Damilano, Marco

(Persona)

 

Trouvés 8 documents.

Via Savoia
0 0
Livres modernes

Follini, Marco

Via Savoia : il labirinto di Aldo Moro / Marco Follini ; prefazione di Marco Damilano

Milano : La nave di Teseo, 2022

Le onde ; 98

Résumé: Aldo Moro scelse per sé un ufficio periferico e austero, in via Savoia: un tentativo di tenersi a prudente distanza dagli affanni del Palazzo, e di marcare una netta differenza tra lui, il suo modo di vedere la vita e la politica, e quello dei compagni di partito, degli alleati, degli avversari. A partire da questa scelta simbolica, un manifesto delle intenzioni, Marco Follini racconta la parabola umana e politica di Aldo Moro fin dai primi passi a Roma, dov'era arrivato dalla Puglia grazie alla sua delicata intraprendenza. Moro è dipinto come un outsider che conquista il suo partito e il paese, eppure in quell'uomo che si muove così abilmente nelle stanze del potere abita un animo tormentato e fragile, che non è stato quasi mai raccontato. Un carattere che lo rende "scomodo" perché mai silenziosamente allineato, e segna una differenza che pagherà con il rapimento e gli ultimi dolorosi 55 giorni di prigionia, in cui Moro si rende conto di non essere solo ostaggio delle Brigate rosse ma anche di uno stato che scoprirà essere troppo diverso da sé. Lui che era un uomo del dialogo, convinto che nessuno, mai, dovesse essere abbandonato a se stesso. Prefazione di Marco Damilano.

Il Presidente
0 0
Livres modernes

Damilano, Marco

Il Presidente / Marco Damilano

Milano : La nave di Teseo, 2021

I fari ; 106

Résumé: Timidi o estroversi, rispettosi dei loro limiti o interventisti. In 75 anni di storia il presidente della Repubblica è stato di volta in volta garante, notaio, arbitro, ma anche un monarca a tempo, con la sua corte e i suoi intrighi. Il Quirinale è circondato da leggende nere e dall'ambizione di occuparlo che tenta tutti i principali leader. Le elezioni del presidente sono segnate, o precedute, da trattative segrete, tradimenti, scandali, interventi di poteri esterni ai grandi elettori che lo votano (ieri la Chiesa e la massoneria, gli Usa e l'Urss, oggi i social e l'Europa), perfino stragi (piazza Fontana, il rapimento e l'omicidio di Moro, l'eliminazione del giudice Falcone a Capaci). Nella lunga corsa sotterranea può capitare che i cavalli di razza vengano azzoppati mentre sono in vista del traguardo e che dal nulla spunti l'outsider. Per questo il conclave laico che porta all'elezione di un presidente della Repubblica, con le sue regole oscure, è un gioco imprevedibile e crudele, che racconta molto del nostro Paese, il Deep State italiano, in gran parte sconosciuto. Oggi più che mai. Con il venir meno dei partiti, in una società frammentata e ansiosa, il presidente è sempre di più il centro su cui ruotano tutti gli altri poteri, politici e economici, interni e internazionali. È il punto di equilibrio, chiamato a intervenire per evitare il collasso del Sistema, è la risposta alla crisi della nostra democrazia, ma rischia di essere anche la sua massima espressione. Marco Damilano compone il racconto segreto della Repubblica attraverso le battaglie intorno al Quirinale, rivela i codici nascosti e le congiure di Palazzo, intreccia le storie dei presidenti dal dopoguerra ad oggi. Fino ad arrivare a Sergio Mattarella e all'ombra di Mario Draghi sul Quirinale. Il tredicesimo capitolo di un Romanzo italiano.

