Affiche tous: Aucun des filtres suivants
× Date 2014
× Noms Mazali, Gustavo
× Langues ara
× Noms Colfer, Chris
× Noms Brioschi, Maurizio
× Langues eng
× Noms Ait Bouazza, Youssef
Affiche tous: Tous les filtres suivants
× Date 2016
× Ressources Catalogue

Trouvés 32 documents.

No mystery [DOCUMENTO SONORO]
0 0

Corea, Chick - Return to Forever

No mystery [DOCUMENTO SONORO] / Return to Forever ; featuring Chick Corea

Where have I known you before [DOCUMENTO SONORO]
0 0

Corea, Chick - Return to Forever

Where have I known you before [DOCUMENTO SONORO] / Return to Forever ; featuring Chick Corea

Maigret va al Sud
0 0
Livres modernes

Simenon, Georges

Maigret va al Sud / Georges Simenon

Milano : Adelphi, stampa 2016

Vintage gold

Il mistero della roccaforte dei Rosacroce
0 0
Livres modernes

Battistel, Paolo

Il mistero della roccaforte dei Rosacroce : paganesimo, stregoneria e leggenda a Balme e nelle valli di Lanzo / Paolo Battistel ; prefazione di Enrica Perucchietti

Torino : Il quadrante, 2016

Résumé: La storia dell'Europa moderna è attraversata da leggende radicate nella tradizione e nella religione. Una di quelle più intriganti ha per protagonista l'Ordine dei Rosacroce, legato ai Templari e, più in generale, alle alterne vicende della millenaria storia della Chiesa. Paolo Battistel, mitologo e cultore del mistero, porta qui alla luce un'oscura vicenda risalente al 1720 l'arresto per stregoneria dell'abate Gio Paolo Carino da parte della Santa Inquisizione, avvenuto in un piccolo paese montano del Piemonte, Balme - e svela un oscuro intreccio di temi e destini con gli affreschi presenti nella vicina roccaforte del Ruciàss, costruita dal "Ljinch", il potente signore locale, alla fine del XVI secolo. Questo personaggio - una sorta di re della val d'Ala - sarebbe entrato in possesso del leggendario tesoro dei Templari e avrebbe praticato una religione misterica, avversata dalla Chiesa, di cui gli affreschi della roccaforte conserverebbero una ricca simbologia. L'analisi in particolare dell'affresco meglio conservato, La decapitazione di San Giovanni, suscita interrogativi nuovi sul culto di Bafometto e sulla figura della Maddalena. Come dimostra la documentazione fotografica contenuta nel volume, nell'affresco ci sono troppi simboli legati ai Rosacroce perché si possa pensare a un caso: ma allora, è lecito chiedersi, che cosa portò la misteriosa società iniziatica tra le montagne piemontesi? E poi: chi era veramente Gio Paolo Carino?

Taccuino di economia civile
0 0
Livres modernes

Becchetti, Leonardo - Zamagni, Stefano - Bruni, Luigino

Taccuino di economia civile : è tempo di una nuova economia : a portata di mano / Leonardo Becchetti, Luigino Bruni, Stefano Zamagni

Roma : Ecra, copyr. 2016

Scoop

Résumé: L’attuale modello di capitalismo, caratterizzato dalla crescita delle diseguaglianze sociali, non è più sostenibile. Occorre ridisegnare le regole del gioco, studiando un modello economico diverso, in cui non ci sono solo le istituzioni e il mercato, ma anche cittadini/consumatori consapevoli e imprese che creano valore aggiunto e lo ripartiscono in modo equo tra i portatori di interesse. Il volume racchiude dieci scritti di Leonardo Becchetti, Luigino Bruni e Stefano Zamagni (fra i principali studiosi di economia civile) pubblicati nel 2015 sul mensile Credito Cooperativo. In ognuno si parla di una nuova visione alternativa al capitalismo, centrata sulla reciprocità, sul bene comune e sulla persona.

Archetipi
0 0
Livres modernes

Zolla, Elémire

Archetipi ; Aure ; Verità segrete ; Dionisio errante : tutto ciò che conosciamo ignorandolo / Elémire Zolla ; con un saggio introduttivo di Grazia Marchianò

2. ed.

