Termes

 

Trouvés 29 documents.

Viaggiare nello spaziotempo
0 0
Livres modernes

Thorne, Kip

Viaggiare nello spaziotempo : la scienza di Interstellar / Kip Thorne ; prefazione di Christopher Nolan

Milano : Bompiani, 2018

Saggi

Résumé: Chi, guardando un cielo stellato di notte, non si è chiesto almeno una volta se un giorno saremo mai in grado di andare tra quegli astri così remoti? L'ambizioso film Interstellar di Christopher Nolan ci ha condotto proprio in un viaggio del genere, e ben oltre la Via Lattea, la nostra galassia ancora visibile a occhio nudo. Ma la sua non è un'opera di pura fantasia. O meglio, lo è solo in parte. Grazie infatti alla consulenza dell'astrofisico e premio Nobel Kip Thorne gli eventi sbalorditivi a cui assistiamo nel film sono una rappresentazione scientificamente corretta di quello che gli esseri umani potrebbero affrontare in un'esplorazione dello spaziotempo. Dai dischi di accrescimento alle singolarità, dalla gravità quantistica alle anomalie gravitazionali, passando per la quinta dimensione e il tesseratto di Nolan, Thorne spiega in modo divulgativo e coinvolgente le grandi questioni del tempo e dello spazio in chiave interstellare, stimolando come non mai il nostro senso della meraviglia e dell'avventura.

Inquietanti azioni a distanza
0 0
Livres modernes

Musser, George

Inquietanti azioni a distanza : il fenomeno che ridisegna lo spazio e il tempo e le sue conseguenze sui buchi neri, il big bang e la teoria del tutto / George Musser ; traduzione di Franco Ligabue

Milano : Adelphi, 2019

Biblioteca scientifica ; 61

Résumé: «L'universo» scrive George Musser introducendo la sua sorprendente incursione nelle acquisizioni della fisica contemporanea «è un luogo selvaggio e capriccioso, pieno di insidie e di arbìtri»; eppure, su quello sfondo, «le leggi del mondo brillano per la loro rassicurante regolarità». Una regolarità che passa per vincoli come quello della «località», cui Einstein associava due aspetti chiave - la «separabilità» tra due oggetti e il loro interagire solo per contatto - e che rappresenta «l'essenza stessa dello spazio». Ma negli ultimi decenni la fisica sta dimostrando come, a un livello più fondamentale, il discorso muti, con le coppie di particelle sottoposte a quella che Einstein stesso definiva «un'inquietante azione a distanza», e che ora possiamo ricondurre al principio di «non-località». In certi esperimenti tali coppie si comportano come «monete magiche» in grado di far uscire sempre testa o croce in sinergia, a prescindere dallo spazio che le separa: possono cioè «allontanarsi fino alle estremità opposte dell'universo, e comportarsi lo stesso all'unisono». Ed è solo l'inizio: diverse tipologie di non-località sembrano agire molto al di sopra del livello subatomico (nei «paradossi» dei buchi neri o nella struttura «su larga scala» dell'universo), tanto da risultare decisive in una riformulazione della teoria unificata delle forze. Ma le conseguenze più profonde investono la natura stessa dello spazio, che secondo le nuove conoscenze potrebbe non essere «la base ultima della realtà fisica».

Dall'eternità a qui
0 0
Livres modernes

Carroll, Sean B.

Dall'eternità a qui : la ricerca della teoria ultima del tempo / Sean Carroll ; traduzione di Franco Ligabue

