070.509 2 [14]

(Classe)

 

Trouvés 15 documents.

Autobiografia di una femminista distratta
0 0
Livres modernes

Lepetit, Laura

Autobiografia di una femminista distratta / Laura Lepetit

Roma : Nottetempo, copyr. 2016

Cronache

Résumé: "Davanti ai libri mi sento come un cane da tartufi. Li cerco col naso, ne sento l'odore, capto i segnali che mandano e batto il terreno con il muso tra i cespugli": queste parole di Laura Lepetit racchiudono la forza dell'intuizione e la tenacia della ricerca con cui ha creato e diretto una delle più belle case editrici italiane: La Tartaruga. Una casa editrice che pubblicava unicamente donne, in base a criteri letterari, non solo politici, anche in anni in cui la militanza femminista avrebbe potuto far virare verso scelte più ideologiche. È cosi che nel suo catalogo sono entrate molte delle più grandi scrittrici del '900: Virginia Woolf, Gertrude Stein, Grace Paley, Doris Lessing, Alice Munro. E lo ha fatto con quella grazia svagata con cui ora ci racconta le sue "avventure di carta" e la sua vita: l'esperienza del femminismo con Carla Lonzi, il circolo delle donne Cicip, Radio Popolare, la Libreria delle Donne, i gatti, i cavalli e sempre, come un centro di gravità, i libri. Al racconto mescola le sue considerazioni "distratte", il suo sguardo sulle cose pieno di humour e candore, e i ritratti degli amici e delle autrici che hanno accompagnato la storia della casa editrice, sullo sfondo di una Milano nella sua stagione più viva, colta, europea.

Sulla strada con don Gallo
0 0
Livres modernes

Traversa, Federico

Sulla strada con don Gallo / Federico Traversa

[Genova] : Chinaski, 2012

Résumé: "Sulla strada con don Gallo" racconta l'esperienza vissuta da Federico Traversa - co-fondatore di Chinaski Edizioni e scrittore di strada - accanto a don Andrea Gallo, il prete da marciapiede, uno dei primi a tendere la mano a Federico, quando ancora lavorava a 600 euro al mese e in nero. Grazie a questa amicizia speciale, lo scrittore è riuscito a firmare due libri di successo insieme al Gallo, girando con lui l'Italia fra incontri e presentazioni. Il libro svela in presa diretta sia il percorso umano ed artistico di un giovane scrittore proveniente da una realtà difficile che la grande carica umana e spirituale di don Gallo, raccontandola da una posizione privilegiata. Un viaggio fatto di notti trascorse nel piccolo ufficio della Comunità di San Benedetto al Porto, pranzi in compagnia e lunghi viaggi in macchina a chiacchierare di tutto, con il microfono sempre acceso e la voglia di capire come imprescindibile bussola. Allegato al libro vi è il DVD "In viaggio con don Gallo", un docu-film che tratteggia il percorso umano e sociale di don Andrea Gallo. Con interventi e contributi filmati di Roy Paci, Piero Pelù, Moni Ovadia, Dario Fo e tanti amici che nel tempo hanno camminato con "il Don" e il video della canzone inedita scritta e interpretata da Manu Chao e Tonino Carotone per gli ottant'anni di Andrea.

Hetzel
0 0
Livres modernes

Gourévitch, Jean-Paul

Hetzel : le bon génie des livres / Jean-Paul Gourévitch

[Paris] : Le serpent à plumes, 2005

Essais/Documents

Sylvia Beach
0 0
Livres modernes

Fitch, Noel Riley

Sylvia Beach : une américaine à Paris / Noëlle Riley Fitch ; traduit de l'anglais (Etats-Unis) par Elisabeth Danger ; avec la collaboration de Geneviève Souza

