Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2008

Trovati 50 documenti.

Mostra parametri
L'uomo senza un cane
0 0
Materiale linguistico moderno

Nesser, Håkan

L'uomo senza un cane / Hakan Nesser ; traduzione di Carmen Giorgetti Cima

Parma : Guanda, copyr. 2008

Narratori della Fenice

Abstract: È il mese di dicembre a Kymlinge e la famiglia Hermansson si sta preparando a festeggiare un doppio compleanno: il patriarca Karl-Erik compie 65 anni, e la sua primogenita Ebba 40. La ricorrenza vede riunita tutta la famiglia nell'abitazione dei genitori. Ma la situazione, come spesso accade in questi casi, è tutt'altro che serena e la famiglia è un covo di problemi e tensioni, a partire dalla moglie del patriarca, Rosemarie, che è stanca di tanti anni vissuti all'ombra di un marito despota. Non se la passa meglio la figlia maggiore Ebba, sposata con due figli ormai grandi, il quattordicenne Kristoffer, e l'orgoglio di mamma, il diciannovenne Henrik, ottimo studente universitario felicemente fidanzato, il cui sguardo nervoso sembra però nascondere qualcosa. Anche il secondogenito Robert - un passato da corridore, un libro di poesie pubblicato, un romanzo incompiuto da dieci anni nel cassetto e una vergognosa partecipazione a un reality show di pessimo gusto ha i suoi problemi, così come la figlia minore Kristina, infelicemente sposata con un produttore televisivo da cui ha avuto un bambino che lei teme abbia gravi problemi. Ma quelli che dovevano essere solo tre giorni da far passare in fretta si trasformano in un incubo quando, in momenti e situazioni diversi, spariscono prima Robert e poi il nipote Henrik. È a questo punto che entra in scena l'ispettore italo-svedese Gunnar Barbarotti, che dovrà indagare tra le luci, le ombre e i segreti di una famiglia all'apparenza come tante...

Cane mangia cane
0 0
Materiale linguistico moderno

Bunker, Edward

Cane mangia cane / Edward Bunker ; nota di William Styron ; postfazione di Marco Scotti ; traduzione di Emanuela Turchetti

12. ed.

Torino : Einaudi, 2008

Einaudi. Stile libero

Abstract: Dopo gli anni passati a San Quintino, Troy Cameron è un uomo consapevole che ormai per lui c'è posto solo nell'underworld; nemmeno la classe sociale a cui appartiene lo ha messo ai ripari dai maltrattamenti di un padre ricco professionista di Beverly Hills, ma alcolizzato e violento, che poi ucciderà rimanendo segnato per tutta la vita. Solo una cosa Troy non aveva messo in conto: il mondo della malavita è cambiato. Più che dalla follia omicida di Mac dog Mc Cain, anche se resa incontrollabile dalla cocaina, il buon senso dei criminali vecchia maniera è minacciato dalla delinquenza delle gang nere dei ghetti di Los Angeles, inselvatichite dalla droga e dall'emarginazione, ma comunque vittime dell'abbandono e della mancata infanzia.

Il topo
0 0
Materiale linguistico moderno

Soria, Piero

Il topo / Piero Soria

Torino : La Stampa, copyr. 2008

La Stampa

Abstract: Il cadavere di una donna bellissima prigioniera dei ghiacci della piscina dello Sporting, un'inesauribile catena di delitti e di ricatti e la Torino inquietante del Triangolo magico: sono questi i fondali di un noir travolgente dove realtà e fantasia si sovrappongono di continuo. C'è infatti un'intera città in grado di riconoscersi nei vari personaggi, a cominciare dal Topo, un ex psichiatra dal mento aguzzo chiamato a dipanare l'intricata matassa in cui è invischiata una ricca fetta di borghesia sabauda dedita a ogni sorta di vizio, non ultimo il gioco perverso delle messe nere con le sue vittime predestinate, i suoi amori perversi e la morte sempre in agguato.