Milano : Adelphi, 2011

Biblioteca scientifica ; 49

Résumé: Uno dei più brillanti fisici della nuova generazione delinea un nuovo, sorprendente approccio allo studio dell'universo, interamente fondato sulla caratteristica più ovvia e insieme enigmatica del tempo: il fatto di avere una direzione. Ma il dilemma della freccia del tempo non inizia con telescopi giganteschi o potenti acceleratori di particelle. Si presenta in cucina ogni volta che rompiamo un uovo in padella: possiamo trasformare l'uovo in una frittata, ma non la frittata in un uovo. Eppure, nel bizzarro mondo quantistico, che soggiace agli stessi fenomeni, il tempo è reversibile, e la catena degli eventi può essere percorsa a ritroso. La contraddizione insita in questa semplice, umile rottura di simmetria apre lo spiraglio per arrivare a comprendere i misteri del nostro universo - e di altri ancora. La freccia del tempo puntata risolutamente dal passato al futuro, spiega Carroll, deve la sua esistenza a proprietà dello spazio-tempo che precedono lo stesso Big Bang questione che non si poneva ai tempi di Einstein. A conclusione di un'ampia esplorazione dei risultati e dei problemi della termodinamica, della relatività e della meccanica quantistica, egli suggerisce dunque che il nostro universo faccia parte di un multiverso, una grande famiglia di mondi, in alcuni dei quali altri esseri umani sperimentano lo scorrere del tempo in direzione opposta, e una diminuzione dell'entropia - il che ci riconduce al grandioso paesaggio cosmico di Susskind.

Adesso
0 0
Livres modernes

Muller, Richard

Adesso : la nuova fisica del tempo / Richard A. Muller ; traduzione di Carlo Capararo e Daniele Didero

Milano : Rizzoli, 2016

Résumé: Che cosa è dunque il tempo? Se nessuno me ne chiede, lo so bene: ma se volessi darne spiegazione a chi me ne chiede, non lo so." Così scriveva sant'Agostino nel V secolo. Oggi, grazie a Einstein, sappiamo che il tempo è relativo e flessibile, che può dilatarsi, contrarsi e persino invertire la propria direzione. Eppure i dubbi di Agostino sulla sua natura non si sono dissipati. La fisica non è ancora in grado di dirci che cos'è il tempo, né di spiegare quello che sperimentiamo concretamente: il suo scorrere e quell'istante speciale che chiamiamo "adesso". Sembra anzi avervi rinunciato. Non Richard Muller. Con la sfrontata creatività che contraddistingue il suo pensiero scientifico, Muller smantella una a una le verità sul tempo che la fisica attuale dà per scontate, per edificare una teoria originalissima eppure rigorosa in cui è l'espansione originata dal Big Bang a creare senza sosta nuovo tempo. In questo quadro, l'adesso altro non è che l'ultimo istante, l'avanguardia del tempo che nasce, mentre il processo continuo di creazione del tempo è ciò che percepiamo come il suo fluire. Un libro sovversivo, destinato ad accendere un dibattito intellettuale che coinvolgerà i protagonisti del pensiero filosofico e scientifico contemporaneo.