[Paris] : Perrin, 2011

Refusi
0 0
Livres modernes

Cassini, Marco

Refusi : diario di un editore incorreggibile / Marco Cassini

Roma : Laterza, 2008

Contromano

Résumé: Con il lavoro che ho scelto di fare, mi aspettavo che la mia vita sarebbe stata diversa. Mi immaginavo lunghe giornate a leggere manoscritti che avrebbero cambiato la storia della letteratura, conversazioni rivoluzionarie in fumose bettole del centro storico con scrittori leggendari, illuminanti riunioni di redazione che sarebbero proseguite con memorabili serate in trattoria. Avevo creduto di poter ripetere facilmente l'esperienza del New Yorker di William Shawn, della Shakespeare & Company di Sylvia Beach, della City Lights di Ferlinghetti, dell'Einaudi di Vittorini-Calvino-Pavese. Avevo dimenticato che l'editore non è solo un appassionato di libri, un animatore culturale, ma è fondamentalmente un imprenditore, con tanto di partita iva, obblighi fiscali e bilanci depositati.

Il garibaldino che fece il Corriere della Sera
0 0
Livres modernes

Nava, Massimo

Il garibaldino che fece il Corriere della Sera : vita e avventure di Eugenio Torelli Viollier / Massimo Nava

2. ed.

Milano : Rizzoli, 2011

Résumé: Nacqui a Napoli, il 26 marzo 1842. I miei genitori furono Francesco Torelli e Giuseppina Viollier, della quale aggiunsi il cognome al cognome paterno: così Eugenio Torelli Viollier iniziava la sua autobiografia, riducendo a cronaca asciutta una parabola straordinaria. Schivo e riservato ma dotato di un'energia inesauribile, visse da protagonista una stagione di fermento civile e culturale in cui si compì l'Unità nazionale. Ancora ragazzo fu a fianco di Garibaldi sui monti dell'Irpinia, apprese i rudimenti del giornalismo sotto l'ala di Alexandre Dumas, respirò il progresso nella Francia di Napoleone III e scelse la Milano della Scapigliatura per creare quello che sarebbe diventato il più importante quotidiano d'Italia. Domenica 5 marzo 1876 uscì la prima edizione del Corriere della Sera, che sull'esempio di Parigi e Londra si proponeva di coniugare notizie minute e aggiornamenti politici dalla capitale, eleganza di stile e sobrietà di contenuti, interessi del pubblico e imparzialità delle voci. Intrecciando biografia privata, affresco sociale, storia del costume, aneddoti e citazioni, Massimo Nava racconta la vicenda malinconica ed esaltante di un misconosciuto padre della patria che agli albori del giornalismo moderno ha incarnato lo spirito di un'Italia giovane e rissosa, ambiziosa e imperfetta, spesso divisa e talvolta meschina, ma ancora animata da ideali assoluti.

Una tipografia in paradiso
0 0
Livres modernes

Mondadori, Mimma

Una tipografia in paradiso / Mimma Mondadori

3. ed.

Milano : A. Mondadori, 1986

Leonardo Sciascia scrittore editore, ovvero, La felicità di far libri
0 0
Livres modernes

Leonardo Sciascia scrittore editore, ovvero, La felicità di far libri / a cura di Salvatore Silvano Nigro

Palermo : Sellerio, copyr. 2019

Résumé: Dopo sedici anni tornano in libreria, con il corredo di nuovi documenti, le istantanee critiche di Leonardo Sciascia editore in casa Sellerio: un libro di cronachette per bandelle, così esigue e così complete, oltre che di perentoria originalità, che convertono la forma inventiva e libera del saggio nei moduli strofici di essenziali biografie di libri o nella levità di racconti amabilmente eruditi. Sciascia ha reinventato gli spazi e la pratica del lavoro editoriale. Della costrizione esercitata dalla ristrettezza della pagina e dalla imprescindibile speditezza, ha fatto, senza forzature e senza sofferenze, le occasioni per una scrittura asciuttamente prensile e di grande estro nelle sue inconfondibili svoltature ritmiche. Un ritratto inedito di Sciascia editore si consegna quindi in questo libro, che i quadratini di copertina e le note editoriali dello scrittore raccoglie e distende come conversazione pubblica e privata insieme. Come nervatura di una biografia letteraria; se non di un’autobiografia disseminata nei libri che fecero la felicità di Sciascia lettore ed editore, e ricomposta in Catalogo e Biblioteca. Il fascino lento e la leggerezza strepitosa dell’erudizione seducono; e il lettore impegnano su «fatti diversi di storia letteraria e civile». In un altro modo può essere letto il libro. Come il racconto, per capitoli più o meno minimi, della storia di un’impresa editoriale inventata dalla letteratura di Sciascia, e che ora celebra se stessa nell’occasione congiunta del trentennale della morte dello scrittore e del cinquantesimo anniversario della casa editrice.

