Franck, Julia

(Persona)

 

Trouvés 4 documents.

La femme de midi
0 0
Livres modernes

Franck, Julia

La femme de midi / Julia Franck ; traduit de l'allemand par Élisabeth Landes

Paris : Flammarion, 2009

Die Mittagsfrau
0 0
Livres modernes

Franck, Julia

Die Mittagsfrau : Roman / Julia Franck

3. Aufl.

Frankfurt am Main : Fischer Taschenbuch, 2009

La strega di mezzogiorno
0 0
Livres modernes

Franck, Julia

La strega di mezzogiorno / Julia Franck ; traduzione di Matteo Galli

Firenze : Le lettere, copyr. 2008

Pan

Résumé: Il libro si apre con un agghiacciante prologo: siamo a Stettino nel 1945 e Helene, una donna in fuga verso ovest insieme al figlioletto, decide di abbandonarlo alla stazione e di sparire per sempre. Ma cos'è accaduto prima? Helene, la protagonista, vive, insieme alla sorella Martha, nella cittadina di Bautzen in Lusazia, fino alla morte del padre avvenuta durante la prima guerra mondiale, a seguito della quale la madre diviene preda della follia. Le ragazze decidono così di lasciare Bautzen e di trasferirsi nella rutilante Berlino degli anni '20; qui Martha diviene dipendente dalia droga, Helene si innamora corrisposta di Carl Wertheim, che però perderà presto a seguito di un incidente e avrà inizio in lei un processo simile a quello di cui era stata vittima la madre: una progressiva e inarrestabile insensibilità che la condurrà dapprima fra le braccia di un ingegnere nazista, che si rivelerà un individuo infame, e, in seguito, all'insana decisione, a cui abbiamo accennato inizialmente, di abbandonare il figlio.

Il muro intorno
0 0
Livres modernes

Franck, Julia

Il muro intorno / Julia Franck ; traduzione di Roberta Bergamaschi

Firenze : Le lettere, copyr. 2006

Pan. Narrativa

Résumé: Berlino-Marienfelde, campo di prima accoglienza. Le storie di Nelly e Hans, un passato nella DDR, e di Krystyna, profuga polacca, non sono che frammenti, destini di uomini e donne fuggiti all'Ovest negli anni Settanta, che si incrociano in un racconto sobrio, in cui convivono spazi angusti e attese, nell'incapacità di stabilire dove si trovi il nemico, quale sia la direzione giusta, la persona giusta, l'idea giusta. La circolarità del muro che isola Berlino e delimita il campo racchiude le vite stesse dei protagonisti. Il mistero che avvolge le loro esistenze è l'unica libertà concessa, libertà che, malgrado i sogni delusi e le umiliazioni subite, lascia spazio ai sentimenti.