155.4 [14]

(Classe)

 

Affiche tous: Tous les filtres suivants
× Pays it
Affiche tous: Aucun des filtres suivants
× Noms Ainsworth, Mary D. Salter
× Sujet Bambini - Sviluppo mentale

Trouvés 48 documents.

L'amicizia tra bambini
0 0
Livres modernes

Dunn, Judy

L'amicizia tra bambini : la nascita dell'intimità / Judy Dunn

Milano : Cortina, 2006

Collana di psicologia ; 48

Résumé: Judy Dunn, una delle massime esperte di sviluppo infantile in campo internazionale, fornisce una stimolante descrizione delle prime amicizie tra bambini. L’importanza di questi rapporti di amicizia per lo sviluppo e il benessere del bambino viene esaminata sulla base di ricerche condotte su entrambe le sponde dell’Atlantico. L’autrice mostra le implicazioni pratiche che dall’attivita' di ricerca emergono per genitori, insegnanti e tutti coloro che si prendono cura dei bambini: come gestire le amicizie nelle diverse fasi dello sviluppo, che cosa fare in presenza di amicizie “pericolose” e di casi di bullismo.

Teorie dello sviluppo psicologico
0 0
Livres modernes

Miller, Patricia H.

Teorie dello sviluppo psicologico / Patricia H. Miller

5. ed.

Bologna : Il mulino, copyr. 2011

Strumenti. Psicologia

Résumé: Questo manuale presenta e mette a confronto le scuole di pensiero che hanno fornito alla psicologia dello sviluppo i suoi paradigmi teorici. A partire dalle pietre miliari della teoria piagetiana e psicoanalitica, passando attraverso i principali sviluppi teorici successivi, l'autrice giunge a descrivere gli approcci più recenti, soffermandosi tra l'altro sulle ricerche che hanno come oggetto le relazioni tra gene e ambiente.

Yes Brain
0 0
Livres modernes

Siegel, Daniel J. - Bryson, Tina Payne

Yes Brain : come valorizzare le risorse del bambino / Daniel J. Siegel, Tina Payne Bryson

Milano : Raffaello Cortina, 2018

Résumé: Quando si trovano ad affrontare situazioni sgradite come fare i compiti o andare a dormire, oppure discussioni sul tempo consentito per stare davanti alla TV o al PC, i bambini si fanno prendere spesso dalla rabbia o si chiudono a riccio, adottando un comportamento reattivo. Gli adulti di riferimento possono contrastarlo favorendo lo sviluppo di uno yes brain, di un atteggiamento di apertura e curiosità nei confronti degli altri e della vita; possono alimentare la capacità di dire sì al mondo e di accogliere tutto ciò che la vita ha da offrire, anche nei momenti difficili. I bambini ricettivi, rispetto a quelli reattivi, sono più curiosi e ricchi d'inventiva, maggiormente portati a osare e a esplorare, meno preoccupati di commettere errori. Sono anche più competenti sul piano delle relazioni, più inclini alla flessibilità e alla resilienza davanti alle avversità e alle emozioni intense. In questo volume, gli autori forniscono a genitori e operatori gli strumenti (idee, strategie, "piani d'azione") per accompagnare i bambini di ogni età nel percorso verso una positività ricca di straordinari benefici.

Mi disegni un albero?
0 0
Livres modernes

Federici, Paola

Mi disegni un albero? : capire i bambini attraverso il disegno dell'albero / Paola Federici

Milano : Angeli, copyr. 2008

Le comete

Résumé: I disegni dei bambini sono materiale prezioso attraverso i quali i piccoli comunicano, trasmettono i loro pensieri, i loro desideri, ma anche le loro preoccupazioni, proiettandoli sulla carta. "Mi disegni un albero?" è l'ultimo nato della serie di libri che Paola Federici ha scritto sull'interpretazione del disegno dei bambini e degli adolescenti. L'autrice in questo nuovo testo concentra l'attenzione sul disegno dell'albero, test proiettivo di personalità ideato da Karl Koch. Dopo una breve introduzione sui significati fondamentali delle varie parti dell'albero - radici, tronco, chioma -, presenta esempi di alberi a colori disegnati dai bambini, analizzandone i significati. Ciò che rende accattivante la lettura è il percorso nel quale i disegni sono stati inseriti: troverete gli alberi solidi, gli alberi fragili, gli alberi