Genius
0 0
Livres modernes

Berg, Andrew Scott

Genius : Max Perkins : l'editor dei geni / Andrew Scott Berg ; traduzione di Monica Capuani

Roma : Elliot, 2013

Antidoti

Résumé: Questa è la storia straordinaria di un uomo geniale, Maxwell Evarts Perkins, il più famoso editor del Novecento, un uomo dai modi garbati, con l'abitudine di indossare un cappello che toglieva solo prima di andare a letto. Nel corso della sua carriera, fu lo scopritore e l'artefice delle fortune di molti scrittori tra cui Ernest Hemingway, Francis Scott Fitzgerald, Thomas Wolfe, con i quali strinse relazioni di affetto e sostegno che andarono ben al di là del suo dovere professionale. Questo mite personaggio è stato di fatto l'uomo che ha inventato il senso moderno del ruolo di "editor": un professionista che interviene nell'idea, nella costruzione, nella struttura e nella stesura di un'opera letteraria, contribuendo a volte a reindirizzare il corso della letteratura.

Sans oublier d'être heureux
0 0
Livres modernes

Lelièvre, Marie-Dominique

Sans oublier d'être heureux : la vie très imprévue de Claude Perdriel inventeur, industriel et homme de presse / Marie-Dominique Lelièvre

Paris : Stock, 2016

Résumé: Comment être un enfant mal-aimé sans devenir un adulte brisé ? Comment entrer à Polytechnique quand on n’est pas allé en classe avant la 5e ? Comment devenir riche en se ruinant ? Comment financer ses rêves avec des inventions industrielles décoiffantes ? Comment s’y prendre pour faire élire un président de la République ? Comment être jeune à quatre-vingt-dix ans en mangeant des sardines ? Comment lancer des journaux qui deviendront cultes ? Claude Perdriel est de ces êtres qui ont « changé la vie » d’une génération. Son destin traverse et révèle plus de sept décennies de mutations françaises. Intense et gaie, sa vie est un roman d’apprentissage. Non seulement il n’a cessé d’imaginer des produits industriels ou des journaux comme Le Nouvel Observateur ou Le Matin de Paris, mais il s’est inventé lui-même.

Piccola autobiografia di mio padre
0 0
Livres modernes

Vogelmann, Daniel

Piccola autobiografia di mio padre / Daniel Vogelmann

Firenze : Giuntina, copyr. 2019

Schulim Vogelmann ; 215

Résumé: "Mio padre Schulim mi ha sempre raccontato poco della sua vita, e non solo riguardo alla sua prigionia ad Auschwitz. Certe cose, poi, le ho sapute soltanto molti anni dopo la sua morte, come, per esempio, che c'era anche lui nella lista di Schindler. E io, purtroppo, non gli ho mai chiesto nulla, anche perché è morto quando avevo solo ventisei anni. Qualcosa, però, è giunto miracolosamente fino a me, e così ho scritto questa piccola autobiografia per le mie nipotine. Ma non solo per loro." (Daniel Vogelmann)

Giulio Einaudi
0 0
Livres modernes

Fiorino, Mimmo

Giulio Einaudi : il principe dei libri / Mimmo Fiorino

Torino : Graphot, 2019

Résumé: "Lavorare all'Einaudi, e soprattutto lavorare per Einaudi, mi ha fatto incontrare l'universo dei libri. Mi ha permesso di conoscere un sacco di scrittori e le persone che stanno dietro - dentro - lo scrittore". Domenico Fiorino, Mimmo per gli amici, a lungo autista personale di Giulio Einaudi, il Principe dei libri, ha tante memorie come se avesse vissuto più di una vita. Già autore di un libro su Einaudi e sulla casa editrice dello Struzzo, ne ha scritto ora un secondo nel ventennale della morte del grande editore. In questa galleria della memoria ci sono, tra gli altri, Abraham Yehoshua, José Saramago, Norberto Bobbio, Daniele Del Giudice, Dario Fo, Natalia Ginzburg, Alda Merini, Nico Orengo, Lalla Romano, Mario Rigoni Stern, Sebastiano Vassalli, fino a Gianni Agnelli e a Silvio Berlusconi...

