Affiche tous: Aucun des filtres suivants
× Date 2010
× Pays fr
× Noms Jacq, Christian
× Date 2006
× Noms Blottière, Alain

Trouvés 88 documents.

Da domani mi alzo tardi
0 0
Livres modernes

Pavignano, Anna

Da domani mi alzo tardi / Anna Pavignano

Roma : E/O, copyr. 2007

Dal mondo. Italia

Résumé: Il romanzo comincia nel momento in cui, dopo anni di esilio volontario in cui non si è saputo più nulla di lui ed è stato, in qualche modo, dimenticato, Massimo Troisi decide di tornare alla sua vecchia casa di Roma per riallacciare il filo con il suo passato. Ma non è facile. Non ha voglia di cercare nessuno, lo imbarazza dover spiegare come e perché se n'è andato, come mai è tornato. Nei primi giorni del suo ritorno vive un'esistenza solitaria, finché Gaetano e Anna, il suo amico più caro e la donna con cui ha condiviso anni di lavoro e di amore, lo convincono a ricominciare scrivendo un nuovo film. Per realizzare tale progetto, Anna e Massimo affittano una casa fuori città, dove si trasferiscono insieme. Qui, mentre cercano un'idea per una storia, Massimo scopre che Anna ricorda tutto di lui, molto più di quanto non ricordi egli stesso: la famiglia, gli episodi dell'infanzia in cui lei non c'era, ma che lui le ha raccontato in passato; ricorda il lavoro che hanno fatto insieme e come lo hanno fatto, gli incontri e, soprattutto, ricorda il loro amore. Anna comincia a narrargli ogni cosa , riempiendo i giorni di racconti intensi che portano alla luce non solo gli episodi divertenti e dolorosi della vita che hanno condiviso, ma la personalità, il modo di pensare e anche di far ridere di Massimo.

Il figlio della luna
0 0
Livres modernes

Caporiccio, Mauro

Il figlio della luna : la storia vera del fisico nucleare Fulvio Frisone / Mauro Caporiccio

Milano : Il Saggiatore, copyr. 2007

Résumé: Mi hanno detto che mio figlio non potrà camminare, che non potrà usare le braccia e le mani e manco parlare, scrivere. Che maledizione è questa? Io non ti chiedo il miracolo, la guarigione. Fulvio si chiama, non Lazzaro. E non mi frega se non scalerà mai una montagna, se non scenderà mai in fondo al mare. A mio figlio ci basterà poco. Ma sarà mai un uomo? A te lo chiedo: sarà mai un uomo? O anche tu mi dici che devo aspettare, che è meglio rassegnarsi? Lucia: siciliana, piccola, sola, disperata. Urla in faccia al crocifisso la sua rabbia. Sviene in quella chiesa, ma alla fine trova la forza. Suo figlio Fulvio, u' masculu, non lo crescerà come una pianta. La quinta elementare tengo. Ma Lucia insegnerà a Fulvio a leggere, a parlare, a vivere, trascinando nella sua lotta il marito Carmelo, le altre due figlie, e una miriade di persone incontrate in oltre quarant'anni di battaglie civili per la dignità di suo figlio. Oggi Fulvio Frisone è un fisico nucleare di fama mondiale, impegnato a scoprire le nuove frontiere dell'energia pulita. Da ragazzo ha frequentato le scuole dei ragazzi in piedi; con un pennello montato sulla testa ha dipinto quadri coi colori della sua terra; con un casco di cuoio, agitando una bacchetta di metallo su una tastiera, ba usato i primi rudimentali computer. Al suo fianco tutta la famiglia Frisone, Lucia in testa. Sempre lei, nemica dei pregiudizi sociali e culturali, delle cattive leggi che escludono dalla vita quotidiana gli scimuniti e gli storpiati.

Stuart
0 0
Livres modernes

Masters, Alexander

Stuart : una vita al contrario / Alexander Masters ; traduzione di Giovanna Scocchera

[Roma] : Lain, 2007

Lain ; 32

Résumé: Stuart è la storia di un'amicizia, quella nata tra Alexander Masters, scrittore in erba di buona famiglia, e Stuart Shorter, professione disgraziato, scivolato all'ultimo gradino della scala sociale. Il primo, che lavora in un centro di accoglienza, decide di scrivere un libro sul secondo, dopo averlo frequentato per tre anni. La storia viene raccontata al contrario su consiglio dello stesso Stuart che dopo aver letto la prima stesura la definisce un 'gran rompimento di ciglioni'. Il libro comincia dunque con l'oscura fine del nostro psicopatico di strada per arrivare a un'infanzia inaspettatamente serena, passando per abuso di colla e droga, stupri, autolesionismo, scoperte dolorose e deliranti spirali di violenza. La narrazione a ritroso della ben poco ordinaria esistenza di Stuart è alternata da capitoli sull'irresistibile rapporto tra Stuart e Alexander, e sulla fiducia reciproca conquistata tra incomprensioni e buone dosi di ironia. L'originale esordio di Masters è tante cose insieme: un manuale di sopravvivenza in strada, un romanzo sull'amicizia e, come ha detto Nick Hornby, un'infausta ricerca della speranza e della innocenza. Un libro in cui si affollano follia e simpatia umana, marginalità e saggezza; un libro che, come Stuart, tutti dovrebbero incontrare una volta nella vita.

Carlito's way
0 0
Livres modernes

Torres, Edwin

Carlito's way / Edwin Torres ; introduzione di Mario Van Peebles

Roma : Newton Compton, 2007

Anagramma ; 37

Résumé: Il romanzo narra l'ascesa e la caduta di Carlito Brigante, dalle selvagge strade della New York degli anni Quaranta alle vette della gestione del traffico di droga degli anni Sessanta, fino all'arresto. Da questo libro il celebre film di Brian De Palma con Al Pacino nella parte di Carlito e un recente remake hollywoodiano.

