Tout voir

Derniers messages du Forum

Rapa Nui [VIDEOREGISTRAZIONE] - regia: Kevin Reynolds

Film interessante, che mi ha spalancato una porta sulla storia dell'isola di Pasqua e la decadenza della sua civiltà. Molti elementi si rifanno a fatti storici o supposti.
Per il resto, tanti muscoli lucidati in vista e una recitazione che fa sorridere.

Come un animale - Filippo Nicosia

“Regola numero uno: bastano cinque minuti per conoscere qualcosa. Regola numero due: non bastano cinquant’anni per conoscere qualcosa" sembra essere il motto di questo libro [pag 40].

Capitoli brevi, frasi minimaliste. Piccoli sono i dettagli e piccoli sono i passi avanti che cerca di compiere il protagonista, che in fondo anela a uno spiraglio di luce per uscire dal labirinto del suo dolore. La lettura scorre veloce, così come scorre la vita nel romanzo, quasi osservata dall'esterno... anche se narrata in prima persona, ma si fa fatica a percepire l'emotività sopita.

"come un animale che esce dalla sua tana", Andrea inizia dal contenitore vuoto (capitolo 1 "la casa", ma anche se stesso) e ci conduce alla ricerca di un contenuto perduto, una ricerca ancora in corso (ultimo capitolo "in viaggio"). I capitoli sono raggruppati nelle quattro stagioni dell'anno. Curiosamente, come un grande ossimoro, l'autore inizia dalla primavera che ci presenta il tormento insoluto del protagonista, e termina con l'inverno dove invece Andrea inizia a trovare riscatto.

Ne consiglio la lettura in una giornata grigia e piovosa, in cui si fa fatica ad uscire da sotto le coperte.

L'homme fidèle [VIDEOREGISTRAZIONE] - regia: Louis Garrel

Ma chi è questo non-uomo che si fa indicare chi e quando deve provare ad amare? Se Abel non portasse il nome di un celebre matematico, questo triangolo di relazioni suonerebbe piuttosto strano. Laetitia Casta svetta come deus ex machina dell'aspirante famiglia ricostituita, e il suo piccolo Joseph si distingue come machiavellico diavoletto. Un film breve (poco più di un'ora) ma comunque interessante.

Norvegia

Il petrolio è positivo, il salmone è negativo. Da un raccapricciante attentato terroristico alla sovraproduzione di energie rinnovabili. Allo specchio che porta il sole laddove non arriva. Con sottofondo di Susanne Sundfør.

Il popolo migratore [VIDEOREGISTRAZIONE] - un film di Jacques Perrin

Questo documentario segue diverse specie di uccelli migratori. Sono state utilizzate speciali tecniche di ripresa, tanto che sembra di essere lì con loro a volare nello stormo! Gli sporadici interventi della voce narrante cadono nell'oblio, perché sono le immagini a governare l'attenzione. Spostandoci per migliaia di kilometri con gli uccelli migratori traiamo l'impressione che il mondo sia uno e uno solo, percorso in lungo e in largo da invisibili strade aeree senza confini.

Videocracy [VIDEOREGISTRAZIONE] - un film di Erik Gandini

Documentario sull'ascesa dell'impero berlusconiano, largamente incentrato sull'apparenza (che funziona), con contorno di Lele Mora e Fabrizio Corona. Il tono "leggero" (sarà la produzione nordica di Gandini?) è peculiare e lascia allo spettatore soppesare la gravità dei fatti narrati.

La scoperta del cielo - Harry Mulisch

Una summa fisica, filosofica, storica e religiosa con citazioni forse un po' forzate, ma nel complesso ben congeniata. Difficile all'inizio (i dialoghi angelici non aiutano!) ma poi coinvolgente, in un'orchestrazione di coincidenze umane che fa sorridere da quanto è spinta (dichiaratamente spinta, per questo fa sorridere). I personaggi sono tutti curiosi, e viene voglia di scoprire quale sia il loro destino.

Dove la parete strapiomba - di R. Cassin

Premesso che mi sono fermata dopo un paio di capitoli, il libro è bello in quanto Cassin descrive con molta precisione e abbondanza di dettagli le sue ascensioni. Sembra di essere lì mentre scrive un diario quotidiano, mi stupisce infatti l'abbondanza di dettagli, difficili da ricordare anche solo a fine giornata (di certo non poteva prendere appunti mentre teneva corda e chiodi in mano!), quali la fessura dove si è piantato un chiodo, o la roccetta afferrata con la mano sinistra... Non si pensi però che l'autore si fermi a questo: racconta in ordine cronologico l'evoluzione della sua vita in montagna, i suoi compagni di avventure, la progressione tecnica dei materiali. Dalle montagne di casa (Lecco e la Grigna) all'Himalaya. Di certo, il focus è sulle salite, nella nuova tendenza dell'epoca a cercare e vincere le pareti più difficili. Provare a leggerlo tutto d'un fiato, per me, è risultato un tentativo noioso, ma preso a capitoli e con attenzione è una miniera per gli appassionati d'alpinismo e di storia delle conquiste in montagna.