Il fantasma di Stalin
0 0
Materiale linguistico moderno

Smith, Martin Cruz

Il fantasma di Stalin / Martin Cruz Smith ; traduzione di Maria Giulia Castagnone

Milano : A. Mondadori, 2008

Omnibus

Abstract: Arkady Renko torna al lavoro in una doppia indagine: deve fare luce su di un omicidio per il quale sono sospettati due ex-poliziotti: Nikolai Isakov e Marat Urman, membri in congedo del corpo d'elite dei Berretti Neri, famigerati per l'assalto alla scuola di Beslan. Inoltre, nei tunnel della metropolitana di Mosca, molti passeggeri hanno visto l'apparizione del fantasma di Stalin. Due casi molto diversi che però sembrano ricondurre ad un'unica vicenda, al cui centro sembra trovarsi proprio Isakov, oggi candidato politico per un partito ultraconservatore. Non appena Renko comincia a scavare in cerca della verità, alcuni ex-membri dei berretti neri vengono trovati uccisi, e lo stesso Arkady, presto, scoprirà di essere al centro del mirino. Il romanzo fa parte della serie di volumi scritti da Martin Cruz Smith attorno alla figura di Arkady Renko: da Gorky Park a Lupo mangia cane.

Critica della ragion criminale
0 0
Materiale linguistico moderno

Gregorio, Michael

Critica della ragion criminale / Michael Gregorio ; traduzione di Mario Marchetti

Torino : Einaudi, 2008

Super ET

Abstract: Prussia, 1804. Perché il grande filosofo Immanuel Kant conserva in un laboratorio segreto le teste spiccate delle vittime dei delitti orrendi che da qualche tempo fanno pensare ai buoni cittadini di Koenigsberg che la città è invasa dalle potenze oscure, forse dal Demonio? Che cosa sta cercando Kant? Chi è il vero autore del manoscritto maledetto "Critica della ragione criminale" che sembra avere a che fare con le uccisioni? E perché a indagare sui crimini viene chiamato il giovane procuratore Hanno Stiffeniis che proprio a Kant ha confessato di essere stato affascinato dalla possibilità del delitto gratuito quando a Parigi ha visto ghigliottinare il re?

È stato un attimo
0 0
Materiale linguistico moderno

Dazieri, Sandrone

È stato un attimo / Sandrone Dazieri

Milano : A. Mondadori, 2008

Piccola biblioteca Oscar ; 573

Abstract: È la vigilia di Natale. Santo si risveglia in uno dei bagni della Scala di Milano dopo essersi fulminato con l'interruttore difettoso. Santo è un manager di successo, direttore della filiale milanese di una multinazionale della pubblicità e ha costruito la sua fortuna su un mix di spregiudicatezza personale e abilità politica. Ma Santo non si ricorda più niente di tutto questo. La scarica elettrica gli ha bruciato gli ultimi dodici anni di vita e i suoi ricordi risalgono a quando era ancora un ventenne impegnato nel sociale, che viveva in una casa occupata cercando di sbarcare il lunario come giornalista free lance. Un uomo che non ha mai visto un telefono cellulare, che non ha mai sentito parlare di Euro o della guerra in Iraq, che non sa come usare internet o le carte di credito che scopre di avere in tasca. Un uomo assolutamente inadatto a vivere nel presente. Recuperare la memoria significherebbe ridiventare il cinico manager in cui si è trasformato negli anni che ha dimenticato, e Santo, tornato "quello di prima", non lo vuole assolutamente. A costo di ricominciare da capo. Ma nei suoi anni perduti si nasconde un buco nero che Santo è costretto ad affrontare. La sua carriera da manager, infatti, ha avuto un balzo in avanti grazie alla tragica morte di quello che era il suo capo, caduto in mare dal suo yacht e annegato. E qualcuno sembra convinto che Santo non sia estraneo a quell'incidente...

