Walden
0 1
Livres modernes

Thoreau, Henry David

Walden

Résumé: Nel luglio 1845 Henry Thoreau, a ventotto anni, lascia la sua città natale e va a vivere sulle rive del lago Walden, in una capanna da lui stesso costruita, e vi rimane oltre due anni. Nella quiete dei boschi coltiva il suo orto, legge, osserva gli animali, passeggia nella natura o fino a qualche villaggio vicino, scrive, fa piccoli lavori in casa, nuota. Thoreau vuole "marciare al suono di un tamburo diverso" e cerca la libertà immergendosi nei ritmi della natura. Testo seminale della consapevolezza ambientalista e caposaldo della controcultura americana, Walden è il resoconto autobiografico di questo esperimento di vita solitaria, la cronaca quotidiana di un ritorno alla semplicità, una dichiarazione d'indipendenza dalla pochezza morale di una società dedita all'accumulazione di ricchezza.


Titre et contributions: Walden = Vita nei boschi / Henry David Thoreau ; a cura di Piero Sanavio

Publication: Milano : Rizzoli, 2012

Description physique: 400 p. ; 20 cm

Série: BUR Grandi classici

EAN: 9788817059824

Date:2012

Langue: ita (Langue du texte, du film, etc.)

Pays: it

Noms:

Sujets:

Classes: 818.3 (14)

1 exemplaires présents, dont 0 en prêt

Bibliothèque Cote Code-barres Situation Possibilité d'emprunt Date de retour
Aosta - Biblioteca regionale ADULTI 818.3 THO 31101003015111
()
Tout voir

Dernières critiques insérées

"Walden.Vita nei boschi" è una sorta di diario (pubblicato nel 1854) che l'autore ha composto nei due anni che ha vissuto lontano dalla civiltà, in una capanna, sulle sponde del lago Walden (Massachusetts), immerso nei boschi e a pochi passi dalla ferrovia.
La sua è stata una scelta come forma di protesta contro il sistema e riconciliazione con la natura in cui l'uomo è l'artefice del proprio destino. La sua fu una vera e propria propria prova di sopravvivenza (tutte le difficoltà a cui dovrà far fronte vengono tutte riportate permettendo al lettore di immedesimarsi e prendere coscienza della forza della natura con le sue stagioni e i suoi pericoli) dato che l'autore si è dovuto procacciare da amngiare da solo e trovare strategie per riscoaldarsi durante i lunghi inverni, ed insieme una testimonianza all'umanità: l'uomo riesce a vivere anche in condizioni di povertà materiale, e anzi, da queste può trarre una maggior felicità imparando ad apprezzare maggiormente le piccole cose.
Tuttavia non è solo una semplice testimonianza a favore della Natura, tanto da nominare Thoreau un precursore dell'ecologia moderna, ma è anche pura poesia in cui Walden fa da Musa ispiratrice.
Vi riporto qui di seguito uno dei passi più belli e poetici:
"La terra non è un semplice frammento di storia morta, strato su stratosimile ai fogli di un libro, studiato soprattutto da geologi e antiquari, ma poesia vivente come le foglie di un albero, che precedono fiori e frutti, non una terra fossile ma una terra vivente; paragonata alla sua grande vita centrale, tutta la vita animale e vegetale è semplicemente parassitaria."
In mezzo a questi momenti di pura connessione con la natura e il suo evolvervi come una creatura viva, ci sono anche passaggi di denuncia verso l'uomo e la sua società industrializzata, come questo:
"Da quando ho lasciato quelle rive, i taglialegnale hanno devastate ancora di più, e ora per molti anni non ci saranno vagabondaggiper le navate del bosco, con occasionali panorami attraverso cui vedere l'acqua. Posso scusare la mia Musa se d'ora in poi resterà silenziosa. Come ci si può aspettare che gli uccelli cantino quando si tagliano i loro boschi?".
Quest'opera lascia il segno nel lettore perchè pone la natura e la sua importanza sotto una luce diversa che oggi il consumismo e la globalizzazione hanno cancellato.
Thoreau ci riporta indietro nel tempo, a quando l'uomo aveva ancora una connessione con la Natura che veniva rispettata e che ci riforniva di cibo, acqua, sole, riparo e benessere sufficiente per vivere bene.

Intégrer le code

Copiez et collez le code HTML ci-dessous sur votre site.