Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

La voce invisibile del vento - Clara Sánchez

Molto spesso nelle mie letture seguivano numerosi appunti di varia natura: belle frasi, ispirazioni, motti interessanti ecc ecc, in questo libro non è successo.
Ma non perchè non mi sia piaciuto, tutto il contrario.

E' uno straordinario modo di scrutare nell'ignoto dei sogni, stuzzica la curiosità, in più proprio verso fine libro il registro della trama cambia inaspettatamente.
E' anche una storia d'amore che si svolge su due differenti piani di esistenza: il sogno e la realtà.

Personalmente mi ha coinvolto così tanto da desiderare la lettura in molti momenti della giornata. E' davvero una lettura sorprendente e penso proprio che leggerò anche l'altro della Sanchez!!

Il linguaggio segreto dei fiori - Vanessa Diffenbaugh

Uno straordinario spaccato su ciò che la vita rappresenta. Una straordinaria rappresentazione del ciclo della vita! Alla vita non importa chi sei, che hai fatto o che ti è stato fatto, come nel caso di Victoria Jones, la vita va avanti, sempre e comunque!

Un libro strordinario che ha spopolato in maniera dilagante soprattutto per il messaggio in esso contenuto: le situazioni giudiziarie degli affidi in America (mi sembra). L'Autrice ha sapientemente fatto emergere gli errori e l'inutilità di quei sistemi, tracciando una trama ricca di poesia e sapori d'altri tempi!.

Un'elogio all'Autrice per aver saputo tenermi incollata con i suoi misteri, avvinti dai continui splendidi messaggi floreali (i messaggi dei fiori provengono dall'epoca vittoriana)
Per esempio: lo sapevate che il significato intrinseco dei girasoli, seppur stupendamente solari è -false ricchezze-?
ehehehe, non guarderò più quei firoi come li guardavo prima...

Un libro assolutamente da leggere e tenere in libreria!!

La spada e la promessa - Jacqueline Carey

Questo è l'ultimo volume di una nutrita saga che mi accompagna dal 2008.

Ricordo il primo volume: iniziò maluccio poichè rischiai di abbandonarlo. Quando ho deciso di andare oltre ho scoperto una scrittrice straordinaria, i cui elogi ho già sparso nelle varie recensioni qui nell'OPAC, quindi se avete piacere cercateli, l'autrice è Jacqueline Carey.

Purtroppo la malinconia della fine aleggia e serpeggia in me, ma imparerò a farmene una ragione. Mi sforzerò di ripensare alla determinazione con cui i personaggi della Carey affrontavano la vita e cercherò di fare tesoro dei loro consigli.
Ma se mi chiedeste alla fine qual'è la morale di questo libro risponderei: Amore.
Amore in tutte le sue forme, forme che farete vostre una volta intrapresa la lettura.

Oggi ho scritto sulla mia lavagnetta questa citazione:
<<L'amore è la forma di saggezza più elevata>>
E quindi elogio quest'Autrice che anche sviscerando nei pertugi più crudeli nel mondo ne è uscita vincente con la spada dell'amore. Elogio quest'Autrice per aver concluso questa epica saga nella gioia dell'amore, della speranza e della ricostruzione.
Grande storia, grandi personaggi!

Il trono di spade - George R.R. Martin

finito 05/08/2012

[attenzione: questo commento CONTIENE SPOILER che è in carattere bianco, per leggere lo spoiler selezionare il testo con il cursore]

