Viaggi nel tempo
0 0
Libri Moderni

Gleick, James

Viaggi nel tempo

Abstract: Che cosa sia il tempo, nessuno lo sa. O meglio, tutti riconosciamo nel tempo un fluire di eventi spesso quotidiani, ma è un riconoscimento istintivo che non aiuta la scienza a stabilire una volta per tutte la natura profonda del passaggio tra ieri, oggi e domani. Più gli scienziati osservano da vicino questo fluire, più si smaterializza sotto i loro occhi: oggi nelle equazioni fondamentali della fisica il tempo scompare. La sua profonda natura, dunque, è ancora sfuggente, pur essendo un argomento di riflessione fin dai tempi dell’antica Grecia e dei suoi filosofi. Questo però non ha impedito a scrittori, poeti e artisti di fantasticare sui viaggi nella dimensione temporale né ha impedito agli stessi scienziati di effettuare esperimenti mentali, cioè esperimenti non empirici ma pure speculazioni teoriche, sui viaggi nel tempo. Anzi, spesso tra fantascienza e scienza c’è stato un proficuo scambio di idee, come illustra James Gleick nel libro allegato a richiesta con il numero di marzo di «Le Scienze» e in vendita nelle librerie per Codice Edizioni, e il cui titolo non può che essere Viaggi nel tempo. La porta di ingresso del libro, che immerge il lettore in un fluire di narrazioni filosofico-letterarie e concetti scientifici, è la fine del XIX secolo, quando lo scrittore britannico H.G. Wells pubblicò il romanzo La macchina del tempo (1895). Era un’epoca di sconvolgimenti sociali alimentati da uno sviluppo tecnologico senza precedenti nella storia dell’umanità. I mutamenti riguardavano anche la visione del tempo; in pochissime generazioni si stava passando dalla circolarità temporale, che aveva caratterizzato per millenni le società umane basate prevalentemente su agricoltura e caccia, alla temporalità lineare, progressiva e senza sosta, della nascente civiltà industriale. In quel mondo che vedeva la luce, ieri, oggi e domani avrebbero riservato realtà diverse, ed era un mondo opposto a quello segnato dalla ripetitività delle stagioni. Wells, dunque, aveva respirato lo spirito del tempo e lo aveva trasposto, tra i primi a farlo, nel mondo della fantasia. Ma anche la scienza non avrebbe tardato ad arrivare. Nel 1908, ricorda Gleick, il matematico Hermann Minkowski annunciò un’idea rivoluzionaria: spazio e tempo considerati isolatamente sono destinati a dissolversi in ombre, solo una loro unione può conservare una realtà indipendente. Proprio il risultato che avrebbe ottenuto nello stesso periodo il fisico Albert Einstein con una la sua teoria della relatività e il suo spazio-tempo. Dunque se possiamo muoverci nello spazio, che è collegato al tempo, perché non viaggiare avanti e indietro in quest’ultimo, come lungo una linea? Il dado era tratto. Negli anni e nei secoli successivi, i viaggi temporali avrebbero solleticato la fantasia di scrittori e scienziati, e in effetti il libro di Gleick è una sorta di viaggio parallelo all’indietro nel tempo con riferimenti a ricercatori, artisti e filosofi che si sono cimentati e ancora oggi si cimentano con uno dei temi più affascinanti che la mente umana possa investigare. Dopotutto, il tempo potrebbe essere benissimo un’illusione partorita proprio dalla nostra mente, e che ha catturato persone dal calibro di Aristotele, Platone, Jorge Luis Borges, Marcel Proust, Italo Calvino, Erwin Schroendiger, David Foster Wallace e molti altri ancora, oltre a quelli già nominati in precedenza. Impossibile fare una lista esaustiva dei personaggi, delle opere e delle scoperte scientifiche citati da Gleick, il quale riflette anche sul tempo nell’era di Internet, una tecnologia che potrebbe farci riconsiderare ancora una volta il nostro riconoscimento del fluire degli eventi. L’unico modo per viaggiare con Gleick è immergersi nelle pagine del suo libro, in cui c’è anche la risposta alla nostra necessità dei viaggi nel tempo.


Titolo e contributi: Viaggi nel tempo / James Gleick

Pubblicazione: Roma : Le scienze, copyr. 2018

Descrizione fisica: 245 p. ; 20 cm

Serie: La biblioteca delle scienze ; 39

Data:2018

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Nomi:

Soggetti:

Classi: 530.11 (14)

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2018

Sono presenti 1 copie, di cui 1 in prestito.

Biblioteca Collocazione Barcode Stato Prestabilità Rientra
Pont-Saint-Martin PONSMA 530.11 GLE 31102006948758 In prestito
(Monografia 30gg)
23/06/2018
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Nessuna recensione

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.