Viaggi nel tempo
0 0
Livres modernes

Gleick, James

Viaggi nel tempo / James Gleick

Roma : Le scienze, copyr. 2018

La biblioteca delle scienze ; 39

Résumé: Che cosa sia il tempo, nessuno lo sa. O meglio, tutti riconosciamo nel tempo un fluire di eventi spesso quotidiani, ma è un riconoscimento istintivo che non aiuta la scienza a stabilire una volta per tutte la natura profonda del passaggio tra ieri, oggi e domani. Più gli scienziati osservano da vicino questo fluire, più si smaterializza sotto i loro occhi: oggi nelle equazioni fondamentali della fisica il tempo scompare. La sua profonda natura, dunque, è ancora sfuggente, pur essendo un argomento di riflessione fin dai tempi dell’antica Grecia e dei suoi filosofi. Questo però non ha impedito a scrittori, poeti e artisti di fantasticare sui viaggi nella dimensione temporale né ha impedito agli stessi scienziati di effettuare esperimenti mentali, cioè esperimenti non empirici ma pure speculazioni teoriche, sui viaggi nel tempo. Anzi, spesso tra fantascienza e scienza c’è stato un proficuo scambio di idee, come illustra James Gleick nel libro allegato a richiesta con il numero di marzo di «Le Scienze» e in vendita nelle librerie per Codice Edizioni, e il cui titolo non può che essere Viaggi nel tempo. La porta di ingresso del libro, che immerge il lettore in un fluire di narrazioni filosofico-letterarie e concetti scientifici, è la fine del XIX secolo, quando lo scrittore britannico H.G. Wells pubblicò il romanzo La macchina del tempo (1895). Era un’epoca di sconvolgimenti sociali alimentati da uno sviluppo tecnologico senza precedenti nella storia dell’umanità. I mutamenti riguardavano anche la visione del tempo; in pochissime generazioni si stava passando dalla circolarità temporale, che aveva caratterizzato per millenni le società umane basate prevalentemente su agricoltura e caccia, alla temporalità lineare, progressiva e senza sosta, della nascente civiltà industriale. In quel mondo che vedeva la luce, ieri, oggi e domani avrebbero riservato realtà diverse, ed era un mondo opposto a quello segnato dalla ripetitività delle stagioni. Wells, dunque, aveva respirato lo spirito del tempo e lo aveva trasposto, tra i primi a farlo, nel mondo della fantasia. Ma anche la scienza non avrebbe tardato ad arrivare. Nel 1908, ricorda Gleick, il matematico Hermann Minkowski annunciò un’idea rivoluzionaria: spazio e tempo considerati isolatamente sono destinati a dissolversi in ombre, solo una loro unione può conservare una realtà indipendente. Proprio il risultato che avrebbe ottenuto nello stesso periodo il fisico Albert Einstein con una la sua teoria della relatività e il suo spazio-tempo. Dunque se possiamo muoverci nello spazio, che è collegato al tempo, perché non viaggiare avanti e indietro in quest’ultimo, come lungo una linea? Il dado era tratto. Negli anni e nei secoli successivi, i viaggi temporali avrebbero solleticato la fantasia di scrittori e scienziati, e in effetti il libro di Gleick è una sorta di viaggio parallelo all’indietro nel tempo con riferimenti a ricercatori, artisti e filosofi che si sono cimentati e ancora oggi si cimentano con uno dei temi più affascinanti che la mente umana possa investigare. Dopotutto, il tempo potrebbe essere benissimo un’illusione partorita proprio dalla nostra mente, e che ha catturato persone dal calibro di Aristotele, Platone, Jorge Luis Borges, Marcel Proust, Italo Calvino, Erwin Schroendiger, David Foster Wallace e molti altri ancora, oltre a quelli già nominati in precedenza. Impossibile fare una lista esaustiva dei personaggi, delle opere e delle scoperte scientifiche citati da Gleick, il quale riflette anche sul tempo nell’era di Internet, una tecnologia che potrebbe farci riconsiderare ancora una volta il nostro riconoscimento del fluire degli eventi. L’unico modo per viaggiare con Gleick è immergersi nelle pagine del suo libro, in cui c’è anche la risposta alla nostra necessità dei viaggi nel tempo.

La quarta dimensione
0 0
Livres modernes

Rucker, Rudolf von B.

La quarta dimensione : un viaggio guidato negli universi di ordine superiore / Rudy Rucker

Milano : Adelphi, 2011

Gli Adelphi ; 388

Résumé: Agguerrito esploratore di "un territorio oscuro e sconosciuto di ciò che egli chiama Menterama" (Martin Gardner) Rudy Rucker si dedica in questo libro a un tema che ha sempre affascinato "chiunque abbia un minimo di interesse per la matematica e per la fantasia": le dimensioni che si aprono al di là delle tre che siamo convinti di conoscere, a partire dalla quarta (il tempo?) sino alle infinite dello spazio hilbertiano. Rucker riesce in questa impresa coniugando le divergenti virtù del narratore e dello scienziato rigoroso. Pur di rendere evidenti i più ardui problemi, l'autore è anche ricorso ad appositi stratagemmi: così il libro è accompagnato da disegni e problemi, dei quali vengono offerte alla fine anche le soluzioni.

Quattro lezioni sullo spazio e sul tempo
0 0
Livres modernes

Hawking, Stephen W.

