Trouvés 9 documents.

Homo biologicus
0 0
Livres modernes

Piazza, Pier Vincenzo

Homo biologicus : come la biologia spiega la natura umana / Pier Vincenzo Piazza

Milano : Rizzoli, 2019

Résumé: Da millenni ci consideriamo l'unica specie costituita da un'essenza immateriale e un corpo. Da una parte una natura umana volatile, capace di tutto, pronta a morire per la libertà ma che adora la futilità e coltiva l'eccesso. Dall'altra il corpo, una "macchina" programmata da geni immutabili ereditati dai nostri genitori. Ma la scienza del XXI secolo scopre una materia che "finalmente ci assomiglia, una biologia probabilista, scolpita dalle esperienze, che ci spiega chi siamo e perché facciamo quello che facciamo". Una nuova prospettiva che non sminuisce la mente riducendola alla materia, bensì che "eleva" la materia al livello della mente. L'uomo è sempre unico, superiore figlio degli dei ma non a causa di un'immaterialità ormai obsoleta: lo è grazie alla sua biologia. In queste pagine, Pier Vincenzo Piazza ci racconta come la biologia sia alla base delle nostre aspirazioni e dei nostri eccessi, come ci spinga verso attività irrazionali, spaccati in due tra spiritualismo conservatore e progressismo materialista. Un altro tipo di uomo si pone in alternativa "un Sapiens completo, che vede la vita in stereoscopia, senza ideologie". Con lui scopriamo, per esempio, come conciliare ecologia e aspirazioni umane, che diventiamo obesi perché siamo troppo intelligenti e che la tossicomania non è un vizio ma una vera malattia di cui conosciamo ormai la biologia. "Homo Biologicus" conferisce alla biologia il potere di dare un senso universale alla vita e guidare la nostra specie verso un nuovo futuro.

La vicarianza
0 0
Livres modernes

Berthoz, Alain

La vicarianza : il nostro cervello creatore di mondi / Alain Berthoz

Roma : Le Scienze, copyr. 2015

La biblioteca delle scienze

Résumé: Anche se non ci facciamo mai caso, il nostro cervello risolve problemi e prende decisioni di continuo. Per farlo, percepisce e agisce in molti modi a seconda del contesto, compensa mancanze, affronta situazioni nuove e cambia punto di vista. Questa straordinaria capacità creativa è la vicarianza, l’utilizzo cioè di molteplici e inattese strategie per raggiungere un obiettivo, rimpiazzare un senso con un altro (come quando ci si muove nel buio, dopo un incidente) o delegare una funzione a una nostra estensione virtuale (nel mondo di internet e dei videogiochi).

Il mistero uomo
0 0
Livres modernes

Eccles, John C.

Il mistero uomo / John C. Eccles ; a cura di Mauro Mancia

Milano : Il saggiatore, 1995

Il saggiatore economici ; 43

Il bipede barcollante
0 0
Livres modernes

Tobias, Phillip Valentine

Il bipede barcollante : corpo, cervello, evoluzione umana / Phillip V. Tobias

Torino : Einaudi, copyr. 1992

Piccola biblioteca Einaudi ; 575

A cosa pensano i calamari?
0 0
Livres modernes

Prochiantz, Alain

A cosa pensano i calamari? : anatomie del pensiero / Alain Prochiantz

Torino : Einaudi, copyr. 1999

Biblioteca Einaudi ; 72

Résumé: Può il cervello di un calamaro essere simile a quello dell'uomo e, dunque, aiutare la scienza a comprendere i processi cerebrali della specie umana? Per quanto possa sembrare strano, Alain Prochiantz è convinto di sì, e in questo volume intende spiegarci come.

Proust e il calamaro
0 0
Livres modernes

Wolf, Maryanne

Proust e il calamaro : storia e scienza del cervello che legge / Maryanne Wolf

Milano : V&P, copyr. 2009

  • Réservation impossible
  • Copies totales: 1
  • En prêt: 0
  • Réservations: 0

Résumé: Non siamo nati per leggere, ma siamo dotati di un cervello straordinariamente plastico. Così apprendiamo dalla storia e dalla scienza del cervello che legge, raccontate da Maryanne Wolf in questo saggio, dove si intrecciano riferimenti a discipline diverse quali neuroscienza, linguistica, psicologia, storia e pedagogia. La lettura, mostra la Wolf, non è un'attitudine naturale dell'uomo, ma una sua invenzione, forse la più geniale, che risale a 6000 anni fa in Mesopotamia, con la scrittura cuneiforme dei Sumeri. Ottimo esempio di architettura aperta, per imparare a leggere, il cervello umano ha dovuto, e ancora oggi ogni volta deve daccapo, creare sofisticati collegamenti tra strutture e circuiti neuronali in origine preposti ad altri più basilari processi, come la vista e la lingua parlata. Ma oggi, con l'avvento della cultura digitale e il suo privilegiare l'immagine rispetto alla scrittura, ci troviamo, come 6000 anni fa, nel mezzo di una transizione di portata epocale, un cambiamento di paradigma che sta riorganizzando secondo nuovi parametri il cervello delle nuove generazioni, i nativi digitali. Questo passaggio di civiltà fa sorgere domande inedite: quali perdite e guadagni riserva il domani ai tanti giovani che hanno in larga misura sostituito al libro la cultura di internet? La rapida presentazione di un contenuto informativo digitale può pregiudicare il decantarsi di un sapere più profondo, che necessita di tempi più lunghi?