Il bambino nascosto
0 0
Livres modernes

Marcoli, Alba

Il bambino nascosto : favole per capire la psicologia nostra e dei nostri figli / Alba Marcoli

Milano : Mondadori, copyr. 2015

Oscar saggi ; 24

Résumé: Due sono i bambini nascosti protagonisti delle pagine di Alba Marcoli: quello che sta dietro ogni comportamento e sintomo infantile e quello che ognuno di noi adulti si porta dentro, proiettandolo spesso inconsapevolmente sui bimbi che ci camminano accanto nella vita. Il volume vuole aiutare a scoprire, attraverso la rielaborazione fantastica di reali storie infantili, come ogni comportamento, dal punto di vista psicologico, si strutturi nel mondo interiore in maniera del tutto inconscia fin dai primissimi anni della nostra esistenza. La fatica di crescere viene analizzata a partire da esperienze diverse. E la scoperta del complesso mondo interiore del bambino attraverso la riappropriazione delle nostre stesse emozioni che provengono dall'infanzia costituisce una valida chiave d'accesso al mondo dei ragazzi, per poterli capire e aiutare meglio.

Comprendere il mondo del bambino
0 0
Livres modernes

Epstein, Jean

Comprendere il mondo del bambino / Jean Epstein

Roma : Armando, copyr. 2011

Bambini e genitori

Résumé: Il mondo del bambino è pieno di magia, spensieratezza, ingenuità, ma anche di fragilità, paure, e sensi di colpa, oltre all'estrema ricettività a ciò che attiene la sfera degli adulti. Prestiamo attenzione, per esempio, ai discorsi dei grandi tenuti davanti ai bambini? Certe frasi, ritenute divertenti o rassicuranti, si possono rivelare angoscianti o terrorizzanti per i bambini che le interpretano alla lettera. Bambini e adulti fanno parte di due mondi che interferiscono tra di loro. Ognuno porta all'altro ciò che è, per raggiungere un equilibrio da trovare nel rispetto reciproco.

Il disegno selvaggio
0 0
Livres modernes

Ghiaroni, Simone

Il disegno selvaggio : un'antropologia del grafismo infantile / Simone Ghiaroni

Milano : Meltemi, 2019

Biblioteca ; 34

Résumé: Un antropologo studia sul campo una strana tribù: i bambini di una scuola dell'infanzia. In particolare, cerca di capire come questi utilizzino spontaneamente e per i propri scopi uno strumento di comunicazione a loro congeniale, il disegno. Evitando estetiche primitiviste e valutazioni psicologico-cognitive, l'analisi fa emergere, con uno sguardo relativista, come i bambini attraverso il disegno agiscano in modalità peculiari, con precise intenzioni, nel loro mondo sociale: comunicare la propria identità, mettersi in relazione con il contesto, dare vita a giochi che nascono nell'immagine, negoziare e stabilire relazioni sociali. Per cogliere quindi il significato di un disegno è necessario valutarne le condizioni di produzione e comprenderne l'uso all'interno del gruppo. In questo testo, si propone una selezione di strumenti interpretativi per analizzare la complessità e il significato del disegno infantile colto nel suo stato "selvaggio".

Gli adulti parlano... i bambini disegnano!
0 0
Livres modernes

Serraglio, Alessandra

Gli adulti parlano... i bambini disegnano! : manuale per l'interpretazione del disegno infantile / Alessandra Serraglio

Roma : Armando, copyr. 2011

Collana medico-psico-pedagogica

Résumé: I bambini parlano meno degli adulti, perché preferiscono agire attraverso il gioco, il disegno e la messa in scena. Molto spesso la parola non è in grado di spiegare il groviglio emotivo che provano nelle situazioni di disagio e paura. Avvicinarsi alla lingua sconosciuta dei bambini è uno dei compiti degli adulti che li accudiscono, per potersi relazionare al meglio con loro. Questo manuale vuole essere uno strumento utile a chi vuole avvicinarsi a questo mondo segreto e affascinante, quale è il disegno del bambino, attraverso la comprensione della storia e dell'evoluzione del disegno, dallo scarabocchio al disegno realistico, osservando i colori e i simboli nascosti, ma anche i disegni classici, come "la figura umana", "la casa", "la famiglia" e "l'albero". È rivolto a genitori, educatori, pedagogisti e psicologi che vogliono ascoltare i bisogni e le paure che i bambini non esprimono a parole, ma imprimono sul foglio.

