La fisica nelle cose di ogni giorno
0 0
Livres modernes

Kakalios, James

La fisica nelle cose di ogni giorno

Résumé: Immersi come siamo nelle tecnologie di uso quotidiano perdiamo di vista la meraviglia del loro funzionamento, ammesso di saperne qualcosa sui principi scientifici che ne sono alla base. C’è tanta di quella fisica nelle nostre vite di tutti i giorni, che probabilmente anche il più pervicace disinteressato alla scienza ne resterebbe affascinato, se solo ne fosse al corrente. Prendiamo un tostapane e uno smartphone, due degli oggetti che spesso ci capitano tra le mani poco dopo la sveglia del mattino. Sono un concentrato di leggi fisiche che a metterle in ordine cronologico secondo i rispettivi periodi in cui vennero elaborate per la prima volta coprirebbero secoli di storia. Probabilmente la stragrande maggioranza di noi ha studiato buona parte di queste leggi, se non tutte, negli anni di scuola; poi magari le ha riposte nel cassetto delle nozioni noiose, o quantomeno inutili dal punto di vista pratico. Ma si sbagliava, come illustra La fisica nelle cose di ogni giorno, un libro di James Kakalios, allegato a richiesta con «Le Scienze» di settembre. Non solo, la fisica non è inutile (e nemmeno noiosa), ma addirittura può raccontarci un mondo affascinante (e curioso) con cui conviviamo 24 ore al giorno, tutti i giorni. Non a caso il libro di Kakalios, professore di fisica e astronomia all’Università del Minnesota, autore di punta della divulgazione scientifica, è il racconto di una giornata qualunque di una persona qualunque. Si inizia al mattino, con il risveglio e la colazione a casa, si prosegue con una giornata di lavoro in cui sono previsti spostamenti e riunioni (e un breve controllo in ospedale), e si conclude in una stanza d’albergo. In questo lungo arco di tempo incrociamo leggi fisiche negli oggetti che usiamo, come anche nelle tecnologie con una presenza immateriale, almeno per gli utenti (avete presente il Wi-Fi, e più in generale le reti con cui comunicano i dispositivi elettronici?). In altre parole, le nostre giornate sono un concentrato di fisica classica, termodinamica, elettromagnetismo, meccanica quantistica e relatività generale, non di rado in azione nello stesso oggetto. Perché se è possibile spiegare come funziona un tostapane grazie appunto a termodinamica, elettromagnetismo e meccanica quantistica, quando usiamo un cellulare, oltre ai tre ambiti scientifici appena citati, dovremmo ringraziare ogni istante anche Albert Einstein per la sua teoria generale della relatività, che permette un impiego senza errori della tecnologia GPS. Nel libro, inoltre, ci sono accenni di chimica, la cui presenza è fondamentale per capire il funzionamento di alcuni oggetti, per esempio le pile, in ogni loro dimensione e applicazione. Più in generale Kakalios ci sollecita a guardare al quadro di insieme. Da questo punto di vista, i continui passaggi tra la spiegazione di un concetto di base e la sua applicazione quotidiana sono anche una lezione dell’utilità della ricerca scientifica. Non è solo una questione che riguarda l’avanzamento del sapere, che già di per sé nobiliterebbe la nostra natura più intima di specie curiosa. Ma è anche, forse soprattutto, una questione che riguarda la nostra capacità di andare avanti, di specie che vuole svincolarsi dai limiti posti da biologia ed evoluzione, assicurando salute e benessere a un gran numero di esseri umani. Con la speranza che quel numero aumenti sempre più.


Titre et contributions: La fisica nelle cose di ogni giorno / James Kakalios

Publication: Roma : Le scienze, copyr. 2020

Description physique: 157 p. : ill. ; 22 cm

Série: Frontiere ; 9

EAN: 9788806236151

Date:2020

Langue: ita (Langue du texte, du film, etc.)

Pays: it

Noms:

Sujets:

Classes: 530 (14)

1 exemplaires présents, dont 0 en prêt

Bibliothèque Cote Code-barres Situation Possibilité d'emprunt Date de retour
Pont-Saint-Martin PONSMA 530 KAK 31102007568900
()
Tout voir

Dernières critiques insérées

Aucune critique

Intégrer le code

Copiez et collez le code HTML ci-dessous sur votre site.