De Turris, Gianfranco

(Persona)

 

Trouvés 27 documents.

Mondi sotterranei
0 0
Livres modernes

Kafton-Minkel, Walter

Mondi sotterranei : il mito della Terra cava : draghi, gnomi, giganti, terre dei morti, razze perdute, regni segreti, alieni nazisti e UFO / Walter Kafton-Minkel ; traduzione dall'inglese di Milvia Faccia

Ed. italiana / a cura di Gianfranco de Turris

Roma : Mediterranee, copyr. 2012

Biblioteca dei misteri

Résumé: Un mondo dentro il mondo rappresenta uno dei concetti più antichi della mitologia, che fa parte dell'immagine archetipica di Gaia, la madre terra. Molti dei nostri remoti antenati narravano o ascoltavano storie sui loro progenitori, germinati nel ventre oscuro delle caverne della madre terra per poi nascere al luminoso e freddo mondo della superficie. Essi sapevano che, al momento della morte, sarebbero tornati tra le braccia della madre terra. I mondi sotterranei che Kafton-Minkel esplora nel suo saggio sono a volte rivelatori, talora divertenti, altre volte assolutamente assurdi, ma possono mostrare ai lettori che amano essere portati lontano dalla propria immaginazione, come il desiderio di modellare l'universo e la nostra stessa natura in una forma compatta e comprensibile possa farci credere strane cose e accennare a tutto ciò che l'umanità ancora non conosce della natura e di se stessa.

Lo yoga dell'amore
0 0
Livres modernes

Herbert, Jean

Lo yoga dell'amore : le gesta di Krishna / Jean Herbert ; traduzione di Alda Teodorani

Ed. italiana / a cura di Gianfranco de Turris

Roma : Edizioni mediterranee, copyr. 2010

Orizzonti dello spirito ; 91

Résumé: In quest'opera, Herbert studia il mito indù sicuramente più popolare in tutta l'India, quello dell'infanzia di Krishna tra le gopi. Ordinando metodicamente quel che ne riferiscono i numerosi testi sacri, ne trae un profondo insegnamento: quello della via del Bhakti Yoga, lo Yoga dell'Amore. L'autore descrive minuziosamente ogni ostacolo con cui si scontra chi si vuol impegnare sulla strada spirituale, e il modo di superarlo praticamente. Il testo è, quindi, un prezioso strumento di riflessione e di meditazione. Inoltre, l'interesse di quest'opera risiede in almeno due aspetti: è la prima ricostruzione delle gesta mitiche di Krishna, esposta in prosa e in una forma piana, con relativo commento interpretativo esoterico ed essoterico; nonché è importante per l'interpretazione che Herbert dà del mito all'interno di questa religione. Il secondo aspetto è più curioso e particolare. Leggendo le gesta del Bambino Divino indù non possono non venire alla mente le gesta dei cosiddetti vangeli apocrifi dell'infanzia, quelli non riconosciuti come canonici. Chi ha copiato da chi? Chi si è ispirato a chi? E attraverso quali prestiti culturali, e concretamente in che modo? Oppure, come è assai più probabile, vi è un comune fondo per certe grandi religioni del mondo, monoteiste e politeiste che siano, addirittura sul piano di alcuni specifici elementi folklorici? Di certo alle origini c'è l'archetipo della divinità bambina comune a tutte le religioni, occidentali e orientali.

La leggenda di Sigurd e Gudrun
0 0
Livres modernes

Tolkien, John Ronald Reuel

La leggenda di Sigurd e Gudrun / John Ronald Reuel Tolkien ; traduzione di Riccardo Valla ; postfazione all'edizione italiana di Gianfranco de Turris