Adozione, affido, accoglienza
0 0
Livres modernes

Schofield, Gillian - Beek, Mary

Adozione, affido, accoglienza : una guida pratica / Gillian Schofield, Mary Beek ; a cura di Barbara Ongari

Milano : Cortina, 2013

Résumé: L'attaccamento è al centro delle relazioni familiari, non solo nelle famiglie biologiche ma anche in tutte quelle in cui la genitorialità ha un carattere sociale (affidatarie e adottive). Le ricerche nell'ambito dell'attaccamento evidenziano i punti di forza e di difficoltà che i bambini provenienti da situazioni deprivate portano con sé nelle nuove famiglie che li accolgono. Questo libro è una guida esaustiva e autorevole che espone in modo chiaro i concetti di fondo della teoria dell'attaccamento e li traduce in termini concreti, con l'obiettivo di suggerire pratiche riparative che aiutino i bambini a crescere in modo equilibrato. Vengono presentati i differenti percorsi evolutivi, dalla nascita fino all'età adulta, analizzando l'influenza di esperienze di trascuratezza, abuso o separazione nelle successive fasi evolutive. Il testo è ricco di esempi proposti dalla voce stessa di genitori adottivi e affidatari che, partendo da situazioni difficili, offrono una gamma di suggerimenti su come tali difficoltà possano essere superate in modo efficace.

Lo sviluppo della competenza emotiva dall'infanzia all'adolescenza
0 0
Livres modernes

Lo sviluppo della competenza emotiva dall'infanzia all'adolescenza : percorsi tipici e atipici e strumenti di valutazione / a cura di Ilaria Grazzani Gavazzi e Cristina Riva Crugnola

Milano : Unicopli, 2011

Psicologia dello sviluppo sociale e clinico. Saggi ; 45

Résumé: Il costrutto scientifico di "competenza emotiva", elaborato nell'ambito della psicologia dello sviluppo e dell'educazione, costituisce uno dei temi più fertili dell'attuale ricerca evolutiva, interessata allo studio della regolazione, espressione e comprensione emotiva di bambini e adolescenti dallo sviluppo tipico e atipico. Il volume raccoglie i contributi di alcuni tra i più rappresentativi studiosi italiani in questo settore, offrendo spunti di riflessione teorica e interessanti suggerimenti operativi che provengono dalla ricerca sperimentale e su campo. Tali contributi si snodano nelle tre sezioni che costituiscono il volume stesso: la prima è dedicata ai risultati di ricerche, condotte in un arco di tempo che dall'infanzia arriva alla tarda adolescenza, che riguardano principalmente la regolazione e comprensione emozionale; la seconda si focalizza sulle caratteristiche della competenza emotiva in condizioni di rischio per lo sviluppo psicologico; la terza contiene lavori relativi alla costruzione di strumenti di valutazione della competenza emotiva. Nel complesso il volume offre modelli d'intervento volti a migliorare diverse componenti della competenza emotiva.

Vivere con i gemelli
0 0
Livres modernes

Brustia Rutto, Piera

Vivere con i gemelli : piccola guida alla sopravvivenza / Piera Brustia

Torino : Espress, 2011

Espress guide

Résumé: Una guida agile e discorsiva, ricca di box esplicativi, che nasce dalla grande esperienza sul campo dell'autrice e del suo gruppo di lavoro. Nel volume sono affrontate le peculiarità della gravidanza, del parto, del ruolo genitoriale e della relazione gemellare, con particolare attenzione a preconcetti ed errori educativi potenzialmente dannosi. Che cosa significa essere gemelli? Essere gemelli è un'esperienza assolutamente unica, che può però presentare diversi rischi evolutivi. Rischi che devono essere conosciuti e gestiti, così da evitare che la positività di vivere in coppia si trasformi, con il passare del tempo, nell'impossibilità di vivere separati. Vivere con i gemelli è una guida per chiunque sia interessato a scoprire o approfondire le complesse e affascinanti dinamiche gemellari.