Un pentolone ricco e straricco!
Ho questo primo volume in libreria da almeno 3 anni, diciamo che ho sempre detto che una saga così corposa andava iniziata ed ora, a ridosso della lettura dell'ultimo libro della saga di Jacqueline Carey, ho deciso di inziare 'Il trono di spade', proprio per mitigare l'amarezza della fine di una saga eccezionale: quella de 'Il Dardo e la Rosa'.
Bene, ieri ho finito questo primo volume, con davvero una buona scorta di entusiasmo.
A parte le critiche sulla casa editrice, che al solito spezza i libri in maniera oscena, mi soffermo invece su una questione a me inaccettabile sulla trama del libro, e qui arriva lo spoiler;
Visto che il simbolo della Casata Stark è il metalupo, qualcuno si è fatto una teoria del perchè sin dal principio codesto animale viene trattato con ignobile noncuranza? Vogliono uccidere i cuccioli di metalupo perchè sono scomodi, inoltre a salvarli è una persona il cui stato sociale è un po', come dire, imbarazzante, parlo di Jon Snow, il 'bastardo'.
E non solo!! Mi sapete dire perchè cavolina durante la faccenda scomoda ad Approdo del Re, Eddard non fa niente, e sottolineo niente, per salvare il metalupo peraltro innocente?

Vabè, a parte questo, come primo libro mi ha preso moltissimo, il personaggio chiamato il folletto è straordinario, un comico cinismo che coinvolge moltissimo!
I personaggi sono tantissimi ed avrei da dire qualcosa su ognuno di loro, ma è un qualcosa adesso classificabile solo come profilo standard, gli scrittori bravi trasformano le persone a seconda degli eventi che esse vivono e qualcosa mi dice che il Signor Martin darà molte soddisfazioni!

L'Autore
         

                  

   

Lisa Verdi e il sole di Aresil - M.P. Black

finito 27/09/2010

Innovazione nel classico!!
Ritengo che la trilogia di M.P. Black sia una grande innovazione usando elementi già conosciuti. Perchè ci troviamo di fronte a persone comuni così come ad un mondo immaginario (chissà se è davvero solo immaginario) dalle connotazioni creative semplici, con dei connubi originali però (leggere per credere).
Cosa rende imperdibile la lettura dell'intera trilogia? Lo stile dell'Autrice, la crescita ben sviluppata dei personaggi. L'epilogo di Lisa Verdi viene spinto ai limiti del possibile, dove la forza dell'amore e della giustizia (nonchè della bontà) fortunatamente trionfano ancora (e ancora e ancora). Molti inciampi emozionali, molte paure per le sorti dei personaggi, intoppi su cui preferisco non soffermarmi, vi rovinerei la lettura. Allora che dire di quest'ultimo libro? Personalmente ho dovuto faticare a non divorarlo in breve tempo e, sono soddisfatta di esserci riuscita. La trilogia di Lisa Verdi merita moltissimo, un vivido complimento all'Autrice che tiene alto l'onore del Fantasy italiano. Mi spiace non scrivere altro, ma il timore di incombere negli spoiler è sempre in agguato!! Affrettatevi a comprarli!

L'Autrice
         

                  

   

La ragazza drago - Licia Troisi

finito 23/08/2010

Strani miscugli.
Le avventure della stirpe dei Draghi continua, così come la maturazione dei personaggi cresce. E' una buona lettura, che spiana la strada ed invoglia a prendere il terzo ed ultimo, anche se ritengo che perda un pochetto rispetto al primo volume, forse non ho gradito l'unione di due argomentazioni culturali di cui preferisco non accennare per non rovinarvi la sorpresa... Buona lettura e ci rivediamo al 3 volume ^^

L'Autrice
      

                     

   

La ragazza drago - Licia Troisi

finito 08/08/2010

I Draghi per la Troisi: oggi e per sempre ^__^
Lo stile della Troisi continua a piacermi e ammetto anche la trama non mi è dispiaciuta per nulla, si vede (a parer mio) lo sforzo dell'autrice di creare buoni espedienti, diversi da altri. L'unica cosa che personalmente ho trovato noiosa è il clichè della ragazza sfigatella etc che diventa brava, anche se con una buona dose di sacrificio ed esercizio. Ma va bè, pasiensa. Da buona fan della Trosi, mi sento soddisfatta;

L'Autrice
         

                  

   

Farfalle nere - Tara Bray Smith

finito 03/07/2010

No comment va...
Dalle primissime pagine ero certa che mi sarei trovata bene, ma strada facendo ho scoperto di no. L'idea è buona, questo deve essere chiaro. Ma l'Autrice non sa scrivere (secondo me), righe e righe e righe e il romanzo sembra non partire mai...
In pratica, buona idea nelle mani sbagliate. Personaggi che sembrano la lista della spesa... Scene che non trasmettono particolari emozioni... L'unico momento in cui mi sono sentita vibrare è stata poco oltre la metà... ed ho pensato -dai sto giro comincia-, niente, s'è perso di nuovo.
E che non scrivano in copertina certe castronaggini per cortesia... sta tipa non si avvicina nemmeno lontanamente alla capacità della Meyer... SCONSIGLIATO... sconsigliato a chi cerca una buona lettura.