Atomo di verità
0 0
Livres modernes

Damilano, Marco

Atomo di verità : Aldo Moro e la fine della politica in Italia / Marco Damilano

Milano : Feltrinelli, 2018

Fuochi

Résumé: "Via Fani è stato il luogo del nostro destino. La Dallas italiana, le nostre Twin Towers. Nel 1978, l'anno di mezzo tra il '68 e l'89. Tra il bianco e nero e il colore. Lo spartiacque tra diverse generazioni che cresceranno tra il prima e il dopo: il tutto della politica - gli ideali e il sangue - e il suo nulla." Il sequestro di Aldo Moro ha segnato la fine della Repubblica dei partiti. Marco Damilano torna su quell'istante, le nove del mattino del 16 marzo 1978, in cui il presidente della De fu rapito e gli uomini della sua scorta massacrati. Fu l'inizio di un dramma nazionale e di una lunga rimozione. Un viaggio nella memoria personale e collettiva, nei luoghi, nelle correlazioni con altri protagonisti di quegli anni come Sciascia e Pasolini. Le carte personali di Moro rimaste finora inedite, le foto, i ritagli, gli scambi epistolari con politici, intellettuali, giornalisti, persone comuni. La ricostruzione della sua strategia e della sua umanità, strappata all'immagine di prigioniero delle Brigate rosse e restituita al ruolo politico di chi aveva capito meglio di tutti l'Italia, "il paese dalla passionalità intensa e dalle strutture fragili", e la debolezza del potere. Dopo l'assassinio di Moro, il 9 maggio, al termine di 55 giorni di tragedia, sono arrivate la morte di Berlinguer, la dissoluzione della Dc, Tangentopoli e la latitanza di Craxi in Tunisia. Fino all'ultima stagione, con la politica che da orizzonte di senso per milioni di italiani si è fatta narcisismo e nichilismo, cedendo alla paura e alla rabbia. Per questo la voce di Moro parla ancora, come aveva previsto lui stesso: "lo ci sarò come un punto irriducibile di contestazione e alternativa".

Processo al nuovo
0 0
Livres modernes

Damilano, Marco

Processo al nuovo / Marco Damilano

Bari : Laterza, 2017

Tempi nuovi

Résumé: Grandi riforme, palingenesi giudiziarie, rivoluzioni liberali, rivolte in Rete, rottamazioni, referendum epocali. Per decenni l'Italia ha inseguito il mito del nuovo inizio. Il Nuovo ha modellato tutte le identità politiche: la sinistra, la destra, il centro. È comparso negli anni Ottanta, si è espresso in tutta la sua potenza all'alba degli anni Novanta, dopo lo scatto felino della storia provocato dalla caduta del muro nel cuore dell'Europa. Ed è diventato senso comune con la Seconda Repubblica: il restyling dei nomi e dei simboli, i modernizzatori contro i conservatori, gli innovatori contro i nostalgici. Nuovo si è presentato il Cavaliere dell'eterno presente. Nuovi i tecnici come Mario Monti. Nuovissimi i cittadini scelti dalla Rete nel Movimento 5 Stelle. E ancor più nuovo il renzismo della rottamazione dove tutto doveva apparire mai visto, mai udito, senza precedenti. Il Nuovo è stato la via italiana al governo e alla politica. Ora sembra smarrito, per incapacità di elaborazione, fragilità culturale, inconsistenza progettuale. Ma nessuna restaurazione del passato è possibile. E l'Italia ha bisogno di una nuova politica, per uscire da questo limbo senza riforme e senza partiti, senza destra e senza sinistra, senza vecchio e senza nuovo. Serve un Nuovo che sia ricostruzione, rigenerazione.

Eutanasia di un potere
0 0
Livres modernes

Damilano, Marco

Eutanasia di un potere : storia politica d'Italia da Tangentopoli alla seconda Repubblica / Marco Damilano

Roma : Laterza, 2012

ˆI ‰Robinson. Letture

Résumé: Più volte nell'ultimo secolo l'Italia ha vissuto un passaggio politico traumatico: il biennio 1920-22 è terminato con l'avvento del fascismo, il biennio 1943-45 con la divisione del territorio nazionale. Poi è arrivato il biennio 1992-93: il meno studiato, il più carico di conseguenze per il nostro presente, il crollo della Repubblica dei partiti. Da quando il 17 febbraio 1992 è arrestato per una mazzetta di sette milioni di lire lo sconosciuto Mario Chiesa e si inizia a parlare dell'inchiesta della Procura milanese, un fulmine sembra abbattersi sulla Prima Repubblica. Eppure la fine non doveva arrivare inaspettata. Tanti segnali indicavano che il sistema stava cedendo: l'ingresso nel patto di Maastricht, il presidente della Repubblica Cossiga con le sue "picconate", l'irruzione della Lega, la rivolta della società civile. Le più importanti forze di governo, la Dc e il Psi, i loro leader (Craxi, Andreotti, Forlani), reagiscono come se il loro potere fosse eterno. Ripercorrere quel biennio significa fotografare l'eutanasia di un sistema che si percepiva immortale. Marco Damilano utilizza le fonti di quel periodo per indagare il crollo della Prima Repubblica ma anche per rintracciare le analogie con la stagione presente, quando, vent'anni dopo, sta tramontando un altro blocco di potere, quello fondato da e su Silvio Berlusconi che di quella stagione è il principale beneficiario.

