Le maschere e le tenebre
5 1
Livres modernes

Carey, Jacqueline

Le maschere e le tenebre

Résumé: Audace e indipendente, Phèdre nó Delaunay ha lottato a lungo per raggiungere la libertà. Abbandonata dalla madre a quattro anni e deputata quindi a servire in una delle Tredici Case che dominano Terre d'Ange, Phèdre ha infatti capovolto il suo destino, diventando non soltanto una delle cortigiane più ammirate, ma anche un'abilissima spia. Nel corso delle sue innumerevoli avventure, Phèdre ha sempre potuto contare sull'aiuto di Joscelin, il cavaliere che conosce la sua natura di anguisette - donne che possono mescolare la sofferenza e il piacere per natura e non per costrizione - e che non è mai venuto meno alla promessa di proteggerla e servirla. Eppure la sua fedeltà adesso deve superare una prova durissima: Phèdre non hai mai dimenticato Hyacinthe, l'uomo che dieci anni prima ha sacrificato la propria libertà per salvarle la vita, ed è decisa a fronteggiare qualunque ostacolo pur di redimere la triste esistenza dell'amico. Phèdre e Joscelin si apprestano perciò ad affrontare un lungo e pericoloso viaggio, che li condurrà verso corti sfarzose e regni decadenti, terre favolose e mari infiniti, e verso un potere così grande che nessuno osa nominare.


Titre et contributions: Le maschere e le tenebre : romanzo / Jacqueline Carey ; traduzione di Elisa Villa

Publication: [Milano] : Nord, copyr. 2007

Description physique: 830 p. ; 22 cm

Série: Narrativa ; 300

ISBN: 9788842915263

Date:2007

Langue: ita (Langue du texte, du film, etc.)

Noms:

Sujets:

Classes: 813.6 (14)

2 exemplaires présents, dont 0 en prêt

Bibliothèque Cote Code-barres Situation Possibilité d'emprunt Date de retour
Aosta - Biblioteca regionale MAGAZZIN M 15 E 413 31101002457318
()
Châtillon CHATIL 813.6 CAR 31102005648130
()
Tout voir

Dernières critiques insérées

Recensione scritta il 04/06/2010

Nel midollo della dannazione ed oltre...
E sono infine giunta al terzo libro della prima trilogia. Ho distribuito questi libri in 2 o 3 anni e non ricordo tutti i particolari della storia intera, anche perchè non sono proprio sottili, ma non è questo il punto!
In questo terzo volume abbiamo la storia 10 anni dopo gli intrighi di Melisande nel secondo, ricordate? 'La Prescelta e L'Erede'. Abbiamo una Phèdre maturata ed un Joscelin più affascinante che mai. Una coppia salda, anzi, più che salda, che va al di la delle religioni così diverse l'una dall'altra.
I tempi della pace e della serenità terminano col ritorno della promessa che Phèdre fece a Hyacinthe. 10 anni passati a studiare e scavare miti e leggende per spezzare la maledizione che ha legato lo tsingano su quell'isola. E quando Phèdre decide di partire con il preciso scopo di cercare la chiave per liberarlo s'intreccia di nuovo nelle trame di Melisande, e con essa il bambino: Imriel, il cui destino diventa nero come la pece. Un destino in cui deciderà di tuffarsi, portando con sè un Joscelin timoroso, forse, convinto che sia giunta la fine tra loro.
Perchè quello che entrambi dovranno affrontare sarà così nero e brutto, oscuro e cattivo... Cattivi pensieri, cattive azioni, cattive parole... nel midollo della dannazione ed oltre... In questa conclusiva avventura, dove sospetto che la nostra Anguisette terminerà le sue danze, i nostri protagonisti usciranno dall'inferno, è ovvio che ci usciranno, ma è il come che fa paura. Un terzo libro scritto magistralmente, consigliato per un pubblico maturo ci apre le porte verso quello che Jacqueline Carey vorrà raccontarci di questo bambino: Imriel. Cosa gli succederà? Se è vero che anche in lui scorre sangue di kushiel? Come affronterà la vita con le cicatrici lasciate a Darsanga?
Darsanga è quanto di più macabro e scabroso io abbia mai letto, per fortuna la luce di Phedre lo ammorbidisce, se così si può dire.

L'Autrice
   

                        

   

Intégrer le code

Copiez et collez le code HTML ci-dessous sur votre site.