Bambini che amano stare da soli
0 0
Livres modernes

Corsano, Paola

Bambini che amano stare da soli / Paola Corsano ; presentazione della prof.ssa Marta Montanini Manfredi

Milano : McGraw-Hill, 1999

Psicologia

Résumé: In passato il comportamento solitario del bambino, sia rispetto al gioco sia ad altre attività, è stato affrontato come espressione di una mancata socializzazione, e pertanto con una connotazione prevalentemente negativa. Questo libro propone una modalità nuova di affrontare il tema, individuando non una incapacità sul piano sociale e relazionale, o una condizione di sofferenza, bensì una precisa competenza. In alcuni casi, il bambino che sta da solo esprime bisogni e capacità peculiari produttive per lo sviluppo, come il bisogno di ritirarsi in uno spazio interiore unito all'espressione di capacità cognitive, affettive e sociali.

Ma io una famiglia ce l'avevo!
0 0
Livres modernes

Terrile, Paola

Ma io una famiglia ce l'avevo! : viaggio nella mente dei bambini adottati / Paola Terrile

Milano : FrancoAngeli, copyr. 2017

Le comete ; 321

Résumé: È un figlio adottato ad avere detto "Ma io una famiglia ce l'avevo!", ed è nell'esperienza dei bambini adottati che il libro vuole addentrarsi, rivolgendosi a tutti quei genitori, adottivi e non, che a un certo punto devono fare i conti con la diversità del figlio e, pur amandolo, faticano a capirlo. Nonostante l'esperienza degli adottati e delle relazioni familiari adottive sia troppo complessa e dinamica per essere rinchiusa in uno schema acquisito, l'autrice, attraverso le storie individuali raccolte nel suo lavoro di accompagnamento psicoterapeutico, riflette sui tratti comuni dell'essere adottato e ne evidenza aspetti poco conosciuti. Nel libro si esplorano la precoce tensione dei bambini a cercare l'identità includendo le proprie radici, la sofferenza del distacco dal passato e la spinta a tenerle insieme. Si ascoltano i loro racconti sinceri e le parole evocative e profonde con cui parlano di sé e della loro nuova realtà, ma anche di altri affetti e di altri mondi. Si racconta inoltre l'impegnativa ricerca, da parte dei bambini e dei loro genitori, della costruzione di una reciproca appartenenza, senza trascurare nulla di ciò che i piccoli portano con sé. Scopo del volume è quello di avvicinarsi il più possibile alla comprensione del mondo interiore dei bambini adottati, ricco di sentimenti che si rivelano di portata sorprendentemente generale, nella convinzione che tutto ciò possa costituire un importante apporto per i genitori, per gli operatori e per il lettore interessato all'universo adottivo.

Psicologia sociale ed evolutiva
0 0
Livres modernes

D'Isa, Luigi - Foschini, Franca

Psicologia sociale ed evolutiva : per il secondo biennio del liceo delle scienze umane / Luigi D'Isa, Franca Foschini

Milano : Hoepli, copyr. 2012

Turbolento, agitato, iperattivo
0 0
Livres modernes

Rigon, Emmanuelle

Turbolento, agitato, iperattivo : come vivere con un piccolo uragano / Emmanuelle Rigon

Milano : De Vecchi, copyr. 2009

Il mestiere di genitore

Résumé: Libri per rispondere alle domande dei genitori, aiutarli a districarsi tra emozioni e sentimenti, non cedere al semplicismo educativo, comunicare più sicurezza ed equilibrio ai figli e rendere più semplice il mestiere più difficile del mondo. Opere scritte da specialisti in un linguaggio chiaro e comprensibile per offrire un valido aiuto nella soluzione di piccole e grandi questioni, prevenire, riconoscere e affrontare le difficoltà che possono sorgere all'interno di una famiglia con figli.

