Scerbanenco, Giorgio

(Persona)

Sujets

 

Trouvés 54 documents.

Appuntamento a Trieste
0 0
Livres modernes

Scerbanenco, Giorgio

Appuntamento a Trieste / Giorgio Scerbanenco ; prefazione di Cecilia Scerbanenco

Milano : La nave di Teseo, 2019

Oceani ; 66

Résumé: Trieste, immediato dopoguerra. La città è sotto il controllo del governo militare alleato, ma il confine orientale è a pochi chilometri e nella regione spie e soldati si fronteggiano in un grande gioco ad alta tensione. Un agente americano sotto copertura, Kirk Mesana, sta indagando su una cellula nemica quando viene gravemente ferito in un agguato. Per depistare i nemici, e salvargli la vita, viene diramata la falsa notizia della sua morte, mentre l'uomo viene nascosto nel più profondo anonimato. Diana, la bellissima ragazza triestina con cui Kirk aveva una relazione, è sconvolta dalla tragedia, ma una serie di fatti misteriosi insinua in lei il sospetto che la verità possa essere un'altra. Inizia così una vorticosa avventura che vedrà i due amanti inseguirsi a perdifiato, mentre attorno a loro si scatena una guerra silenziosa di ricatti e tradimenti, e nessuno nelle vie di Trieste potrà più dirsi al sicuro. Prefazione di Cecilia Scerbanenco.

Il terzo amore
0 0
Livres modernes

Scerbanenco, Giorgio

Il terzo amore / Giorgio Scerbanenco ; prefazione di Cecilia Scerbanenco

Milano : La nave di Teseo, 2019

Oceani ; 70

Résumé: Elena Varani è una donna giovane, bella, fatale. Ama sedurre e farsi sedurre, un gioco pericoloso che la lascia sola con un figlio, il piccolo Giovanni, detto Anni. Giulio, il padre del bambino, fa perdere le proprie tracce, così Elena trova la protezione del signor Margoni, il titolare della pellicceria in cui lavora. L'uomo si prende cura di lei e le procura un lavoro come attrice, ma Elena preferisce alle sue attenzioni cortesi quelle meno nobili di un giovane ricco, bello e sfrontato. La loro vita eccitante, tra circoli esclusivi e corse in automobile nelle notti di Milano, si rivela un'illusione che si dissolve alle prime luci dell'alba, quando Elena dovrà scegliere tra il suo terzo amore e una nuova, inaspettata, possibilità. Nel suo primo romanzo in volume, Scerbanenco racconta con l'istinto del detective un'implacabile dark lady, sospesa tra peccato e innocenza.

Luna di miele
0 0
Livres modernes

Scerbanenco, Giorgio

Luna di miele / Giorgio Scerbanenco ; postfazione di Cecilia Scerbanenco

Milano : La nave di Teseo, 2018

Oceani ; 52

Résumé: Un sacerdote con qualche peccato sulle spalle, don Paolo, assiste alla drammatica fine di un matrimonio. La giovane Lena si fa sposare con l'inganno da Alberto, un uomo energico ma debole di carattere, costringendolo a lasciare la donna di cui è innamorato, Eva. Scoperto l'imbroglio, il matrimonio si consuma in anni di frustrazione quotidiana finché Alberto, in un raptus violento, uccide Lena per scappare finalmente con Eva. Mentre la polizia indaga sull'omicidio, don Paolo sospetta subito di Alberto e segue gli amanti in fuga fino a una piccola pensione, la loro luna di miele, sperando di riuscire in qualche modo a salvarli. Ma i due, sempre più immersi in un rapporto morboso, sensuale e rovente, lotteranno fino all'ultimo per difendere il loro amore proibito. Pubblicato nel 1945, all'alba del dopoguerra, e mai più ristampato, "Luna di miele" racconta il male che nasce in due anime buone, mosse dal desiderio di una felicità che continua a sfuggire loro di mano.