Ed. / a cura di Christopher Tolkien

Milano : Bompiani, 2009

Résumé: Alle saghe nordiche, e in particolare al ciclo di Sigurd e di Gudriin, si rifa il narratore inglese ispirandosi all'Edda, alla Canzone dei Nibelunghi e alla Saga dei Volsunghi. Ecco allora susseguirsi prima le eroiche e tragiche avventure di Sigurd, l'uccisore del drago Fafnir che custodisce l'oro dei Nibelunghi, sino alla conquista della valchiria Brynhildr che Sigurd risveglierà dal suo sonno magico per poi inoltrarsi sul sentiero di un terribile destino sposando Gudrun. E quindi la storia della stessa Gudrun, inconsolabile vedova di Sigurd, di cui seguiamo, con tutta la suspense che l'epica autentica sa suscitare, la personale storia di vendetta che ricorda una tragedia greca trasporta nel Nord Europa. Una storia che passa attraverso il matrimonio con il malvagio re degli Unni, Atli attirato da Gudrun in una vera e propria trappola mortale. Un poema che affonda le sue radici nelle antichissime epopee mitiche della tradizione occidentale restituendocene l'afflato inconfondibile insieme a una sensibilità fantastica del tutto contemporanea, che da più di mezzo secolo continua ad affascinare lettori di ogni nazione e di ogni età.

Maschera e volto dello spiritualismo contemporaneo
0 0
Livres modernes

Evola, Julius

Maschera e volto dello spiritualismo contemporaneo : analisi critica delle principali correnti verso il "sovrasensibile" / Julius Evola ; saggio introduttivo di Hans Thomas Hakl ; appendici di Stefano Arcella e Marco Iacona ; bibliografie di Michele Beraldo, Sandro Consolato e Adolfo Morganti

4. ed. corretta

Roma : Mediterranee, copyr. 2008

Opere di Julius Evola / a cura di Gianfranco de Turris

Résumé: Pubblicato in origine nel 1932, riunendo saggi apparsi negli anni precedenti, e poi ristampato nel 1949 e nel 1971 con aggiornamenti, questo libro a tanta distanza dalla sua prima apparizione risulta di una sconvolgente attualità, tale da poter essere ancora oggi utilizzato come manuale per orientarsi nel babelico spiritualismo contemporaneo degli anni 2000 e per evitarne le trappole. Infatti, ancora oggi sono numerosi gli ambienti che si interessano al cosiddetto sovrasensibile e che riscoprono dottrine occulte ed esotiche, dandosi talvolta anche a pratiche evocatorie, cercando esperienze inusitate, votandosi a eccessi contestativi.

La casa dell'alchimista
0 0
Livres modernes

Meyrink, Gustav

La casa dell'alchimista : romanzo / Gustav Meyrink ; nota introduttiva di Piero Cammerinesi ; postfazione di Gianfranco de Turris ; traduzione di Piero Cammerinesi ; revisione di Alessandra Buschi

[S.l] : Liberamente, 2008

Lo specchio di Orfeo

Résumé: La casa dell'alchimista è un libro iniziatico. Esso rappresenta la sintesi della ricerca letteraria e spirituale di Gustav Meyrink. Ambientato in una indefinita metropoli tedesca, intorno agli anni Trenta, vede un giovane reporter intento a indagare su un vecchio edificio sul conto del quale circolano oscure leggende. Recatosi nel palazzo, egli incontra un vecchio cancelliere giudiziario in pensione di nome Gracchus Meyer, tra i pochi a conoscere la storia e i segreti del vecchio edificio dalle origini, che gli rivela come esso sia stato edificato da un alchimista, Gustenhöver, nel Medioevo, e ricostruito e ampliato nel corso dei secoli. Secondo Meyer, è come se il palazzo fosse cresciuto da solo, proprio come un organismo vivo. La leggenda vuole inoltre che Gustenhöver avesse trovato l'Elisir di Lunga Vita...

Esoterismo e fascismo
0 0
Livres modernes

Esoterismo e fascismo : storia, interpretazioni, documenti / a cura di Gianfranco de Turris

Roma : Edizioni mediterranee, copyr. 2006

Résumé: Il libro esamina i rapporti fra esoterismo e fascismo attraverso 35 saggi di 25 autori diversi e con il supporto di immagini e documenti rari e inediti, al di là di ogni sensazionalismo e fantasticheria ma in base a ricerche d'archivio secondo un metodo storico-scientifico e di analisi deduttiva. Non è esistito un esoterismo fascista né un fascismo esoterico, cioé una componente del fascismo che si basasse su conoscenze di questo tipo come avvenne invece per il nazismo, ma vi fu sicuramente un complesso rapporto fra alcuni ambienti e singole personalità che avevano interessi spiritualisti, occulti, esoterici, magici e il regime fascista, che operarono accanto a esso o anche al suo interno. Di questa poco indagata situazione si occupa il volume curato da Gianfranco de Turris che esce dopo un lavoro di oltre tre anni: per la prima volta un gruppo di specialisti esamina complessivamente i collegamenti tra massoneria, teosofia, antroposofia, neopaganesimo, tradizione italica e fascismo, tracciando anche i ritratti di personalità importanti e a torto considerate minori come Arturo Reghini, Julius Evola, Aniceto Del Massa, Massimo Scaligero, Guido De Giorgio, Roberto Assagioli, il duca Colonna di Cesarò.