Il mistero di casa Aranda
0 0
Materiale linguistico moderno

Tristante, Jeronimo

Il mistero di casa Aranda : romanzo / Jeronimo Tristante ; traduzione di Patrizia Spinato

[Milano] : Nord, copyr. 2008

Narrativa ; 307

Abstract: Madrid, 1877. A Víctor Ros, un ex ladruncolo diventato ispettore di polizia, vengono affidate le indagini su un tentato omicidio avvenuto nella dimora della famiglia Aranda. Aurora, sposata da pochi mesi con Blas Aranda, ha infatti accoltellato il marito dopo aver letto alcune terzine della Divina Commedia ed essere entrata in una specie di trance. È la terza volta che un fatto del genere avviene in quella casa, quasi a conferma delle voci che circolano da anni: Casa Aranda è un luogo maledetto. Ma Víctor è un convinto seguace del progresso e della scienza e non si fa abbindolare dalla superstizione. Inoltre la prima vittima, Diego Reinosa, era un avventuriero che aveva fatto fortuna a Cuba, accumulando un'enorme ricchezza. I delitti hanno forse un legame con il tesoro di Diego? E le donne sono realmente colpevoli? Nel frattempo, Víctor si trova costretto a investigare anche su vari delitti di prostitute. E per qualche strano motivo non riesce a togliersi dalla testa che i due casi siano in qualche modo collegati.

L'uomo senza un cane
0 0
Materiale linguistico moderno

Nesser, Håkan

L'uomo senza un cane : romanzo / Håkan Nesser

Milano : Mondolibri, stampa 2008

Abstract: Mancano pochi giorni a Natale e gli Hermansson sono riuniti per festeggiare i sessantacinque anni di Karl-Erik, padre encomiabile e insegnante in pensione, e i quaranta di Ebba, la sua figlia prediletta. Poche ore dopo, avvengono due sparizioni inspiegabili: prima Robert, la pecora nera della famiglia, esce a fare una passeggiata, poi è Henrik, il figlio maggiore di Ebba, ad allontanarsi nel cuore della notte. A quarantottore di distanza dei due non si hanno più notizie. Viene incaricato del caso Gunnar Barbarotti, ispettore di origini italosvedesi in servizio presso la polizia di Kymlinge. L'ispettore, che si stava preparando all'odiosa prospettiva di un Natale con la ex moglie e gli ex suoceri, è ben felice di accettare: anzi, questa chiamata insperata fa segnare un punto - nel suo personalissimo conteggio - a favore dell'ipotesi dell'esistenza di Dio. Le indagini, però, si rivelano per lui tutt'altro che semplici. Fuga? Rapimento? C'è forse un nesso tra i due casi? Ci vorranno tempo, perseveranza e anche l'aiuto della sorte, perché le indagini di Barbarotti possano prendere una direzione precisa.

Terra inesplorata
0 0
Materiale linguistico moderno

Enger, Lin

Terra inesplorata / Lin Enger ; traduzione di Luisa Piussi

[Varese] : Giano, 2008

Nerogiano

Abstract: In un grigio crepuscolo di metà novembre, in uno dei grandi boschi attorno a Battlepoint, Minnesota, il diciassettenne Jes-se Matson è in cima a un acero, appollaiato a gambe incrociate su una piattaforma, con in grembo una carabina. A quattrocento metri, su un vecchio e folto pino, è appostato suo padre. Alle cinque e quaranta, al termine dell'orario autorizzato per la caccia, sente uno sparo e ha la immediata sensazione che qualcosa di strano stia avvenendo. Pensa alla mamma a casa con il fratellino più piccolo. Poi scivola fino al bordo della piattaforma, si gira sulla pancia e affannato scende dall'albero. Col cuore che gli batte all'impazzata corre verso il limitare del bosco. Quando trova suo padre, dietro il tronco marcio di una betulla, Jesse pensa per un attimo che si stia nascondendo. Poi vede il suo berretto arancione a trenta metri di distanza e, infine, scorge il vuoto che suo padre ha al posto della sommità della testa. Così si annuncia la fine dell'adolescenza e l'inizio dei dubbi e dei tormenti di Jesse Matson. Una domanda soprattutto opprimerà il cuore del ragazzo negli anni a venire: dov'era in quel freddo pomeriggio di novembre Clay, lo zio dalla chioma lunga precocemente ingrigita e un atteggiamento troppo gentile nei confronti di sua madre? Una domanda che lo lascerà in pace soltanto nei brevi istanti in cui la bella Christine Mon-tez, una madonna dalla pelle olivastra, comparirà davanti ai suoi occhi.