L'Autrice
   
                        

   

La rocca dei silenzi - Andrea D'Angelo

finito 11/04/2008

Il Fantasy, oltre.
Iniziai La Rocca 4 anni fa e mi accadde di leggere uno spoiler che mi rovinò la lettura. Approfitto dell'occasione per invitare gli utenti a fare attenzione alle rivelazioni delle trame e qualora non si potesse fare a meno, segnalarlo adeguatamente.
Questo romanzo è un duplice messaggio, affronta una tematica dei nostri tempi, una tematica che merita approfondimento e riflessione.
L'Autore fa capire che con il Fantasy si può anche parlare, appunto, del mondo. Che il fantasy non è puramente la creazione di un nuovo mondo, il suo ecosistema e i suoi personaggi. Ma è anche uno strumento per coinvolgere quante più persone possibili ai mali di questo mondo.
La Rocca è una storia emozionante e coinvolgente, l'autore mantiene un livello narrativo tale da mantenere costantemente vivo l'interesse del lettore.
Un dieci e lode per quest'opera che porta un messaggio importante!

L'Autore
   

                        

   

Il gusto segreto del cioccolato amaro - Kevin Alan Milne

finito 23/06/2012

Moltitudini di colpe!
E' stata una straordinaria lettura, inoltre solo a metà libro mi sono resa conto che a scrivere il libro è stato un uomo. Incredibile, la sensibilità di una donna.
La trama parla d'amore come mille altri libri, tuttavia questo tipo di amore è stato narrato con sapienza maestria narrativa, di solito ho una illuminazione importante mentre leggo, capisco qualcosa che poi si rivela veritiero, in questo libro non solo il segreto è stata una doccia fredda, ma le sottotrame contenute e parlallele alla vita travagliata della protagonista Sophie sono state toccanti e emezionalmente pesanti.

Questa ragazza, Sophie, si porta un trauma terribile da 20 anni, quando perse in un tragico incidente madre, padre e nonna. Il suo incidente però scatena una serie di eventi che durano 20 anni, al termine dei quali, come un'esplosione, tutto quanto straripa fuori, spazzando via colpe e creando un vortice di felicità ed anche il lieto fine si posa delicato sul terreno come una soffice piuma bianca!

Consigliatissimo!

L'Autore
   

                        

   

Il gufo innamorato - Patrice Kindl

finito 25/06/2010

Spumeggiante davvero!
Una stupenda storia, o storiella fa lo stesso, che narra l'adoscenza di una ragazza non comune. Infatti, Owl, fa parte di un'antica famiglia in cui ogni 200/300 anni viene al mondo una creatura definita 'gufo mannaro', una creatura in grado di trasformarsi tranquillamente (giorno e notte) da ragazza a gufo e viceversa. Leggeremo le disavventure di questa 'povera' fanciulla che s'innamora la prima volta della figura più classica: il professore. Il punto più forte del romanzo è la capacità di intersecare e applicare gli usi e costumi dei rapaci notturni (parliamo nello specifico del Barbagianni) a questo essere umano, che ha quindi una sua dieta specifica e diversi altri pregi quali l'udito, la vista ecc

Owl si troverà ad affrontare questo amore che non è di comune soluzione, si sa, i Gufi sono animali monogami, scelgono un compagno e quello rimane 'finchè morte...' Non sono proprio una lettrice scarna e sono rimasta molto colpita dalla bravura dell'Autrice nel distendere la trama così come ha fatto e purtroppo non posso sbilanciarmi molto ;) Mi ci voleva questa lettura dopo la precedente che mi ha lasciato troppa nebbia e droga. Owl, questa Gufetta innamorata è entrata con un soffio nella mia vita e ci resterà con un forte sapore... Ottima lettura e vedrò se l'Autrice ha scritto altre cose ^___^