Il labirinto della nuova spiritualità
0 0
Livres modernes

Drury, Nevill

Il labirinto della nuova spiritualità : le radici dei nuovi movimenti spirituali / Nevill Drury ; traduzione dall'inglese di Andrea Tranquilli

Ed. italiana / a cura di Gianfranco de Turris

Roma : Mediterranee, copyr. 2006

Résumé: Drury ritiene la Nuova Spiritualità - un termine che connota più seriamente la altrimenti nota New Age - qualcosa di eclettico rispetto alle religioni rivelate (Ebraismo, Cristianesimo. Islamismo) e perciò interessante, da approfondire e con molte potenzialità future. La Nuova Spiritualità e, a suo parere, allo stesso tempo vecchia e nuova: in certi suoi aspetti affonda cioè le radici in certe specifiche caratteristiche delle religioni occidentali, in altri sviluppa nuovi concetti e temi contemporanei. Per mettere in risalto le peculiarità serie della Nuova Spiritualità rispetto a quelle superficiali e popolaresche della New Age, l'autore presenta una sorta di mappa delle sue varie radici e componenti.

Celti e greci
0 0
Livres modernes

Sergent, Bernard

Celti e greci. Il libro degli eroi / Bernard Sergent ; introduzione di Enrico Montanari ; traduzione di Pasquale Faccia

Ed. italiana / a cura di Gianfranco de Turris

Roma : Mediterranee, copyr. 2005

Orizzonti dello spirito ; 77

Résumé: Storico, archeologo, antropologo e presidente della Società di mitologia francese, Bernard Sergent ricostruisce in questo saggio le origini comuni di celti ed elleni, entrambi con un ceppo comune. I due popoli elaborarono costumi sociali simili intorno al VI-VII secolo a.C. e nei miti comuni si possono rintracciare costumi comuni, anche se i cicli di riferimento sono diversi: quelli greci sono classici, quelli irlandesi risalgono a molto dopo, il 700-800 d.C.

Democrazie mafiose e altri scritti
0 0
Livres modernes

Gentile, Panfilo

Democrazie mafiose e altri scritti : come i partiti hanno trasformato le moderne democrazie in regimi dominati da ristretti gruppi di potere / Panfilo Gentile ; con uno scritto di Sergio Romano

2. ed. riveduta ed ampliata / a cura di Gianfranco de Turris

Milano : Ponte alle Grazie, 2005

Saggi

Résumé: Panfilo Gentile, nato a L'Aquila nel 1899 e morto a Roma nel 1971, professore di filosofia del diritto, avvocato, uomo politico, saggista e giornalista, è stato uno dei più insigni rappresentanti italiani dell'idea liberale. Democrazie mafiose, il suo ultimo saggio prima della morte, si basa su una tesi che oggi suona profetica: le moderne democrazie, lungi dall'essere il governo del popolo, sono in realtà oligarchie dominate dai partiti; questi ultimi si servono della demagogia per prendere il potere, della persuasione occulta per mantenerlo, e di sistemi mafiosi per governare. Il volume è presentato con nuove introduzioni di Sergio Romano e Gianfranco de Turris.

Meditazioni delle vette
0 0
Livres modernes

Evola, Julius

Meditazioni delle vette : scritti sulla montagna, 1927-1959 / Julius Evola ; a cura di Renato del Ponte ; saggio introduttivo di Luisa Bonesio