Gli uomini in grigio
0 0
Livres modernes

Scerbanenco, Giorgio

Gli uomini in grigio / Giorgio Scerbanenco ; illustrazioni di Peppo Bianchessi

Milano : Rizzoli, copyr. 2016

Résumé: La Casa della Luce è un orfanotrofio fondato dalla ricca e munifica vedova di guerra Lele Varre, in cui i bambini sono seguiti dai premurosi insegnanti Luigi Boca e Miss Rumble. Quando un fantomatico Signor X intenzionato a mettere le mani sulle sue ricchezze comincia a ricattarla, la Signora Varre è costretta a chiudere la Casa e si ritrova in giro per mezza Europa braccata dai misteriosi Uomini in Grigio, un'organizzazione che fa capo al Signor X. Ad aiutare la vedova è il piccolo Mario, uno dei trovatelli dell'orfanotrofio, carissimo alla donna, e destinato a finire insieme a lei in un vortice di avventure, inganni e camuffamenti, fino al colpo di scena finale. Pubblicato a puntate nel 1935 sulla rivista per ragazzi "Il NoveIlno", "Gli uomini in grigio" è in assoluto il primo romanzo di Giorgio Scerbanenco, scritto per i lettori più giovani ma imperdibile per tutti i cultori del noir e per i fedelissimi del grande maestro. Con un intervento di Cecilia Scerbanenco e la postfazione di Luca Crovi.

Il falcone e altri racconti
0 0
Livres modernes

Scerbanenco, Giorgio

Il falcone e altri racconti / Giorgio Scerbanenco

Milano : Garzanti, 2016

La biblioteca della spiga

Résumé: Usciva vent'anni fa, a cura di Oreste del Buono, un libro insolito... In questi racconti infatti Scerbanenco si discosta dalla narrativa di genere per confrontarsi con modelli come Dostoevskij, Cechov, Maupassant, de Musset, ma anche Boccaccio, Lorenzo de' Medici, Cervantes: riscrivendo le loro storie in ambientazione contemporanea. Conclude il volume la lunga confessione autobiografica "Viaggio in una vita" (1958).

Un treno per l'inferno e altri racconti
0 0
Livres modernes

Scerbanenco, Giorgio

Un treno per l'inferno e altri racconti / Giorgio Scerbanenco

Milano : Il sole 24 ore, 2015

I libri della domenica. Racconti d'autore ; 13

Il cane che parla
0 0
Livres modernes

Scerbanenco, Giorgio

Il cane che parla / Giorgio Scerbanenco ; a cura di Roberto Pirani

Palermo : Sellerio, copyr. 2011

La memoria ; 840

Nebbia sul Naviglio e altri racconti gialli e neri
0 0
Livres modernes

Scerbanenco, Giorgio

Nebbia sul Naviglio e altri racconti gialli e neri / Giorgio Scerbanenco ; a cura di Roberto Pirani

Palermo : Sellerio, copyr. 2011

La memoria ; 865

Lo scandalo dell'osservatorio astronomico
0 0
Livres modernes

Scerbanenco, Giorgio

Lo scandalo dell'osservatorio astronomico / Giorgio Scerbanenco ; a cura di Cecilia Scerbanenco

Palermo : Sellerio, copyr. 2011

La memoria ; 859

Tre casi per l'investigatore Jelling
0 0
Livres modernes

Scerbanenco, Giorgio

Tre casi per l'investigatore Jelling / Giorgio Scerbanenco ; postfazioni di Roberto Pirani