Patagonia ciuf ciuf
0 0
Materiale linguistico moderno

Argemí, Raúl

Patagonia ciuf ciuf / Raúl Argemí ; traduzione dallo spagnolo (Argentina) di Raul Schenardi

Roma : La nuova frontiera, copyr. 2008

Liberamente ; 28

Abstract: Un marinaio in pensione, che racconta di essere discendente del leggendario bandito Butch Cassidy, e un macchinista disoccupato della metropolitana di Buenos Aires decidono di assaltare un treno che percorre 400 chilometri nella Patagonia Argentina, per liberare un loro compagno e impossessarsi di un ricco bottino. Una volta sul treno però le cose non vanno come previsto: tra turisti tedeschi, partorienti e senatori corrotti, i due improvvisati rapinatori si ritrovano coinvolti in situazioni drammatiche e assurde, che si risolveranno con una sparatoria o con una partita di calcio. Patagonia ciuf ciuf è allo stesso tempo un romanzo noir e una narrazione caustica e umoristica sulla realtà argentina che scorre rapida sui binari della Patagonia.

Nei boschi eterni
0 0
Materiale linguistico moderno

Vargas, Fred

Nei boschi eterni / Fred Vargas ; traduzione di Margherita Botto

Torino : Einaudi, 2008

Super ET

Abstract: Il fantasma di una monaca del Settecento che sgozzava le sue vittime non fa paura al commissario Adamsberg, ma tutto il resto sì. Da un momento all'altro sprofonda in un mondo che sembra tornato al Medioevo, dove si straziano i cervi dei boschi normanni, si profanano cadaveri di vergini per estrarne misteriose sostanze, e le pozioni magiche assicurano la vita eterna, a costo di orrendi delitti. Mentre un rivale che arriva dal più lontano passato, e che parla in versi, gli vuole rubare tutto. Un puzzle inestricabile, fatto apposta per far smarrire la ragione a chiunque. Ma non a uno spalatore di nuvole, come Adamsberg. Anche se, ancora più delle altre volte, arrivare alla verità vorrà dire riuscire a strapparsi un pezzo di cuore...

La bottega dei rimorsi
0 0
Materiale linguistico moderno

Majò, Geraldine

La bottega dei rimorsi / Geraldine Majò

Torino : L'Ambaradan, 2008

I viaggiatori del venerdì
0 0
Materiale linguistico moderno

Héléna, André

I viaggiatori del venerdì / André Héléna ; traduzione di Barbara Anzivino

Cagliari : Aìsara, 2008

Narrativa

Abstract: Anni Cinquanta. Sud della Francia. A Leucate, piccolo villaggio di pescatori, la vita scorre monotona e tranquilla. Come ogni venerdì l'autobus di Azalbert porta i suoi rumorosi passeggeri a Narbonne, per il mercato. Ma qualcosa succede durante il tragitto e le campagne punteggiate di mandorli e mirti diventano scenario di misteriose vendette. Le saline luccicano come neve e il caldo torrido dell'estate è sconquassato dal vento del Nord. Fra i senils che orlano la sponda di una palude giace il cadavere di un uomo. Un altro verrà ritrovato poco dopo nell'autobus, un coltello conficcato nel costato, ma nessuno dei viaggiatori sembra aver visto niente di sospetto. Fra inebrianti sorsate di pastis e il profumo gustoso della bouillabaisse, François, nei panni di un improvvisato detective, cerca di ricostruire i tasselli di un losco intrigo. L'odore vulcanico e infernale dello zolfo si appiccica alla pelle come uno scomodo indizio.