5. ed. riveduta, corretta e ampliata

Roma : Mediterranee, copyr. 2003

Résumé: La predilezione di Julius Evola per le altezze spirituali e per le vertigini metafisiche del pensiero ebbe una controparte concreta e pratica: il filosofo tradizionalista praticò negli anni Venti e Trenta l’alpinismo più audace con scalate di sesto grado superiore e arrampicate sui ghiacci, cosa che nel mondo della cultura lo accomuna a personaggi come Aleister Crowley e Dino Buzzati. Di queste sue esperienze scrisse su pubblicazioni specialistiche (La rivista mensile del Club Alpino Italiano) e sulla stampa diretta a lettori generici (i quotidiani Il lavoro d’Italia, Corriere Padano, Il Regime fascista, Roma), non solo trasfigurandole magistralmente alla luce del mito, del simbolo e di una spiritualità superiore, ma anche collegandole alla vita quotidiana, alle trasformazioni della società e ad un nuovo modo di intendere la politica.Nella quinta edizione riveduta, corretta e ampliata di questa antologia, apparsa per la prima volta nel 1974 con l’approvazione dell’Autore, si troveranno 20 testi apparsi fra il 1927 e il 1942, più due del dopoguerra, quando il filosofo era ormai immobilizzato, che permettono di annoverare Meditazioni delle vette (che ha avuto traduzioni in spagnolo, francese e inglese) fra i «classici» della letteratura di montagna, anche se sui generis.Questo tipo di esperienza, afferma più volte Julius Evola, è insieme azione e contemplazione, una efficace reazione - sempre che «l’alpinismo non equivalga a professione della montagna» (1933) - per fronteggiare positivamente gli aspetti negativi del mondo attuale.«Nella civiltà moderna, tutto tende a soffocare il senso eroico della vita. Tutto tende alla meccanizzazione, all’imborghesimento, all’accomunamento regolato e prudente di esseri fatti di bisogni e ognuno insufficiente a sé medesimo: il dèmone della metropoli pietrifica ogni vita, sincopa ogni respiro, contamina ogni fonte» (1927). Ma andare in montagna non vuol dire affatto «caccia all’emozione per l’emozione stessa, che provoca, specie in America, ogni sorta di stravaganze e frenesie» (1936). Viceversa, contro ogni deleterio turismo di massa, contro ogni banale «amore della natura» e contro ogni frivolezza snobistica, «la montagna insegna il silenzio, disabitua dalla chiacchera, dalla parola inutile, dalle inutili, esuberanti effusioni» (1942).Un libro sorprendente per chi non conosce questo aspetto di un pensatore che si riteneva confinato fra esoterismo e tradizionalismo: Meditazioni delle vette gli aprirà nuovi orizzonti speculativi e gli farà apprezzare una prosa educativa e profonda degna del miglior «giornalismo culturale».

La fine del mondo
0 0
Livres modernes

Volt

La fine del mondo : romanzo di fantascienza futurista / Volt ; a cura di Gianfranco de Turris

Firenze : Vallecchi, copyr. 2003

Caratteri del '900

Résumé: Il mondo del 2247 è in preda a cataclismi naturali e sommovimenti politici. A New York ha sede un Governo mondiale, a Roma nella Basilica di san Pietro ha sede il governo degli Stati Uniti d'Europa egemonizzati, Italia compresa, da comunisti e massoni. La religione ufficiosa è la teosofia. La situazione di degrado è tale che c'è chi sente «la Terra troppo stretta» e vuole emigrare su Giove. Popolato però dai lemuri: animali o esseri senzienti? Un violento dibattito contrappone le due fazioni: da un lato i pacifisti, dall'altro il Partito dinamico (erede del Partito futurista) guidato dal mulatto El Barka e da Paolo Fonte, l'eroe del romanzo. La Compagnia privata che ha costruito le «eteronavi» che sfruttano la forza antigravita-zionale, viene nazionalizzata per impedirne la partenza. Ma Paolo Fonte, afflitto da un male incurabile, si sacrificherà con la propria amata, distruggendo il Parlamento e consentendo alle otto enormi navi di salpare verso le stelle. Una «visione sanguigna» in cui si mescolano avventura e politica, profezia ecologica e invenzione scientifica, erotismo e satira di costume, religione e filosofia. Un romanzo futurfascista, soprendente e scandaloso, ieri come oggi, riscoperto dopo oltre ottant'anni.