Palermo : Sellerio, copyr. 2011

Galleria

Résumé: Prima dei romanzi della "Milano nera", Giorgio Scerbanenco creò una serie di polizieschi investigativi di stampo più classico incentrata sulla figura di un detective tutt'altro che classico, sul quale il padre nobile del giallo all'italiana poggiava la sua voglia di sperimentare. Arthur Jelling, archivista della polizia di Boston, come carattere saliente presenta un'estrema timidezza e si considera un comune impiegato, anzi: "Il più oscuro degli impiegati". Ma la memoria di una miriade di casi, filtrata dal talento di psicologo, ne fanno un imbattibile risolutore di enigmi, dal tratto garbato e schivo che disarma il colpevole. In "Sei giorni di preavviso", un attore, famoso e narcisista, si barrica in casa perché riceve avvisi, sempre più minacciosi. La scoperta del mittente dei messaggi di morte è affidata all'archivista della polizia. In "La bambola cieca", il milionario Déravans, accecato da un incidente, può essere guarito solo dall'ardita chirurgia del professor Linden. Questi riceve una minaccia di morte prontamente eseguita, minaccia trasmessa per mezzo di una bambola cieca. Il timido archivista capisce che l'unica via da seguire è capire cosa Déravans non avrebbe dovuto vedere se restituito alla luce. In "Nessuno è colpevole", Jelling affronta un caso senza problemi: un uomo è ucciso durante una partita di caccia e il suo compagno è reo confesso. La soluzione acquieta tutti. Solo l'archivista dal rossore facile non è pago e architetta una astrusa dimostrazione per assurdo.

I sette peccati capitali e le sette virtù capitali
0 0
Livres modernes

Scerbanenco, Giorgio

I sette peccati capitali e le sette virtù capitali : racconti / Giorgio Scerbanenco

Milano : Garzanti, 2010

Nuova biblioteca Garzanti ; 95

Résumé: Quelli che Scerbanenco racconta in I sette peccati capitali e le sette virtù capitali sono uomini e donne a volte abietti a volte generosi, a volte folli a volte fin troppo lucidi, ma sempre alle prese con il loro destino: si compone, alla fine, una imprevedibile Divina commedia tutta contemporanea, dove possiamo vedere che il bene e il male esistono ancora, e possiamo soppesare la loro eterna differenza. Senza dimenticare che per Scerbanenco il Purgatorio non esiste: per questo ci obbliga a scegliere, in ogni pagina, tra l'Inferno e il Paradiso.

L'antro dei filosofi
0 0
Livres modernes

Scerbanenco, Giorgio

L'antro dei filosofi / Giorgio Scerbanenco ; a cura di Roberto Pirani

Palermo : Sellerio, copyr. 2010

La memoria ; 817

Résumé: Per contagiare il lettore, a Scerbanenco bastano pochi tratti. Già la presentazione iniziale, secca e lapidaria, degli Steve, i filosofi, e del loro antro, è sufficiente a rendere inevitabile il crimine. Il giallo si preannuncia subito come il dramma del fanatismo e delle sue conseguenze fatali. Sono quattro gli Steve, cultori teorici e pratici di scienze morali, vivono monacalmente in una squallida villetta di periferia, l'antro dei filosofi. Il fratello più anziano, il professor Gerolamo, dirige la famiglia quasi fosse una setta ascetica, e la sera riunisce i suoi per la confessione collettiva dei peccati giornalieri; il padre paga una colpa in silenziosa dedizione; la sorella sembra spenta nella solitudine. Il più giovane dei figli, Oliviero, è marito di Luciana Axel, ex cassiera di bar; l'ha sposata, apparentemente, per redimerla dal suo infame mestiere. Ed è proprio Luciana che una sera scompare di casa ed è poi ritrovata morta sulla riva di un fiumiciattolo non molto distante dal cadavere di un ricco industriale che aveva preso a proteggerla. A risolvere il duplice omicidio Arthur Jelling, mite, tollerante, timidissimo archivista della polizia di Boston, chiamato a un assedio paziente e serrato dell'antro dei filosofi.