L'Autrice
   

                        

   

Madapple - Christina Meldrum

finito 23/06/2010

Aspettative con retro gusto un po' amaro.
Preso con grandissime aspettative riguardandi la Natura, strada facendo, non è che sono rimasta delusa, ma non era ciò che mi aspettavo. Mi ha lasciato amarezza soprattutto per "l'esaltazione" degli aspetti più sgradevoli della Natura...

Aslaug "senza cognome" vive con la madre nell'isolamento di una casa lontano dalla civiltà. Con una madre divenuta tale troppo giovane che, prorompente di splendore e bellezza, si ammala progressivamente ed infine perisce, lasciandola sola, senza sapere niente. Aslaug segue il suo istinto e trova dei parenti ma la sua vita non si evolve decisamente in meglio. Anzi, la "melamatta" è molto più devastante in quella nuova vita, rispetto a quella con la madre (che sebbene temeva era tutto il suo Universo).

In questo libro, in questa storia, troppo fumo, troppa droga troppa nebbia e confusione, mi ha lasciata interdetta e triste. Io voglio continuare ad avere una visione della Natura sì spietata, ma giusta, il cosiddetto grande cerchio della vita.
Questo libro vuole togliermi quella visione. Per finire non mi sento di consigliarlo. 1 stellina...

L'Autrice
   

                        

   

Vedi tutti

Ultimi post inseriti nel Forum

Al primo sangue - Cristina Brambilla (np)

finito 15/06/2012

molto insolito!
Una cosa è certa, questa Donna sa come scrivere e come tenere il lettore incollato!
Tutta la trama narra la storia presente/passato della classica strega, la strega bella però, quella che usa la natura per curare, non la strega cattiva delle favole...
All'inizio ci troviamo nello stranissimo mondo di Eva (13 anni) e già dopo qualche pagina si viene rapiti nella lettura per cercare di dare una forma ai propri pensieri e, l'Autrice, brava bravina, non ci molla facilmente l'osso.

Oltre metà libro si snodano i misteri, che francamente mi hanno lasciato davvero spiazzata, tuttavia non si parla di qualche strana avventura in cui Eva magicamente entra, in mezzo a fate e folletti. Questa è una storia di streghe intesa come poteri extrasensoriali tangibili come un pugno in faccia, una storia che coinvolge persone reali di tutti i giorni, una storia che parla di famgliari.

Il finale è sul dolce/amaro, ma va bene così dai. Quello che non è stato detto lo si immagina. Del resto una storia non può durare in eterno!

L'Autrice
   

un regalo per voi: l'immagine intera della copertina del libro ---> http://imageshack.us/f/849/skinflayer.jpg/

                        

   

I miei scaffali

Le mie ricerche salvate

  • Jacqueline Carey: saga de 'Il Dardo e la Rosa'
  • L'Antico Regno del Silenzio (trilogia): L'antico regno del silenzio comincia con uno spiraglio di luce che penetra il legno consunto di un vecchio granaio. Questa è la prima visione di Hunter, primogenito di una famiglia di Barbagianni (detti anche Gufi Bianchi). Due uova si schiuderanno dopo di lui, un altro maschietto ed una femminuccia, rispettivamente Quaver e Dawn-Raptor. Questa non è una storia qualunque, bensì un poema epico classificabile insieme a pochissime altre opere d’arte quali La collina dei conigli, Il Signore degli Anelli ecc. In questo primo volume (ne seguiranno altri due: Il Regno Perduto e Alla Conquista della Terra), saremo introdotti nella società dei Gufi Bianchi, una popolazione dall’aspetto similare... continua ---> http://it.wikipedia.org/wiki/L%27Antico_Regno_del_Silenzio disponibilità: difficoltosa (ma li presto)