Investigare l'ignoto
0 0
Livres modernes

Investigare l'ignoto / a cura di Gianfranco de Turris

Milano : Addictions-Magenes, 2003

I misteri di Addictions ; 7

Résumé: Tutti gli investigatori si trovano di fronte a un mistero che devono risolvere: ma si tratta in genere di qualcosa di realistico, misteri di questo mondo. I protagonisti di Investigare l'Ignoto, invece, si trovano di fronte qualcosa di veramente molto particolare: il non-conosciuto che devono svelare va oltre la realtà nota. Sono misteri di un altro mondo. I racconti di questa antologia affrontano l'Ignoto sotto forma di sovrannaturale, paranormale e innaturale, di demonico e sacro, di metafisico e surreale, di alieno ed extraterrestre, di magico e fatato. I nostri investigatori hanno un'altra caratteristica che li distingue dai loro illustri antenati e dai vari Ghostbusters e X-Files: praticamente tutti agiscono su uno sfondo italiano tra passato, presente (anche alternativo) e futuro, dall'Impero romano all'Impero galattico.

Il mito polare
0 0
Livres modernes

Godwin, Joscelyn

Il mito polare : l'archetipo dei Poli nella scienza, nel simbolismo e nell'occultismo / Joscelyn Godwin ; traduzione dall'inglese di Claudio De Nardi

Ed. italiana / a cura di Gianfranco de Turris

Roma : Mediterranee, copyr. 2001

I misteri di Mithra
0 0
Livres modernes

Ulansey, David

I misteri di Mithra : cosmologia e salvazione nel mondo antico / David Ulansey ; traduzione dall'inglese di Massimiliano T. Rezza e Livio Tucci

Ed. italiana / a cura di Gianfranco de Turris

Roma : Mediterranee, copyr. 2001

Résumé: Dei molti enigmi lasciati dall'antichità, uno dei più affascinanti è quello relativo al culto misterico tributato in epoca romana al dio Mithra. I segreti, rivelati unicamente agli iniziati di questi misteri, non vennero mai messi per iscritto e quindi gli studiosi non si possono avvalere di specifiche testimonianze letterarie, ma soltanto dell'iconografia mitriaca, peraltro estremamente difficile da decifrare. Il libro procede, passo dopo passo, fino allo svelamento della complessa struttura cosmologica nascosta dietro al simbolismo della tauroctonia che compare in ogni tempio dedicato a questa religione, nata nella stessa epoca del cristianesimo.

Gli uomini e le rovine
0 0
Livres modernes

Evola, Julius

Gli uomini e le rovine : quinta edizione riveduta con una appendice ; Orientamenti : le bozze della seconda edizione / Julius Evola ; saggio introduttivo di Alain de Benoist

Roma : Mediterranee, copyr. 2001

Résumé: In questo libro Julius Evola, partendo dai principi di un tradizionalismo integrale traccia le linee essenziali di una dottrina dello Stato e di una visione generale della vita a carattere rivoluzionario-conservatore: rivoluzionario, con negazione decisa delle ideologie e dei miti che dominano il mondo dell'attuale decadenza europea e specialmente italiana (anticapitalismo, antiliberalismo, anticomunismo); conservatore, come ripresa in tutti i domini dell'idea aristocratica, gerarchica e qualitativa che ha già costituito la base di una superiore tradizione dell'Occidente. Il senso dell'autorità e del vero Stato, l'ideale organico, la denuncia della demonia dell'economia, il significato di un nuovo realismo antiborghese, positivo, antimarxista, l'indicazione dei punti di riferimento per la formazione di un tipo umano che vive nella modernità ma non l'accetta ed anche di una élite, l'attacco allo storicismo e la revisione della nostra storia al di fuori delle falsificazioni della vulgata corrente, una nuova scelta delle tradizioni italiane, il senso della guerra segreta condotta da forze mascherate non soltanto nel campo politico-sociale e l'indicazione delle armi usate in questa guerra che ha portato allo sfacelo dell'Europa tradizionale, sono fra i principali argomenti affrontati ne Gli uomini e le rovine (1953), le cui idee sono contenute in nuce negli undici punti di Orientamenti (1950) di cui si ripubblicano le bozze con le correzioni autografe del filosofo. Un libro che è certamente il più controcorrente e il più reazionario (in senso positivo e legittimo) che sia stato scritto in Europa dopo la seconda guerra mondiale.