Venezia : Marsilio, 2018

Biblioteca

Résumé: Negli anni ottanta del Novecento e nel decennio successivo Elémire Zolla esponeva in queste edizioni la sintesi di uno "sguardo" da dentro e dall'alto, da vicino e da lontano sugli scenari della realtà: la cinghia degli archetipi che regge il carro della storia; i "climi" tiepidi, gelidi o infuocati del paesaggio esterno e interiore; i piccoli e grandi misteri che la mente contemplativa riconosce come "verità" fino a quando la mente calcolante non li falsifica. Tutto questo era consegnato in Archetipi, Aure e Verità segrete esposte in evidenza, i tre libri che ora rivedono la luce con l'aggiunta di un testo formidabile sul tema di Dioniso errante, quel dio dell'ebbrezza, spirito di-vino e divino il cui omor de la vite cola, parafrasando Dante nel canto XXV, 76 del Purgatorio. Se l'esperienza della vita è realisticamente intermedia tra inferno e paradiso, Zolla in queste pagine ritrovate offre una zattera cui aggrapparsi, un farmaco che disintossica. Con un saggio introduttivo di Grazia Marchianò.

Il gioco dell'angelo
0 0
Livres modernes

Ruiz Zafon, Carlos

Il gioco dell'angelo / Carlos Ruiz Zafon ; traduzione di Bruno Arpaia

Milano : Mondadori, 2016

Oscar bestsellers

Résumé: Nella tumultuosa Barcellona degli anni Venti, il giovane David Martín cova un sogno, inconfessabile quanto universale: diventare uno scrittore. Quando la sorte inaspettatamente gli offre l'occasione di pubblicare un suo racconto, il successo comincia infine ad arridergli. È proprio da quel momento tuttavia che la sua vita inizierà a porgli interrogativi ai quali non ha immediata risposta, esponendolo come mai prima di allora a imprevedibili azzardi e travolgenti passioni, crimini efferati e sentimenti assoluti, lungo le strade di una Barcellona ora familiare, più spesso sconosciuta e inquietante, dai cui angoli fanno capolino luoghi e personaggi che i lettori de "L'ombra del vento" hanno già imparato ad amare. Quando David si deciderà infine ad accettare la proposta di un misterioso editore - scrivere un'opera immane e rivoluzionaria, destinata a cambiare le sorti dell'umanità -, non si renderà conto che, al compimento di una simile impresa, ad attenderlo non ci saranno soltanto onore e gloria.

Il prigioniero del cielo
0 0
Livres modernes

Ruiz Zafon, Carlos

Il prigioniero del cielo : romanzo / Carlos Ruiz Zafón ; traduzione di Bruno Arpaia

Milano : Mondadori, 2016

Oscar Bestsellers

Résumé: Nel dicembre del 1957 un lungo inverno di cenere e ombra avvolge Barcellona e i suoi vicoli oscuri. La città sta ancora cercando di uscire dalla miseria del dopoguerra, e solo per i bambini, e per coloro che hanno imparato a dimenticare, il Natale conserva intatta la sua atmosfera magica, carica di speranza. Daniel Sempere - il memorabile protagonista di "L'ombra del vento" è ormai un uomo sposato e dirige la libreria di famiglia assieme al padre e al fedele Fermín con cui ha stretto una solida amicizia. Una mattina, entra in libreria uno sconosciuto, un uomo torvo, zoppo e privo di una mano, che compra un'edizione di pregio di "Il conte di Montecristo" pagandola il triplo del suo valore, ma restituendola immediatamente a Daniel perché la consegni, con una dedica inquietante, a Fermín. Si aprono così le porte del passato e antichi fantasmi tornano a sconvolgere il presente attraverso i ricordi di Fermín. Per conoscere una dolorosa verità che finora gli è stata tenuta nascosta, Daniel deve addentrarsi in un'epoca maledetta, nelle viscere delle prigioni del Montjuic, e scoprire quale patto subdolo legava David Martín - il narratore di "Il gioco dell'angelo" - al suo carceriere, Mauricio Valls, un uomo infido che incarna il peggio del regime franchista...

Le dee e gli dei dell'antica Europa
0 0
Livres modernes

Gimbutas, Marija

Le dee e gli dei dell'antica Europa : 6500-3500 a. C. : miti e immagini del culto / Marija Gimbutas ; traduzione e cura di Mariagrazia Pelaia

Viterbo : Stampa alternativa, copyr. 2016

Résumé: Scritto nel 1974 e riveduto e aggiornato nel 1982, questo volume determinò la notorietà dell'autrice. La civiltà europea fiorita fra il 6500 e il 3500 a.C. - molto prima della civiltà greca e di quella giudaico-cristiana - non è stata un mero riflesso delle culture confinanti del Vicino Oriente, ma una cultura autonoma dotata di un suo carattere originale. L'immaginario mitico dell'epoca matrilineare rivela quali fossero le prime concezioni che l'umanità aveva del cosmo, dei rapporti tra uomo e natura e tra maschio e femmina: con al centro la Grande Dea che incarnava il principio creatore come fonte e scaturigine di tutto. Attraverso lo studio delle sculture, dei vasi e degli oggetti di culto provenienti dall'Europa sud-orientale, Gimbutas descrive una cultura che si strutturava intorno al villaggio, prima di essere travolta e dispersa dagli Indoeuropei patriarcali.

