucun des filtres suivants
× Date 2014
× Pays de
× Date 2019
× Sujet Api
× Noms Cassar, Jon
× Materiel 1
Affiche tous: Tous les filtres suivants
× Langues eng
× Date 2020

Trouvés 2 documents.

Il pianista [VIDEOREGISTRAZIONE]
0 0

Polanski, Roman

Il pianista [VIDEOREGISTRAZIONE] = The pianist / regia: Roman Polanski

Francia, 2002

Résumé: Un brillante pianista polacco, di religione ebraica, viene confinato nel ghetto di Varsavia dove sperimenta sulla propria pelle la sofferenza e l'umiliazione. Sfugge alla deportazione nascondendosi fra le rovine della città mentre un ufficiale tedesco lo aiuta a sopravvivere.

Il filo dell'Alleanza e La tavola dell'Alleanza [VIDEOREGISTRAZIONE]
0 0

Il filo dell'Alleanza e La tavola dell'Alleanza [VIDEOREGISTRAZIONE] / due film di Francesco Miccichè e Daniela Paradia

Istituto Luce Cinecittà, 2020

Résumé: Il Filo dell’Alleanza è il racconto della creazione e della realizzazione di un opera di Daniela Papadia, un artista che parte da Palermo per la Terra Santa. La sua idea è far ricamare a sei comunità di donne di etnie diverse, che vivono in Israele e Palestina, un arazzo di 5,60 metri per 2,40. L’arazzo rappresenta una mappa del Mediterraneo, disegnata al suo interno da una ricostruzione grafica di alcuni geni del sangue. Il sangue simboleggia la vita, è un legame non solo di natura relazionale ma anche biologica. Noi tutti siamo simili e diversi, uguali e unici. Il Filo dell’Alleanza è quindi un viaggio nella vita delle donne Israeliane, Palestinesi, Druse e Beduine che vogliono provare a ricucire gli strappi ricamando i geni del sangue, metafora del sangue versato in una terra martoriata da guerre tra fratelli. La tavola dell'alleanza: Il documentario racconta la creazione e la realizzazione di una performance dell’artista Daniela Papadia che viaggia tra arte, scienza e multiculturalità. 6 detenute di diversa nazionalità della Casa Circondariale di Rebibbia di Roma ricamano su un arazzo di 12 metri l’intera mappatura del genoma umano. Il genoma è il legame di comunione di tutta l’umanità. All’interno del nucleo di ogni cellula, nel DNA, è contenuta una semplice ma profonda verità, cioè che siamo tutti diversi l’uno dall’altro ma che siamo anche simili. La performance diventa motivo di riflessione per l’artista e occasione di trasformazione per le detenute coinvolte.