Quattro lezioni sullo spazio e sul tempo / Stephen Hawking, Roger Penrose ; prefazione di Stafano Moriggi

Ed. speciale

Milano : Corriere della Sera, stampa 2011

I classici del pensiero libero ; 37

I nomi del tempo
0 0
Livres modernes

Bellone, Enrico

I nomi del tempo : la seconda rivoluzione scientifica e il mito della freccia temporale / Enrico Bellone

Torino : Bollati Boringhieri, 1989

Storia della scienza

Viaggiare nel tempo
0 0
Livres modernes

Gott, J. Richard

Viaggiare nel tempo : la possibilità fisica di spostarsi nel passato e nel futuro / J. Richard Gott III

Milano : A. Mondadori, 2002

Saggi

Résumé: Sulle orme di scienziati come Stephen Hawking e Kip Thorne, Richard Gott, astrofisico di Princeton, ci mostra come sia possibile spostarsi attraverso il tempo e delinea le tappe dell'esplorazione di questa suggestiva ipotesi. Dopo aver raccontato come le grandi opere di fantascienza abbiano ispirato alcuni dei più grandi studiosi che oggi si occupano del problema, l'autore spiega come il viaggio verso il futuro non solo sia realizzabile ma di fatto si sia già verificato e discute se sia anche possibile, in determinate condizioni fisiche, muoversi verso il passato.

Dall'essere al divenire
0 0
Livres modernes

Prigogine, Ilya

Dall'essere al divenire : tempo e complessità nelle scienze fisiche / Ilya Prigogine

Torino : Einaudi, copyr. 1986

Nuova biblioteca scientifica Einaudi ; 75

La fine del tempo
0 0
Livres modernes

Barbour, Julian

La fine del tempo : la rivoluzione fisica prossima ventura / Julian Barbour ; traduzione di Lorenzo Lilli e Simonetta Frediani

Ed. speciale

Roma : Le Scienze, copyr. 2009

La biblioteca delle scienze

Le strutture dello spaziotempo
0 0
Livres modernes

Bergia, Silvio - Franco, Alessandro Paolo

Le strutture dello spaziotempo. Volume 1 / Silvio Bergia, Alessandro Paolo Franco

Bologna : CLUEB, copyr. 2001

La vitesse de libération
0 0
Livres modernes

Virilio, Paul

La vitesse de libération : essai / Paul Virilio

Paris : Galilée, 1995

L'espace critique

Si può viaggiare nel tempo?
0 0
Livres modernes

Chardin, Gabriel

Si può viaggiare nel tempo? / Gabriel Chardin

Siena : Barbera, 2005

I perché della scienza ; 3

Résumé: Chi non ha mai sognato di tornare indietro nel tempo per correggere i propri sbagli oppure di viaggiare nel futuro per conoscere in anticipo l'andamento della borsa ? Quest'opera sintetizza cir che la fisica recente ci insegna sulla possibilit` di viaggiare nel tempo. Attraverso la teoria della Relativit` generale, ma anche grazie alla teoria quantistica, la fisica oggi da risposte sorprendenti che cambiano la stessa nozione di viaggio nel tempo.

L'intreccio spazio-temporale
0 0
Livres modernes

De Felice, Fernando

L'intreccio spazio-temporale : la relatività dello spazio e del tempo : la sua origine e il suo mistero / Fernando de Felice

Torino : Bollati Boringhieri, 2006

Saggi. Scienze

Résumé: I concetti di spazio e tempo nascono dal confronto fra le cose, dalla consapevolezza del loro esistere come entità separate e animate da una tendenza ancestrale al cambiamento. Quest'ultimo è un incontrovertibile fatto osservativo, un comportamento comune che assicura alle nozioni di spazio e tempo, che di esso sono il supporto concettuale, un ovvio carattere di universalità. Tuttavia l'osservazione del mondo fisico si basa sul concetto di misura e ciò che il libro illustra è quel carattere contingente che scaturisce dalle diverse condizioni di misurazione e che conferisce alle misure in generale e a quelle di spazio e tempo in particolare, la loro natura relativistica.

Il ritmo del tempo
0 0
Livres modernes

Novikov, Igor D.

Il ritmo del tempo / Igor D. Novikov

Roma : Di Renzo, copyr. 2006

I dialoghi. Scienza

Résumé: La scienza contemporanea è incredibilmente complessa e il suo apparato matematico così astratto e astruso che un non iniziato semplicemente non può afferrarne il grado di complessità. Così Igor D. Novikov, scienziato russo esperto in fisica del tempo e di astrofisica delle alte energie, descrive il lavoro dello scienziato di oggi. Ma se sono pochi a poter diventare fisici e matematici, prosegue, ciò non significa che le meravigliose realizzazioni della fisica siano per sempre interdette al grande pubblico. È infatti possibile descrivere al lettore interessato le scoperte fisiche in maniera chiara e corretta senza ricorrere alla matematica. E in questo libro, Novikov s'impegna ad illustrare il concetto di tempo, di relatività e di spazio, presentandoci i principali attori della fisica moderna e le teorie e le ipotesi sui viaggi nel tempo e sui buchi neri.