Il cappellino verde
0 0
Livres modernes

Cardarello, Roberta

Il cappellino verde : infanzia, creatività e scuola / Roberta Cardarello

Roma : Anicia, 2016

Teoria e storia dell'educazione ; 216

Résumé: Quello verde è il cappello della creatività secondo la nota metafora di De Bono. Sulla testa dei bambini avrà dimensioni ridotte ma non sarà meno magico. Il volume affronta i segnali di qualità creativa che si possono riscontrare già nell'infanzia, e li esamina per ritrovarvi suggerimenti e linee di azione didattica. Con un approccio psicopedagogico il volume si confronta con alcune attività ordinarie nella scuola dell'infanzia e indaga condizioni e contesti che possono promuovere nei bambini, senza forzature, posture di pensiero sia razionale che immaginativo, in particolare nei contesti di gioco, di lettura e di esplorazione.

Decamerino
0 0
Livres modernes

Proietti, Gigi

Decamerino : novelle dietro le quinte / Gigi Proietti

6. ed.

Milano : Rizzoli, 2021

BUR varia

Résumé: C'era una volta una grande tenda da circo, dove un giorno non si sentirono più i ruggiti dei leoni ma rumori di teatro: quel circo si era trasformato in un teatro tenda. Per lo spettacolo servivano un paio di pantaloni neri, una camicia bianca e una cassa che nel tempo si è riempita di personaggi e di storie e sonetti e novellacce, alcuni approdati sulla scena, altri rimasti nascosti nel camerino. A cominciare dalla grande rappresentazione sacra di Giubileo, passando da Gaetanaccio a Edmund Kean, Gigi Proietti, o meglio il dottor Divago, racconta in questo libro di mondi perduti e di altri vicinissimi a noi. Sono novellacce dietro le quinte, rubate tra una battuta di scena e l'altra, battibecchi fra le sarte e i giovani attori, ma anche squarci di cronaca come la decisione di quel sindaco che voleva cancellare S.P.Q.R. e sostituirlo con RoMe&You. E tra un racconto e l'altro fanno capolino molti sonetti e poesie, annotati di corsa dietro una scaletta, poco prima di cambiare l'abito e riaggiustare il trucco. Il risultato è un racconto nel racconto di pensieri arruffati, atti unici, odori, abitudini che segnano il ritorno di un grande affabulatore capace di far sorridere e commuovere con le sue cronache ad alto tasso di romanità. E non solo, perché questo diario-de-camerino è un'occasione per vedere il lavoro dell'attore da vicino, spiarne la meticolosità maniacale, l'incanto ossessivo che da finzione diviene realtà per ogni spettatore.

Lu barban, il diavolo e le streghe
0 0
Livres modernes

Battistel, Paolo

Lu barban, il diavolo e le streghe : fiabe, leggende e misteri del mondo occitano / Paolo Battistel

Torino : L'Età dell'Acquario, 2016

Tradizioni

Résumé: Chi è il Signore della foresta dalle lunghe corna di cervo che appare nella notte terrorizzando i boschi dell'Occitania? Perché dodici masche danzano nude nell'oscurità intorno a una quercia solitaria? Come ha fatto il diavolo a costruire in una sola notte il grande ponte di pietra che unisce le due rive del fiume maledetto? Questi e altri misteri sono svelati dalle fiabe e dalle leggende riunite in questo volume nel quale, seguendo gli antichi ricordi dei popoli occitani, diffusi un tempo nella Francia meridionale, in Catalogna e nel Nord Italia, si viene catapultati in un mondo arcaico abitato da cantori girovaghi, camosci parlanti e culti misterici. Attraverso una serie di agili testi introduttivi, Paolo Battistel guida il lettore alla conoscenza dell'antico culto del dio Cemunnos, il Signore della foresta celtico, da cui deriveranno le leggende dell'Homo Selvaticus e di Lu Barban, svelando l'insolita natura del diavolo occitano, dalle forme di guardiano di boschi e montagne, e la profonda differenza tra la razza soprannaturale delle masche e quella delle streghe umane. Ispirandosi ai pochi frammenti giunti fino a noi, Battistel propone poi undici fiabe inedite, i cui temi e le cui atmosfere si riallacciano al mito primordiale che le ha generate. In esse uomini, animali e dèi rievocano un mondo naturale indivisibile, insieme amico e ostile, che l'avvento del cristianesimo ha distrutto, forse per sempre.