(Dis) Educazione alla violenza
0 0
Livres modernes

(Dis) Educazione alla violenza : la violenza a scopo ludico: il circo con animali e le fiere ornitologico-venatorie / a cura di Monica Bertini, Francesca Sorcinelli e Massimo Tettamanti

[Torino] : Cosmopolis, stampa 2008

Minotauro

Quando i bambini sono piccoli
0 0
Livres modernes

Bonino, Silvia

Quando i bambini sono piccoli / Silvia Bonino

Milano : Fabbri, 2012

Manuali Fabbri

Résumé: "La maternità e la paternità non sono delle missioni impossibili e se la formula '... e vissero felici e contenti' appartiene alle favole e non alla realtà, essere genitori sereni di bambini sereni è un obiettivo realizzabile." Con queste parole Silvia Bonino introduce "Quando i bambini sono piccoli": un libro che nasce direttamente dal confronto con i genitori che ha incontrato e con quelli che le hanno scritto nella rubrica "Crescere insieme" pubblicata su "Oggi". Viene trattata la prima fase di sviluppo dei bambini, dalla nascita ai sei anni, sfatando un mito: non è questa, infatti, una felice età dell'oro durante la quale i genitori possono veder crescere i propri figli con tranquillità e senza pensieri. È invece un periodo delicatissimo per lo sviluppo del bambino, durante il quale esso forma un'identità di sé e inizia a mettersi in relazione con la società. Non c'è da colpevolizzarsi, dunque, se la quotidianità accanto ai figli piccoli si popola anche di frustrazione, delusione e fatica. L'autrice accompagna le sue riflessioni teoriche a domande concrete dei genitori (o dei nonni) alle quali risponde per fornire non formule magiche di effetto sicuro, ma consigli, strumenti di analisi e spunti di riflessione. In questo modo offre al lettore la possibilità di mettere a fuoco i problemi per trovare le soluzioni più utili per l'educazione dei propri figli e per la propria tranquillità: premessa indispensabile per vivere l'esperienza della maternità e della paternità in modo positivo e appagante.

A vivere (bene) si impara da piccoli
0 0
Livres modernes

Pleux, Didier

A vivere (bene) si impara da piccoli / Didier Pleux

Novara : De Agostini, 2011

  • Réservation impossible
  • Copies totales: 1
  • En prêt: 0
  • Réservations: 0

Résumé: Crescere un figlio è una sfida impegnativa e ogni genitore vorrebbe che il suo bambino fosse sereno ed equilibrato. Ma può capitare che ci siano momenti di chiusura, incomunicabilità, frustrazione, che il bambino faccia fatica a riconoscere i propri limiti, a valorizzare le proprie risorse o a mettersi in relazione con gli altri, ad accettare la diversità, le piccole e grandi delusioni. Che fare? Occorre imparare a osservare i propri figli e a comunicare con loro, alimentandone l'autostima e al tempo stesso l'apertura fiduciosa verso il mondo. Didier Pleux ci aiuta a capire come focalizzare il problema, come riconoscere bisogni ed emozioni, aiutando i bambini ad accettare se stessi e il mondo, per crescere e vivere sereni.

L' immaginario infantile nel Rorschach
0 0
Livres modernes

Aliprandi, Mariateresa

L' immaginario infantile nel Rorschach / Mariateresa Aliprandi, Anna Maria Rosso ; prefazione di Santo Di Nuovo ; presentazione di Eugenia Pelanda