La fine del tempo
0 0
Livres modernes

Barbour, Julian

La fine del tempo : la rivoluzione fisica prossima ventura / Julian Barbour ; traduzione di Lorenzo Lilli e Simonetta Frediani

Torino : Einaudi, copyr. 2003

Saggi ; 843

Résumé: Un saggio che arriva al cuore della fisica moderna, che solleva dubbi sul maggiore contributo di Einstein (il continuo dello spaziotempo) ma che propone anche una soluzione a uno dei più grandi paradossi della scienza contemporanea: la distanza tra la fisica classica e la fisica quantistica. Barbour sostiene che l'unificazione della relatività generale di Einstein con la meccanica quantistica può determinare la fine del tempo. Il tempo non avrà più un ruolo centrale nei fondamenti della fisica. In questo testo rivoluzionario si aprono squarci affascinanti sui misteri dell'universo: i mondi multipli, i viaggi nel tempo, l'immortalità e, soprattutto, l'illusione del moto.

La quarta dimensione
0 0
Livres modernes

Rucker, Rudolf von B.

La quarta dimensione : un viaggio guidato negli universi di ordine superiore / Rudy Rucker

Milano : Adelphi, copyr. 1994

Biblioteca scientifica ; 19

Résumé: Agguerrito esploratore di un territorio oscuro e sconosciuto di ciò che egli chiama Menterama (Martin Gardner) Rudy Rucker si dedica in questo libro a un tema che ha sempre affascinato chiunque abbia un minimo di interesse per la matematica e per la fantasia: le dimensioni che si aprono al di là delle tre che siamo convinti di conoscere, a partire dalla quarta (il tempo?) sino alle infinite dello spazio hilbertiano. Rucker riesce in questa impresa coniugando le divergenti virtù del narratore e dello scienziato rigoroso. Pur di rendere evidenti i più ardui problemi, l'autore è anche ricorso ad appositi stratagemmi: così il libro è accompagnato da disegni e problemi, dei quali vengono offerte alla fine anche le soluzioni.

Tempo
0 0
Livres modernes

Pickover, Clifford A.

Tempo : guida per viaggiatori / Clifford A. Pickover

Milano : Cortina, 1999

Scienza e idee ; 57

Résumé: Vorreste davvero sentire Chopin che suona il piano e magari partecipare alla battaglia di Waterloo o assistere in prima fila al processo di Carlo I? Usate questo libro come un vero e proprio vademecum per viaggiare nel tempo, dato che, almeno in linea di principio, è possibile concepire dei cunicoli temporali che smentiscono Aristotele, secondo il quale il tempo va solo avanti. Ma qualsiasi direzione scegliate, state attenti a non correre troppo. Vi trasformereste in tachioni, cioè in particelle più veloci della luce, e rischiereste di finire all'altro mondo, al di là del cono di luce di Einstein.

Oltre lo spazio e il tempo
0 0
Livres modernes

Lachièze-Rey, Marc

Oltre lo spazio e il tempo : la nuova fisica / Marc Lachièze-Rey

Torino : Bollati Boringhieri, 2004

Saggi. Scienze

Résumé: Oggi la fisica si fonda, allo stesso tempo, sulla meccanica quantistica e sulla relatività generale. Ma, in quanto veri e propri sistemi di pensiero, queste due teorie suggeriscono due distinte visioni del mondo, non conciliabili nel quadro di una descrizione unificata. Se dunque la fisica attuale si rivela inadeguata, occorre costruirne una nuova, percorrendo fino in fondo la via geometrica. Supersimmetria, stringhe e superstringhe, gravità e cosmologia quantistiche, geometria non commutativa: nuove audaci ipotesi al servizio di nuove teorie che rinnovano la nostra concezione dello spazio, del tempo, della materia e dell'Universo, e che trovano nel volume una presentazione chiara e accessibile anche a un pubblico di non specialisti.