Caduto fuori dal tempo
0 1
Libri Moderni

Grossman, David

Caduto fuori dal tempo

  • Copie totali: 11
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Una sera, in una città di un luogo immaginario, un padre si alza da tavola, prende commiato dalla moglie ed esce per andare "laggiù". Ha perso un figlio, anni prima, e "laggiù" è dove il mondo dei vivi confina con la terra dei morti. Non sa dove sta andando, e soprattutto non sa cosa troverà. Lascia che siano le gambe a condurlo, per giorni e notti gira intorno alla sua città e a poco a poco si unisce a lui una variegata serie di personaggi che vivono lo stesso dramma e lo stesso dolore: il Duca signore di quelle terre, una riparatrice di reti da pesca, una levatrice, un ciabattino, un anziano insegnante che risolve problemi di matematica sui muri delle case. E l'uomo a cui è stato affidato l'incarico di scrivere le cronache cittadine. Ciascuno ha la propria storia, chi ha perso il figlio per una grave malattia, chi in un incidente, chi in guerra. Insieme a loro idealmente, visto che non può muoversi dalla sua stanza, c'è anche una strana figura di Centauro, con la parte inferiore del corpo che nel tempo si è trasformata in scrivania. E uno scrittore che da quindici anni vive circondato dagli oggetti del figlio che non c'è più, e il cui unico desiderio da allora è catturare quella morte con le parole. "Non riesco a capire qualcosa finché non la scrivo" dice. È lui a ispirare e a inglobare la storia che stiamo leggendo.


Titolo e contributi: Caduto fuori dal tempo : storia a più voci / David Grossman ; traduzione di Alessandra Shomroni

Pubblicazione: Milano : A. Mondadori, 2012

Descrizione fisica: 183 p. ; 25 cm

Serie: Scrittori italiani e stranieri

EAN: 9788804623915

Data:2012

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Nomi:

Classi: 892.4 (14)

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2012

Sono presenti 11 copie, di cui 0 in prestito.

Biblioteca Collocazione Barcode Stato Prestabilità Rientra
Saint-Christophe SCHRIS 892.4 GRO 31102005953920 Su scaffale Prestabile
(Monografia 30gg)
La Thuile LATHUI 892.4 GRO 31102005955016 Su scaffale Prestabile
(Monografia 30gg)
Valtournenche VALTOU 892.4 GRO 31102005955900 Su scaffale Prestabile
(Monografia 30gg)
Brusson BRUSSO 892.4 GRO 31102005983804 Su scaffale Prestabile
(Monografia 30gg)
Gressan GRESSA 892.4 GRO 31102005983798 Su scaffale Prestabile
(Monografia 30gg)
Saint-Denis SDENIS 892.4 GRO 31102006002184 Su scaffale Prestabile
(Monografia 30gg)
Verrès VERRES 892.4 GRO 31102006002177 Su scaffale Prestabile
(Monografia 30gg)
Pont-Saint-Martin PONSMA 892.4 GRO 31102006007530 Su scaffale Prestabile
(Monografia 30gg)
Aosta - Biblioteca regionale ADULTI 892.4 GRO 31101003046849 Su scaffale Prestabile
(Monografia 30gg)
Doues DOUES 892.4 GRO 31102006113491 Su scaffale Prestabile
(Monografia 30gg)
Aosta - Quartiere Dora AOQUAR 892.4 GRO 31102006626991 Su scaffale Prestabile
(Monografia 30gg)
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

David Grossman, Caduto fuori dal tempo
Resoconto dell’incontro del 10 novembre 2016

L’autore scrive un’opera lacerante, autobiografica, in cui descrive in modo autentico e senza filtri il dolore vissuto per un fatto innaturale e atroce: la perdita di un figlio. Grossman perde il proprio figlio durante la guerra israelo-libanese del 2006.
L’opera ha inizio con un’immagine: un uomo si alza da tavola ed esce di casa, inizia a camminare in cerchio, non sa dove sta andando, le gambe lo conducono…
L’autore trasporta il lettore nel dolore profondo, dal quale non si trova sollievo, ma che accomuna, unisce ogni personaggio del romanzo nel vuoto della perdita, dove trovano posto solo i compagni di di questo strano viaggio. Incamminati verso il non luogo insieme al protagonista sono anch’essi alla ricerca di qualcosa, che riesca ad attenuare un po’ la sofferenza, perché ci possa essere almeno uno spazio per il ricordo. In questa dolente carovana ci sono personaggi molto diversi tra loro: la levatrice, la riparatrice di reti da pesca, il Duca, il Centauro… Essi sono partiti per la via che conduce al confine del mondo, luogo in cui i vivi e i morti forse si sfiorano e per raggiungere la quale si “gira intorno”. Dal punto di vista razionale è un “non percorso” che i personaggi del libro, tuttavia, riconoscono e che non vogliono lasciare, si tratta, forse, di un atto terapeutico che evoca il dolore straziante di chi è lacerato dentro per trasformarlo in qualche modo. I personaggi si muovono in una condizione di sonno/veglia/sogno, uno stato intermedio dove si esclude il mondo reale per cercare un ultimo disperato contatto con il figlio/a perduto/a, in un estremo richiamo di fronte all’evanescenza dell’essere che muore.
Un genitore può sopravvivere a un figlio? Si, fisicamente, anche se un pezzo di lui è andato da un’altra parte e Grossman parla proprio di quel pezzo. Il viaggio porta consapevolezza, accettazione, diventa quasi un’apertura verso la vita. Il libro è un’estrema, corale lettera d’amore.

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.