Tusitala, il narratore
0 0
Livres modernes

Mussapi, Roberto

Tusitala, il narratore : vita di Robert Louis Stevenson / Robert Mussapi

Milano : Ponte alle Grazie, copyr. 2007

Résumé: Tusitala, il narratore: con questo nome lo ribatezzeranno gli abitanti di Samoa, l'isola dei mari del Sud in cui Robert Louis Stevenson si era trasferito per curare i polmoni malati. Tusitala, l'enigma del narratore, si rivela, in questa unica opera narrativa di uno dei maggiori poeti italiani viventi, il tema segreto di questo libro a sua volta narrante, in cui la vita del grande scrittore scozzese rivive come filmicamente a sequenze, in un magico gioco di apparizioni dissolvenze: l'infanzia nella confortevole casa di famiglia avvolta dalle nebbie edimburghesi, segnata dai giochi avventurosi, storie di pirati e esploratori, la giovinezza nei pub, l'esperienza più ardita, la scelta di essere scrittore, poi addirittura narratore di favole: via ogni gioco letterario, scrittura diverrà prestissimo, consapevolmente, in barba a ogni consorteria letteraria, sinonimo di avventura. Il prodigioso talento si vota a storie omeriche assolute, L'isola del tesoro, Lo strano caso del dottor Jeckil e del signor Hyde, La freccia nera, Il ragazzo rapito. E poi i mari del Sud, l'incanto delle isole e delle albe primordiali, il miraggio dei colori, serrando sempre nel cuore le nebbie di Edimburgo. Il cielo del padre costruttore di fari, e la memoria della voce di Gummy, la nutrice, voce cullante che aveva iniziato il bambino ai segreti del ritmo e alla magia della musica celata nelle parole.

Vita e morte di Ludovico Lauter
0 0
Livres modernes

De Roma, Alessandro

Vita e morte di Ludovico Lauter / Alessandro De Roma

Nuoro : Il maestrale, copyr. 2007

Narrativa

Résumé: Milioni di copie vendute e una fama planetaria come inventore di straordinarie macchine narrative, ma nessuno conosce bene passaggi e trascorsi della fortuna di Ludovico Lauter. Ora non si sa nemmeno che fine abbia fatto, il più grande scrittore di tutti i tempi, sparito di colpo dalla circolazione al colmo della notorietà. Eppure un mediocre romanziere di provincia si dispone a scriverne la biografia. Per lui, sulla soglia dei sessanta, dopo libri insipidi per conto di editori svitati e profusione di colonne su rotocalchi femminili, è forse l'occasione di un riscatto. Mollare tutto, salire su una nave per la Sardegna, isolarsi in una casa sulla scogliera, con scenari di autunno incipiente, sembrano condizioni ideali all'impresa. D'altronde, lui lo sa che in quell'isola Lauter ci è nato e sulla vita del Maestro sembra maneggiare notizie di prima mano. Quindi scrive. Scrive di Ludovico nato da Hermann il tedesco triste e una svagata ragazza isolana che ha visioni profetiche, nella Cagliari squassata dai bombardamenti americani. Scrive dell'adolescenza romana, degli anni universitari a Bologna, di viaggi in Germania in cerca di origini. Poi scrive della piena e fulminea affermazione letteraria a Milano, e poi ancora di un appartamento newyorkese, ultima residenza nota del Maestro, officina di invenzioni romanzesche e laboratorio di nevrosi. L'inverno intanto illividisce il mare di fronte alla casa sulla scogliera, intorno la pineta deserta fra le ville in disarmo...

Silla . [1], Il figlio della fortuna
0 0
Livres modernes

Mosca, Davide

Silla . [1], Il figlio della fortuna / Davide Mosca

Milano : Mursia, copyr. 2003

Résumé: «Il destino comanda la vita. Io, Lucio Cornelio Silla Felix, sono figlio del destino. Ora è qui, accanto a me... Ho veduto tutto: l’infuriare degli eserciti, il terreno tingersi del rosso del sangue vivo, le città bruciare, gli uomini farsi belve. Ho conosciuto ogni sorta di persona: consoli astiosi e avidi senatori; valenti soldati e tribuni rapaci; grandi politici e piccoli cavalieri. Ho vissuto molte e diverse vite: sono stato comandato e ho comandato; ho abbassato il capo e ho fatto abbassare il capo; vittima e autore di oltraggi io stesso.» È l’incipit travolgente di questo romanzo dove a raccontare è la voce di Lucio Cornelio Silla, il generale che divenne signore di Roma. Silla felix - Silla il figlio della fortuna lo avevano soprannominato - racconta gli anni della giovinezza, gli amori dissoluti, i legami con le due donne che avrebbero finanziato e sostenuto la sua carriera. E ancora: l’addestramento militare, le guerre contro i Galli Allobrogi e gli Averni fino all’incontro con Caio Mario destinato a diventare il suo acerrimo nemico. Un appassionante romanzo storico di intrighi e battaglie, amori e orge, violenza e solitudine.

Virginia Woolf
0 0
Livres modernes

Kotnik, Dara

Virginia Woolf : la Minerva di Bloomsbury / Dara Kotnik

Milano : Rusconi, 1999

Gente nel tempo

Résumé: Geniale, snob, amata e odiata, perfidamente sarcastica o teneramente generosa, Virgina Woolf battezzò con il suo anticonformismo un'epoca e un ambiente. In questo volume l'autrice ne traccia la biografia, dipingendola come una scrittrice colta e raffinata ma, allo stesso tempo, come protagonista inquieta e inquietante del clima culturale di quegli anni.