La vie comme un livre
0 0
Livres modernes

Bétourné, Olivier

La vie comme un livre : mémoires d'un éditeur engagé / Olivier Bétourné

Paris : Rey, 2020

Résumé: Au départ de ce livre, le désir de rendre compte de la passion qui animait les Éditions du Seuil à la fin des années soixante-dix, lorsque le jeune homme de vingt-sept ans se présenta à la grille du 27, rue Jacob. L'enfant de Mai 68 y apprendrait le métier. Quitterait sa maison de coeur en 1992 pour rejoindre le patron de Fayard, dans l'ardeur d'une amitié bientôt soufflée par la violence d'une certaine controverse. Se confronterait ensuite, chez Albin Michel, au secret du commerce des livres. Reviendrait au Seuil trois ans plus tard, invité par son nouveau propriétaire à remettre à flot un bateau à la dérive. Sous sa direction, la maison reprendrait son rang. Relatée sur le mode épique, cette traversée par gros temps de l'édition française fera date pour la façon si personnelle qu'a son auteur d'entrouvrir les portes d'un monde hanté par le secret, d'inviter le lecteur à comprendre l'enjeu des joutes intellectuelles et à revivre les crises et les scandales auxquels il a lui-même été confronté. S'attachant à saisir par le portrait la personnalité des éditeurs qu'il a côtoyés, des écrivains devenus ses amis, des grandes figures intellectuelles dont il aura été l'éditeur, Olivier Bétourné prend manifestement autant de plaisir à évoquer ses années de formation qu'à mettre son expérience d'éditeur en scène, révélations à la clé, sans rien cacher des échecs et des insuffisances. Comme une invitation à poursuivre le combat, au nom d'une certaine idée de l'édition et de la culture.

Il fiume ha sempre ragione [VIDEOREGISTRAZIONE]
0 0

Il fiume ha sempre ragione [VIDEOREGISTRAZIONE] / regia: Silvio Soldini ; da un'idea di Giovanni Bonoldi

Mustang Entertainment, 2018

Résumé: Alberto Casiraghy, editore, aforista, illustratore, è il fondatore della casa editrice Pulcinoelefante, e la sua bottega, a Osnago, è meta di molti artisti che insieme a lui custodiscono il suo gioiello, la stampante meccanica a caratteri mobili. Non molto lontano, oltre il confine svizzero, a Mendrisio, Josef Weiss ha fondato il suo Atelier della Stampa e della Rilegatura d’Arte e per realizzare le sue edizioni artistiche unisce la sensibilità del grafico con la tecnica del restauratore. Nell’arte di questi due uomini si riflette la poesia dei grandi autori che hanno frequentato i loro atelier o che semplicemente grazie al loro lavoro hanno potuto godere di edizioni di pregio, da Alda Merini a Bruno Munari, da Maler a Allen Ginsberg.

Bobi
0 0
Livres modernes

Calasso, Roberto

Bobi / Roberto Calasso

Milano : Adelphi, 2021

Piccola biblioteca Adelphi ; 767

Résumé: «Di Roberto Bazlen, universalmente noto come Bobi, non poco è stato scritto, ma il più rimane da dire e capire. Bazlen attraversò la prima parte del Novecento come un profilo di luce imprendibile. Nell'ultima fase della sua vita, fu l'ideatore di Adelphi, su cui riversò la sua sapienza, che non era solo quella - stupefacente - sui libri, ma investiva il tutto. L'idea e la fisionomia della casa editrice risalgono a lui. Quando Bazlen mi parlò per la prima volta di qualcosa che sarebbe stata Adelphi e non aveva ancora un nome mi disse: "Faremo solo i libri che ci piacciono molto"» (Roberto Calasso)