L'uomo a rovescio
0 0
Materiale linguistico moderno

Vargas, Fred

L'uomo a rovescio / Fred Vargas ; traduzione di Yasmina Melaouah

Torino : Einaudi, 2008

Einaudi. Stile libero, Noir

Abstract: Ma è davvero un lupo che uccide tra le montagne del Mercantour? Mentre le superstizioni e le leggende cominciano a girare, un sospetto si diffonde: non è una bestia, potrebbe essere un lupo mannaro. Quando Suzanne viene ritrovata sgozzata, il dubbio diviene certezza. Il disegno narrativo e la costruzione dell'intreccio disegnano un contesto in cui lo scenario aspro e selvatico della montagna fa da contrasto al calore della giovane Camille, eterna amante in fuga del commissario Adamsberg. Proprio lui, guardando distrattamente un servizio del telegiornale dedicato ai lupi, una sera crede di riconoscere la sagoma della donna nella piazza del borgo montano. È infatti in questi luoghi che la donna, assieme a un amico ricercatore, crede di aver scoperto in un lupo mannaro l'autore di una catena di orrendi delitti. Ma sarà il commissario Adamsberg, precipitatosi da Camille, a scoprire la sconvolgente verità.

Morire è un attimo
0 0
Materiale linguistico moderno

Ballario, Giorgio

Morire è un attimo : l'indagine del maggiore Aldo Morosini nell'Eritrea italiana : noir / Giorgio Ballario ; prefazione di Domenico Quirico

Torino : Angolo Manzoni, copyr. 2008

EAM grandi caratteri. Narrativa

Abstract: Eritrea, 1935. Mentre crescono le tensioni internazionali e l'Italia mussoli-niana si prepara alla guerra con l'Abis-sinia, nella città di Massaua vengono commessi due omicidi. Un noto imprenditore cittadino e un impiegato di banca vengono trovati decapitati. I sospetti si concentrano su agenti del Negus Hailé Selassié, coinvolti nelle settimane precedenti in sanguinosi scontri di frontiera con le truppe italiane.Ma il maggiore Aldo Morosini, dell'Arma dei Carabinieri, non è per nulla convinto di questa versione. Malgrado la ricomparsa di un vecchio amore, che ridesta in lui una fiamma mai sopita, cerca con testardaggine altre piste investigative . E, con 1 ' aiuto del fedele sottufficiale Barbagallo e dello scium - basci Tesfaghì, segue le tracce di una vecchia scimitarra e di una foto ingiallita dal tempo.Indizi che faranno riemergere dal passato una torbida vicenda di interessi e tradimenti. E costringeranno Morosini a inseguire 1 ' assassino nell ' infernale deserto della Dancalia e sui rigogliosi altopiani di Cheren e Asmara.

Dopo il ponte
0 0
Materiale linguistico moderno

Bertotti, Marzio

Dopo il ponte / Marzio Bertotti

Torino : Angolo Manzoni, copyr. 2008

Corpo 16 ; 52. Noir

Abstract: L'altra Torino, lotte feroci per il controllo del mercato di esseri umani, prostituzione, droga, rapine... Un noir che è un pugno nello stomaco: seppure ricostruiti e romanzati, sono pur sempre fatti di cronaca vera.Gente senza speranza, senz'anima, braccata da poliziotti idealisti a volte, cinici altre. Per l'Autore solo nel peggio di ciascuno è possibile scorgere il lato più sincero e forse più umano di noi. Il resto è crosta, tanto ipocrita quanto fittizia.- E chi parla di inchieste? - la interruppe Michele. - Guarda che è sempre stato tutto lì. Davanti agli occhi. E così evidente , altro che inchiesta ! Non e ' è niente di misterioso. Vedi quel ponte ? Per pochi metri di marciapiede dopo il ponte sono morte... quante persone ? Cinque? Sei? Otto? Undici! Tutto 'sto casino, undici morti e tutto il resto quando sapevamo già che in ballo c'era la conquista di uno spazio da sfruttare. Tutto lì. Banale no?...