Il centodelitti
0 0
Livres modernes

Scerbanenco, Giorgio

Il centodelitti / Giorgio Scerbanenco ; introduzione di Nunzia Monanni

Milano : Garzanti, 2009

Nuova biblioteca Garzanti ; 80

Résumé: Per capire il talento di Giorgio Scerbanenco e la sua qualità di scrittore, non c'è nulla di meglio del Centodelitti, che torna finalmente nelle librerie italiane a quarant'anni dalla sua prima pubblicazione. Tra le qualità di Scerbanenco c'è, per cominciare, un'inesauribile fantasia narrativa: il padre del noir all'italiana era prima di tutto una straordinaria macchina per inventare storie - decine di storie, ogni giorno, ogni settimana, ogni anno... Storie che potevano prendere la forma di un romanzo, oppure restare condensate in poche pagine, o addirittura in poche righe. Una manciata di quelle trame avrebbe potuto fare la fortuna di qualunque scrittore, ma lui ne aveva in serbo talmente tante che non si curava di metterle da parte. Le pubblicava tutte, senza paura di disperdere o bruciare il proprio talento, su giornali e riviste, con straordinario successo. Poi c'è la qualità di quelle storie, che ci portano in un mondo complesso e brutale, violento e terribile, ma al tempo stesso pieno di sentimento e di sentimenti: il nostro mondo, dove il delitto non è un'eccezione. Ancora, c'è la capacità di catturare l'attenzione del lettore già dalla prima riga e di portarlo fino al colpo di scena conclusivo, incatenato dalle svolte della trama e anche dalla verità dei dettagli. Infine, c'è l'accumulo di queste trame, in un intreccio che si sovrappone al tessuto della realtà e al tempo stesso offre la chiave per comprenderne il mistero crudele.

Nessuno è colpevole
0 0
Livres modernes

Scerbanenco, Giorgio

Nessuno è colpevole / Giorgio Scerbanenco ; a cura di Roberto Pirani

Palermo : Sellerio, copyr. 2009

La memoria ; 788

Résumé: Durante una battuta di caccia al cervo al confine col Canada. William Funt uccide per errore l'amico Theodore. Senza volerlo gli ha sparato addosso e dopo aver vagato per due giorni si presenta alla polizia di Boston. Confessa l'involontario omicidio e anche un vecchio rancore con l'amico Ted; teme infatti che se la storia venisse fuori in un secondo momento, si possa pensare che l'ha ammazzato apposta. La confessione non convince Jelling: le parole piene di enfasi con le quali William racconta i fatti gli sembra di averle già sentite e, in effetti, sono tratte da un libro poliziesco - passione letteraria dell'investigatore di Boston - in cui si racconta proprio di un omicidio avvenuto durante una partita di caccia e di una finzione... L'ispettore Jelling, investigatore dalla logica ferrea, amante delle deduzioni, convinto che se i dati sono sufficienti si può far luce su qualunque problema, in questo terzo romanzo della serie si rivela un fine psicologo.

Traditori di tutti
0 0
Livres modernes

Scerbanenco, Giorgio

Traditori di tutti / Giorgio Scerbanenco ; prefazione di Carlo Oliva

Ed. speciale

Roma : L'Espresso, copyr. 2009

La biblioteca di Repubblica-L'Espresso. Noir italiano ; 6

La bambola cieca
0 0
Livres modernes

Scerbanenco, Giorgio

La bambola cieca / Giorgio Scerbanenco ; a cura di Roberto Pirani

Palermo : Sellerio, copyr. 2008

La memoria ; 762

Résumé: Centrale di Polizia di Boston, ufficio Archivio criminale: lì, seduto alla sua scrivania, Arthur Jelling, quarant'anni, vita tranquilla, sposato, un figlio, un passato di studente di medicina. Un innato istinto per scoprire la trama oscura dei delitti. Chissà che cosa c'è nel cuore degli uomini. Di fuori sembrano una cosa e di dentro Dio solo sa cosa sono. Jelling si trova questa volta alle prese con il mondo della sanità: il miliardario Déravans, rimasto cieco in un incidente automobilistico in cui è implicata la ragazza poi diventata sua fidanzata, può essere guarito da un intervento ardito. Solo il professore Linden è in grado di farlo, ma è minacciato di morte se deciderà di compiere l'operazione. La minaccia si realizza alla vigilia di entrare in sala operatoria. Cos'è che Déravans non deve vedere? o chi? o quale impressione sepolta non deve riemergere con la vista? Jelling deve saperlo prima che la mano assassina spenga la prossima preda; e per scoprirlo scruta i volti, le mani, i gesti, nella selva di individui che circonda Déravans, la cerchia eccentrica dei suoi familiari, i medici della clinica, perfino i legami più intimi.