Milano : Angeli, copyr. 2008

Strumenti per il lavoro psico-sociale ed educativo ; 89

Résumé: Il testo vuole proporsi come guida per orientare il lettore a comprendere ed interpretare le risposte del bambino al test di Rorschach: le macchie rivolgono al bambino l'invito a giocare con le sue capacità percettive e immaginative entro lo spazio transizionale, luogo elettivo per manifestare le sue potenzialità. Proprio la felice intuizione di Winnicott diventa l'ipotesi teorica fondante che consente di usare il Rorschach con un nuovo sguardo clinico sul funzionamento mentale infantile: la capacità di giocare tra realtà e fantasma diventa l'ago della bilancia per valutare sia il grado di libertà del bambino nell'esprimere il suo personale modo di essere al mondo, sia il grado di dolore psichico che impedisce ai processi di crescita di dipanarsi e orientarsi verso una maggiore maturità affettiva e cognitiva.Questo libro propone l'integrazione, nell'interpretazione dei protocolli infantili, dello studio del funzionamento mentale secondo la prospettiva psicoanalitica con il rigore del Sistema Comprensivo di Exner.Il tentativo di integrare i due orientamenti può essere stimolante sia per lo psicologo clinico sia per il ricercatore: il primo potrà sperimentare che la cura della somministrazione, della siglatura e dei fondamenti psicometrici del test garantisce una fonte più ricca e meno arbitraria di informazioni sul funzionamento mentale del bambino; il secondo potrà sperimentare quanto il dato oggettivo della siglatura sia una voce parziale, come un accordo in un intero spartito musicale, indispensabile alla partitura, ma incompleta. Un buon musicista deve sapere leggere lo spartito ma anche possedere una capacità di ascolto per risentire dentro di sé quanto l'autore - nel test di Rorschach il bambino, autore della propria musica - vuole comunicare.Mariateresa Aliprandi, psicologa di formazione psicoanalitica, vive a Milano dove ha svolto la sua opera come psicoterapeuta, psicodiagnosta e docente in diverse istituzioni. Socio fondatore, attualmente è membro dell'Associazione Area G. Autrice di diversi lavori, ha pubblicato: con Anna Bassetti e Elena Riva, L'adolescente tra realtà e fantasma. Il TAT come prova del funzionamento psichico (FrancoAngeli, 2001).Anna Maria Rosso vive a Genova dove insegna Psicologia clinica presso i Corsi di Laurea di Scienze e Tecniche Psicologiche e di Servizio Sociale e svolge la professione di psicoterapeuta. Autrice di diversi lavori in tema di adolescenza e di psicodiagnostica, ha pubblicato: con Franca Pezzoni, L'urgenza psichiatrica in adolescenza (la Clessidra, 1999); Manuale per l'uso del test di Rorschach in psicopatologia (Piccin, 2008).

Sostenere la relazione genitori-figlio nell'autismo
0 0
Livres modernes

Mazzoni, Silvia

Sostenere la relazione genitori-figlio nell'autismo : l'osservazione tramite il Lausanne Trilogue Play clinico

Roma : Magi, copyr. 2011

Psicologia clinica

Résumé: La presenza di comportamenti autistici cristallizza la comunicazione e la relazione in interazioni rigide e ripetitive che impediscono la ricchezza di scambi emotivi negli incontri sociali. La mancanza di empatia, che costituisce uno dei principali deficit del bambino autistico, rende difficile - e a volte quasi impossibile - l'attivazione nel genitore della dimensione di accudimento e contenimento, indispensabili al processo di crescita. Per imparare a rispondere ai bisogni del bambino, con tutti i limiti determinati dalla sua patologia, il genitore deve essere sostenuto in un approccio psico-pedagogico che lo aiuti a comprendere i comportamenti del bambino e a mettere in atto strategie adeguate. Il Lausanne Trilogue Play clinico permette l'esplorazione degli schemi comunicativi all'interno della famiglia al fine di evidenziare le alleanze presenti e conoscerne il potenziale di sviluppo. "Ciò che colpisce", sottolineano gli autori, "è la maggiore capacità che i genitori presentano quando entrano da soli in interazione con il bambino. Questo dato introduce interessanti riflessioni sul fatto che la difficoltà del bambino crea serie interferenze soprattutto nella relazione tra i vari membri della famiglia impedendo quella collaborazione che sarebbe, invece, indispensabile per far fronte ai problemi presenti". Nella ricerca effettuata, l'osservazione delle interazioni familiari ha permesso di circoscrivere una modalità comunicativa all'interno di famiglie con la presenza di un bambino autistico.