Gran bella cosa è vivere, miei cari
0 0
Livres modernes

Hikmet, Nazim

Gran bella cosa è vivere, miei cari

Résumé: Pubblicato nel 1962, un anno prima della sua morte in esilio a Mosca, Gran bella è cosa vivere, miei cari è un romanzo la cui gestazione ha accompagnato gran parte della vita di Hikmet. Pur trattandosi di un'opera di fiction, le vicende che Hikmet racconta sono attinte dalla sua biografia: sua è la voce del narratore, un uomo morso da un cane rabbioso che attende la fine del periodo di incubazione isolato in una capanna dell'Anatolia lasciandosi andare alle intermittenze della memoria e del cuore; suo è il materiale di vita che si accumula nelle pagine, gli squarci sull'infanzia, i momenti di attivismo politico, le sofferenze dell'esilio; suo l'incancellabile ricordo di un'amatissima donna, Anushka, sfuggente e contesa. Ma definire questo romanzo come semplicemente autobiografico sarebbe oltre modo riduttivo. Perché scorre nelle sue pagine una forza creativa che attinge alla poesia di Hikmet e a tutta la sua opera, in un singolare procedimento che si potrebbe semmai definire autobiografico.


Titre et contributions: Gran bella cosa è vivere, miei cari : romanzo / Nazim Hikmet ; trduzione di Fabrizio Beltrami ; a cura di Giampiero Bellingeri

Publication: Milano : A. Mondadori, 2010

Description physique: 254 p. ; 23 cm

Série: Scrittori italiani e stranieri

ISBN: 9788804603221

Date:2010

Langue: ita (Langue du texte, du film, etc.)

Noms:

Sujets:

Classes: 894 (14)

4 exemplaires présents, dont 0 en prêt

Bibliothèque Cote Code-barres Situation Possibilité d'emprunt Date de retour
La Thuile LATHUI 894 HIK 31102005458494
()
Châtillon CHATIL 894 HIK 31102005348740
()
Aosta - Biblioteca regionale ADULTI 894 HIK 31101002809018
()
Pré-Saint-Didier PRESDI 894 HIK 31102005635604
()
Tout voir

Dernières critiques insérées

Aucune critique

Intégrer le code

Copiez et collez le code HTML ci-dessous sur votre site.