I ragazzi del massacro
0 0
Livres modernes

Scerbanenco, Giorgio

I ragazzi del massacro / Giorgio Scerbanenco

Ed. speciale

Roma : L'Espresso, copyr. 2008

La biblioteca di Repubblica-L'Espresso. Noir italiano ; 6

I milanesi ammazzano al sabato
0 0
Livres modernes

Scerbanenco, Giorgio

I milanesi ammazzano al sabato / Giorgio Scerbanenco

Ed. speciale

Roma : L'Espresso, copyr. 2007

La biblioteca di Repubblica-L'Espresso. Noir italiano ; 11

Annalisa e il passaggio a livello
0 0
Livres modernes

Scerbanenco, Giorgio

Annalisa e il passaggio a livello / Giorgio Scerbanenco ; a cura di Cecilia Scerbanenco

Palermo : Sellerio, copyr. 2007

La memoria ; 721

Résumé: Nell'opera di Scerbanenco - il padre indiscusso del noir italiano e il creatore di Duca Lamberti, il detective amaro della Milano nera - l'esperienza della guerra e della fuga in Svizzera nel 1943, segnano una svolta. Una perdita dell'innocenza: la sfiducia in quello che egli denomina il mondo degli dei e dei miti, di ogni concezione dimentica della qualità terrena, inconsistente dell'essere umano, prende il sopravvento. Il travaglio è testimoniato da riflessioni di diario (di cui sono qui pubblicate alcune pagine nella Nota, scritta dalla figlia Cecilia) e da un notevole gruppo di romanzi e di racconti. Tra questi ultimi i due finora inediti Annalisa e il passaggio a livello e Tecla e Rosellina. Essi costituiscono una sintesi originale dei temi che la parte inquieta della cultura postbellica andava agitando: il sesso come ultimo riparo, la donna come immagine estrema della vera condizione umana, la corporeità, il fragilissimo, casuale o addirittura inesistente fondamento della vita, il nichilismo. Ma sono anche due teneri ritratti di donne, due spietati ritratti dell'esistenza vista da donna. Annalisa è una giovane vedova che si dedica al sesso con esclusiva metodicità, senza entusiasmo o piacere, alla ricerca di un'autenticità impossibile altrove. Tecla e Rosellina, ciascuna per strade diverse, lasciano solo una traccia di sé all'unico uomo che le meritava. Due racconti che illustrano le ragioni filosofiche del genere nero e della sua efficacia spirituale oggi.

Uomini ragno
0 0
Livres modernes

Scerbanenco, Giorgio

Uomini ragno / Giorgio Scerbanenco ; a cura di Roberto Pirani

Palermo : Sellerio, copyr. 2006

La memoria ; 684

Résumé: Stupisce che questi quattro racconti di Scerbanenco non siano stati notati e ripubblicati prima d'ora, per la verità che portano, nonché la loro importanza di testimonianza su come fu vissuto un periodo storico. Forse perché furono pubblicati nell'unica edizione nel 1946, tempi difficili e fragili di passaggio. Forse perché la successiva fama di inventore della Milano calibro nove mise in ombra l'altra, importante, produzione dello scrittore. Sono racconti di guerra, ambientati negli anni feroci. Il primo nel periodo in cui sta maturando l'alleanza con Hitler, e del nuovo clima di complicità è vittima un giovane capitano del controspionaggio italiano che scopre un complotto nazista e viene abbandonato dai suoi comandi. Gli altri tre si svolgono quando l'Italia è occupata dall'esercito tedesco: la caccia solitaria contro una spia nazista infiltrata a Napoli; una trappola contro una linea partigiana che aiuta esuli a fuggire; la vendetta contro un agente che deporta ebrei italiani attraverso la Svizzera. E sono racconti sulla paura, senza dubbi o reticenze, da parte di uno scrittore pessimista e del tutto poco fedele a qualsiasi ideologia, su chi questa paura ha seminato e ne porta la colpa.