Lost in PD
0 0
Livres modernes

Damilano, Marco

Lost in PD / Marco Damilano

[Milano] : Sperling & Kupfer, copyr. 2009

Saggi

Résumé: Era stato annunciato come il partito del XXI secolo, destinato a durare per decenni. Il partito fratello maggiore degli italiani: comprensivo, affidabile, generoso. La versione tricolore del change di Obama. A un anno e mezzo dalla nascita, il sogno si è mutato in incubo. Doveva costruire un nuovo immaginario simbolico, è diventato un partito per sottrazione, senza linea, senza bandiere, senza identità. Doveva aprire una nuova stagione, è rimasto ostaggio della solita guerra per bande. Doveva rappresentare l'alternativa politica e culturale, nell'Italia dominata dal Cavaliere. E si è trasformato, al contrario, in un berlusconismo minore. Abbandonando a se stessi militanti, elettori e milioni di italiani che non vogliono morire con meno male che Silvio c'è. Sono loro i Lost in Pd raccontati da Marco Damilano. I naufraghi dell'opposizione, i dispersi del Partito democratico. Questo libro è un viaggio tra i volti, i luoghi, le storie dell'Italia democrat e il film della scommessa mancata, con i suoi protagonisti e comprimari. I Capibastone. I Demo-leghisti del Nord, attratti dalla secessione. Le Ombre rosse, nella riserva indiana delle regioni centrali. Gli Sfrantummati del Sud, in mano ai signori delle tessere. Gli Abatini, i giovani desiderosi di rivolta, ma incapaci di sfida. E poi gli scandali, i tradimenti. Le speranze e le delusioni. Ora ha l'occasione di riprovarci, se solo riuscirà a dare voce al bisogno di opposizione e di modernità.

Veltroni
0 0
Livres modernes

Damilano, Marco - Gerina, Mariagrazia - Martini, Fabio

Veltroni : il piccolo principe / Marco Damilano, Mariagrazia Gerina, Fabio Martini

[Milano] : Sperling & Kupfer, copyr. 2007

Le radici del presente

Résumé: Non è soltanto un espediente narrativo: parlare di Walter Veltroni significa raccontare la parabola di un personaggio che, secondo gli autori, ha conquistato una leadership non con i rituali combattimenti tipici della politica italiana ma risvegliando ideali, sentimenti, miti trascurati nelle sedi di partito. L'uomo che in pochi giorni è tornato a far sognare la depressa sinistra italiana nasce in una casa dove non c'è più un padre, cresce nella famiglia politica degli attuali leader post-comunisti, costruisce un pantheon di sogni, simboli ed eroi. Dalla gioventù in FGCI alla segreteria di partito, dalla nomina a sindaco di Roma al discorso del Lingotto, questo libro racconta l'intero film veltroniano, con gli attori principali, le comparse, le scene tagliate, i dietro le quinte.

Politik
0 0
Livres modernes

Fucecchi, Emanuele - Damilano, Marco

Politik / Emanuele Fucecchi ; prefazione di Alessandro Piperno ; testi di Marco Damilano

Milano : Sperling & Kupfer, copyr. 2007

Le radici del presente

Résumé: La Seconda Repubblica è nata con un lancio di monetine ed e tramontata con un duello all'ultimo voto tra i due eterni rivali, il Professore e il Cavaliere. In mezzo, quindici anni di politica italiana: il re delle televisioni che si fa statista, il chierichetto che guida la sinistra, il postcomunista che sogna di guidare la Ferrari e il postfascista che rinnega il Duce davanti ai microfoni delle Iene. Transizioni, trabocchetti, tradimenti. E poi risotti, sardine, crostate. Politik è un reportage a fumetti sulla storia di questi anni: un graphic novel dalla tecnica originale, unita a un implacabile lavoro giornalistico, per setacciare nella cucina politica dell'ultimo quindicennio, fatta di miserabili avanzi e di pretese raffinatezze. Non è un caso, forse, che in un'epoca di retroscena concordati e di convenevoli televisivi, debba farlo proprio un fumetto. Per capire un paese a brandelli, bisogna leggerlo a strisce.