Allan Kardec
0 0
Livres modernes

Varèze, Claude

Allan Kardec : il fondatore della filosofia spiritista / Claude Varèze ; traduzione dal francese di Alda Teodorani

Ed. italiana / a cura di Gianfranco de Turris

Roma : Mediterranee, copyr. 2001

Résumé: Allan Kardec, nato a Lione da un'antica e colta famiglia, dopo aver dedicato la prima parte della sua vita allo studio delle lettere e della scienza, si avvicinò al mondo spiritico e dell'occulto decidendo di approfondirne lo studio. Diventò egli stesso medium e, con l'aiuto di un'entità che chiamò Spirito della Verità, scrisse diversi libri. Il volume presenta la biografia di Kardec, oltre a una ricostruzione dell'ambiente esoterico francese della prima metà dell'Ottocento e alla storia degli albori dello spiritismo.

Luce del Graal
0 0
Livres modernes

Luce del Graal : mito, esoterismo, storia, epica cavalleresca / AA. VV. ; a cura di René Nelli ; introduzione di Francesco Zambon ; traduzione dal francese di Barbara Pavarotti

Ed. it. / a cura di Gianfranco de Turris

Roma : Mediterranee, copyr. 2001

Orizzonti dello spirito ; 68

Résumé: Graal: termine evocativo e affascinante che esprime nello stesso tempo una leggenda e un mistero; un termine-chiave per le letture occidentali che non designa un oggetto ma un insieme di idee e di credenze, che rappresenta un simbolo venutosi a creare per un bisogno epocale di spiritualità. Oggetto di quest'opera multidisciplinare non è dunque la coppa in quanto tale, ma ciò che vi è contenuto, il mito da essa irradiato nei secoli. I contributi presenti nel libro spaziano a tutto campo, spostando il punto di osservazione da numerose angolazioni: l'analisi sulle origini del mito è stata condotta dall'etnografo Nelli; Guénon ha invece sviluppato il senso esoterico nel Graal, mentre Closs, studiosa di mitologia, ne dà una lettura tradizionale.

Oriente e occidente
0 0
Livres modernes

Evola, Julius

Oriente e occidente : le collaborazioni a "East and West", 1950-1960 / Julius Evola ; saggio introduttivo di Angelo Iacovella

2. ed. riveduta e con due appendici

Roma : Mediterranee, copyr. 2001

Résumé: Nell'arco di un decennio Evola pubblicò quindici saggi e tre recensioni di libri, che qui sono stati riuniti, oltre ad un altro contributo apparso negli Anni Quaranta quando la rivista si chiamava Asiatica.

Teoria dell'orrore
0 0
Livres modernes

Lovecraft, Howard Phillips

Teoria dell'orrore : tutti gli scritti critici / H.P. Lovecraft ; a cura di Gianfranco de Turris ; con un saggio introduttivo di S.T. Joshi ; traduzione e note di Claudio De Nardi

Roma : Castelvecchi, 2001

Matrix ; 6

Résumé: Tutti gli scritti critici. H.P. Lovecrat non fu soltanto un grande e innovativo autore di racconti e romanzi fantastici e dell'orrore, ma anche un acuto critico ed un originale teorico della letteratura dell'immaginario. Le sue interpretazioni hanno anticipato quelle di Toklien, Borges e Caillois sul fantastico inteso come Mondo secondario, sull'Orrore come intrusione nella realtà e sua alternativa e sulla preminenza della narrativa fantastica su quella neorealistica.

Il Medioevo e il fantastico
0 0
Livres modernes

Tolkien, John Ronald Reuel

Il Medioevo e il fantastico / John R.R. Tolkien ; a cura di Christopher Tolkien

Ed. italiana / a cura di Gianfranco de Turris

Milano : Luni, copyr. 2000

Biblioteca medievale. Saggi ; 6

Résumé: John Ronald Reuel Tolkien, il professore che amava i draghi, filologo insigne ed estroso, subcreatore della Terra di Mezzo e dei suoi miti cosmogonici, conservatore, cattolico, tradizionalista, antimoderno al punto tale da preferire i fulmini ai lampioni, i cavalli alle automobili, ha insegnato ormai a diverse generazioni ad amare il Medioevo e il Fantastico e a non considerarli come qualcosa di negativo, di cui vergognarsi o addirittura di pericoloso. Tolkien della Evasione del Prigioniero dal carcere della Modernità, ne ha fatto un atteggiamento positivo e costruttivo, indispensabile per uscire indenni mentre si superano tutti gli ostacoli che si frappongono alla libertà. (G. de Turris)