La mente casuale
0 0
Livres modernes

Linden, David J.

La mente casuale : come l'evoluzione del cervello ci ha dato l'amore, la memoria, i sogni e Dio / David J. Linden

Torino : Centro scientifico, copyr. 2009

Scienze e postmodernità. Mente e corpo

Résumé: L'avrete già visto molte volte: un cervello umano inquadrato ad arte, la telecamera che gli gira intorno come un elicottero e una voce impostata e commossa che ne esalta le straordinarie qualità progettuali. Ebbene, niente di più falso. Leggendo questo libro appassionante, imparerete da uno dei più importanti neuroscienziati del mondo che in realtà il nostro cervello è il frutto casuale, imperfetto e contraddittorio di una complessa storia evolutiva. David Linden accompagna il lettore alla scoperta dello strano e spesso illogico mondo delle funzioni neuronali, rivelando passo dopo passo come nel corso di milioni di anni dal cervello e con il cervello si siano sviluppati quei caratteri peculiari che sono alla base del nostro essere umani: sensazioni ed emozioni, sesso e amore, sogni e pensiero religioso. Un inedito viaggio al centro della mente, brillante e accessibile, insieme rigoroso e leggero.

Il presente ricordato
0 0
Livres modernes

Edelman, Gerald M.

Il presente ricordato / Gerald M. Edelman

Milano : Rizzoli, 1991

Lettore, vieni a casa
0 0
Livres modernes

Wolf, Maryanne

Lettore, vieni a casa : il cervello che legge in un mondo digitale / Maryanne Wolf ; illustrazioni di Catherine Stoodley

Milano : VP, copyr. 2018

Résumé: Siamo sulla soglia di una transizione senza precedenti, che riguarda quell'incredibile conquista umana che è il cervello che legge. La riflessione sui cambiamenti indotti nella lettura dall'immersione nel mondo digitale già da qualche tempo sta impegnando gli studiosi più attenti. Ma il tassello che qui aggiunge Maryanne Wolf, che dell'analisi dei meccanismi della lettura ha fatto l'oggetto della sua attività di neuroscienziata e la passione della sua vita, è davvero originale. Anzitutto per il modo in cui ha scelto di parlarcene: sotto forma di lettere in cui si rivolge al 'Lettore' come a un amico,cercando la semplicità nelle spiegazioni scientifiche, la vicinanza del racconto personale, il calore dell'invito a riprendere il proprio posto nella casa confortevole e insieme avventurosa della lettura, dove ritrovare se stessi e gli altri. E poi per lo sguardo particolare della sua analisi, che ci mostra, grazie ai progressi delle neuroscienze, il modo in cui quel capolavoro di adattabilità che è il cervello risponde agli stimoli del mondo digitale: alterando le connessioni neuronali che aveva magistralmente costruito per la lettura su carta, profonda e intensa, e sviluppandone altre più adatte a fronteggiare la continua ed esuberante offerta di contenuti da parte degli strumenti digitali. Qual è la posta in gioco di questo cambiamento? Si guadagna di certo quanto ad aumento dell'informazione, accesso universale al sapere, sviluppo delle relazioni sociali, ma si possono irrimediabilmente perdere qualità umane fondamentali come il pensiero critico, l'immaginazione creativa, l'introspezione, l'empatia, cioè la capacità di assumere la prospettiva e le emozioni degli altri. Tutte qualità stimolate proprio dall'apprendimento della lettura profonda e che, se ci pensiamo, hanno un impatto civile e politico fortissimo: un atto 'privato' e 'solitario' come la lettura, ci sorprende Maryanne Wolf, ha implicazioni sulla vita democratica condivisa. Si tratta allora non di guardare con nostalgia al passato, ma di creare le condizioni per una nuova mente - quella dei nostri figli e dei figli dei nostri figli, il cui cervello impara a leggere proprio in quest'ambiente profondamente mutato - capace di integrare la preziosa eredità della cultura analogica con l'innovazione digitale. È tutta aperta la sfida del cambiamento. A noi il compito di orientarla, consapevoli che ne va non solo dell'intero edificio della cultura come l'abbiamo conosciuto finora, della scuola e dell'educazione, ma anche degli aspetti più profondi della stessa esperienza umana.