Le chemin des brumes
0 0
Materiale linguistico moderno

Côté, Jacques

Le chemin des brumes / Jacques Côté

Québec : Alire, 2008

Cristiani di Allah
0 0
Materiale linguistico moderno

Carlotto, Massimo

Cristiani di Allah : un noir mediterraneo / Massimo Carlotto

Roma : E/o, copyr. 2008

Assolo

Abstract: Algeri, 1541. Il Mediterraneo è teatro di guerre, razzie, traffici di schiavi, scontri ideologici e religiosi. La possente armata di Carlo V, punta di lancia della Cristianità, viene annientata alle porte della capitale nordafricana dai corsari di Hassan Agha, che reggono la città per conto del sultano di Costantinopoli. I corsari sono in gran parte dei rinnegati, ossia degli europei cristiani che hanno abbracciato l'Islam, per interesse, come scelta di libertà o più semplicemente per poter saccheggiare navi e depredare coste nel Mediterraneo sotto la protezione della Sublime Porta. Anche Redouane e Othmane, i protagonisti del romanzo, sono dei corsari rinnegati. Il primo albanese, il secondo tedesco, ex lanzichenecchi, hanno scelto là libertà di Algeri, da dove salpano sul loro sciabecco per le scorrerie e dove credono, di poter vivere indisturbati la loro storia d'amore proibita. Othmane però commetterà l'errore di invaghirsi-di un giannizzero, uno dei fanatici e spietati cani da guardia del sultano, e trascinerà anche Redouane in un gorgo di vendette, agguati, intrighi.

Anche i poeti uccidono
0 0
Materiale linguistico moderno

Gischler, Victor

Anche i poeti uccidono / Victor Gischler ; traduzione di Luca Conti

Padova : Meridiano zero, copyr. 2008

Meridianonero ; 81. Noir

Abstract: Il cadavere nudo di Annie Walsh, studentessa del primo anno, giace nel letto di Jay Morgan, professore di letteratura inglese della Eastern Oklahoma University. Dall'istante in cui Morgan decide di farlo sparire comincia per lui una frenetica girandola di eventi, Ginny Conrad, formosa e arrivista direttrice del giornale universitario, ha visto tutto e ha deciso di tacere in cambio di una spintarella nel mondo dell'editoria. Aggiungete un investigatore privato alla ricerca di Annie, una partita di droga trafugata, un boss con la sua gang che arriva al campus per un regolamento di conti, e un ex spacciatore che partecipa ad un reading di poesia. Avrete tutti gli ingredienti esplosivi della situazione.

Il tempo infranto
0 0
Materiale linguistico moderno

Fogli, Patrick

Il tempo infranto / Patrick Fogli

Casale Monferrato : Piemme, 2008

Abstract: Tutto comincia con una rapina in banca e la morte di un uomo. Oppure, forse, era già cominciato molto tempo prima. Francesco lavora in quella banca e la sua vita cambia di colpo. Il passato torna, a pretendere risposte, a spalancare ferite che è impossibile tenere chiuse. Un passato lontano, eppure molto vicino. Nemmeno trent'anni fa. La fine degli anni Settanta, l'inizio degli anni Ottanta. Una loggia massonica che ha al suo interno militari, politici, uomini dei servizi segreti, banchieri e bancarottieri. E amici all'estero, in Vaticano, in Sicilia. Ragazzi di vent'anni che diventano il più pericoloso gruppo terroristico di estrema destra. Un'organizzazione clandestina che viene da lontano, che cambia faccia, ma non cambia uomini, non cambia ideali. Due magistrati che tentano di capire. E un uomo che qualcuno chiama 86, che molti vorrebbero uccidere insieme ai suoi segreti e che Francesco, invece, vorrebbe conoscere. Il suo presente viene da quegli anni, dalla loro storia. Dal racconto di quell'Italia e di quello che è successo prima e dopo l'esplosione alla stazione di Bologna, il 2 agosto 1980.